Netflix

Jay & Silent Bob... Fermate Hollywood!, la recensione del film di Kevin Smith Recensione

Jay e Silent Bob si mettono in viaggio per Hollywood per fermare la produzione di una pellicola a loro ispirata.

recensione Jay & Silent Bob... Fermate Hollywood!, la recensione del film di Kevin Smith
Articolo a cura di

In Jay & Silent Bob... Fermate Hollywood! Jay e Silent Bob, amici inseparabili e bizzarri spacciatore di quartiere, scoprono che ad Hollywood stanno per iniziare le riprese di un film tratto dal fumetto Bluntman e Chronic, a sua volta ispirato alle loro vite. I due decidono così di fare autostop per giungere nella mecca del cinema e fermarne la produzione quando finiscono per imbattersi in un gruppo di presunte ambientaliste tra cui vi è Justice, per la quale Jay perde la testa apparentemente ricambiato. L'insolita coppia scrocca quindi un passaggio e si offre di aiutare le ragazze, in realtà abilissime ladre, a liberare un orangotango da un laboratorio: intrusione pianificata ad hoc per coprire il vero furto delle rapinatrici in un attiguo palazzo dove è custodito un ingente carico di diamanti. Per Jay e Silent bob sarà solo l'inizio di un'incredibile avventura.

Senza freni

Sesto film di Kevin Smith in cui compaiono gli iconici personaggi di Jay e Silent Bob, interpretati rispettivamente da Jason Mewes e dallo stesso regista, nonché il primo a promuoverli assoluti protagonisti: Jay & Silent Bob... Fermate Hollywood!(disponibile su Netflix) esaspera ulteriormente la carica iconoclasta dell'improbabile coppia dando vita ad un'opera sboccata e citazionista che si fregia di camei d'eccezione in serie. Da Mark Hamill e Carrie Fisher, con rimandi continui alla saga di Star Wars (da sempre costante presenza dialettica nelle pellicole dell'autore a cominciare dal seminale Clerks - Commessi (1994)), passando per una stuola di noti comici americani quali Will Ferrell, Jason Lee e Chris Rock, compagni di set di vecchia data e star di primo piano (l'amico Ben Aflleck e il sodale Matt Damon), di bombe sexy (Ali Larter, Eliza Dushku, Shannon Elizabeth) e rinomati cineasti come Wes Craven e Gus van Sant, con tanto di Jason Biggs e James Van der Beek a vestire i panni dei fittizi Jay e Silent Bob, i cento minuti di visione offrono sorprese in serie, omaggiando pellicole che hanno fatto la storia in una messa in scena piacevolmente ridanciana in cui il politicamente corretto è fortunatamente un sano ricordo. Una volgarità genuina e sprezzante che gioca col demenziale, tra dialoghi non-sense e rimandi costanti all'immaginario del piccolo e del grande schermo con cui tutti siamo cresciuti, permette all'operazione di strappare risate in serie sino ai titoli di coda tutti da gustare (con tanto di sorpresa finale). Esagerazione è la parola chiave che troupe e cast seguono alla lettera, e se il tiro qualche volta non fa centro è solo per l'innumerevole e infinito susseguirsi di sketch e battute che procede a ritmo incessante in un demenziale e appetitoso caos che attraverso la forma parodica diventa un geniale concentrato della Settima Arte passata e futura riletta, come nello stile dei due complementari personaggi, sotto l'influenza di droghe pesanti. E la curiosità è già tanta per l'annunciato sequel che, ad oltre sedici anni dall'originale, dovrebbe entrare in produzione a breve.

Jay & Silent Bob... Fermate Hollywood! Jason Mewes e Kevin Smith vestono per la sesta volta gli ormai iconici panni dei due personaggi simbolo dell'universo smithiano nel loro primo film da assoluti protagonisti: è il 2001 quando Jay & Silent Bob... Fermate Hollywood! omaggia e al contempo distrugge, in chiave gustosamente parodica, oltre trent'anni di cinema e tv. Guest star di lusso che si susseguono in serie, citazioni continue a grandi classici, una volgarità senza peli sulla lingua e che non ha paura del moralismo bacchettone sono al centro di quest'esilarante avventura dove il non-sense trova mirabilmente forma in uno script più ragionato del previsto, pensato ad uso e consumo per intrattenere quel pubblico post '70 e '80 in una rivisitazione dell'immaginario cinefilo attuata sotto forma di liberatorio, lisergico, trip psichedelico.

7.5

Che voto dai a: Jay & Silent Bob... Fermate Hollywood!

Media Voto Utenti
Voti: 7
6.9
nd