Recensione Il professor Cenerentolo

A due anni da Un fantastico via vai, il fiorentino Leonardo Pieraccioni torna davanti e dietro la macchina da presa con Il professor Cenerentolo, nel quale fa coppia con Laura Chiatti.

recensione Il professor Cenerentolo
Articolo a cura di

Cinematograficamente parlando, con il fiorentino classe 1965 Leonardo Pieraccioni eravamo rimasti al non disprezzabile Un fantastico via vai che, nel 2013, lo vide nei panni di un impiegato quarantacinquenne sbattuto fuori casa dalla moglie e che finiva a vivere in un appartamento abitato da quattro poco più che ventenni universitari.
A proposito de Il professor Cenerentolo, sua dodicesima fatica davanti e dietro la macchina da presa osserva: "Una volta sono stato a presentare un mio film nel carcere di Prato. Dopo la presentazione c'è stato un buffet ed io parlavo con le persone non sapendo se erano invitati esterni o carcerati. Cercavo di capire dalle conversazioni se erano di passaggio oppure ‘ospiti'". Ho applicato questa sensazione all'incontro che il mio personaggio Umberto fa con la protagonista Morgana, Laura Chiatti. Nel film, infatti, lei equivoca e pensa che io lavori nel carcere e non che ci sia recluso. Umberto approfitta del suo lavoro nella biblioteca del carcere di Ventotene per ‘scappare' dal suo percorso obbligato e raggiungere Morgana tra gli scogli dell'isola. Però a mezzanotte in punto, proprio come un Cenerentolo, dovrà rientrare di corsa in carcere pena la revoca del suo lavoro esterno".

Pieraccioni dentro e fuori

Perché è in seguito a un colpo in banca tentato insieme al dipendente Tinto alias Massimo Ceccherini per evitare il fallimento della sua disastrata ditta di costruzioni che il nostro Umberto ottiene quattro anni di carcere; nel corso dei quali è continuamente intento ad evitare che le sue fughe vengano scoperte dal direttore incarnato da Flavio Insinna, il quale potrebbe tranquillamente revocargli il permesso di lavoro in esterno.
Soltanto uno dei popolari nomi che provvedono ad arricchire il cast, in quanto, oltre a Nicola"No problem"Acunzo e al Sergio Friscia delle trasmissioni televisive Tale e quale show e Mezzogiorno in famiglia, abbiamo il Nicola Nocella de Il figlio più piccolo nel ruolo di una guardia carceraria e Lucianna De Falco in quello di una grottescamente sexy signora che non manca di trovarsi al centro di un divertente equivoco con un drone.
Drone oltretutto comandato dal simpatico Davide Marotta che, noto per lo spot pubblicitario della Kodak trasmesso tra gli anni Ottanta e Novanta e ricordato dai fan dell'horror per aver incarnato il mostruoso bambino dell'argentiano Phenomena, spalleggia il furbo galeotto, destinato a cacciarsi in non poche situazioni complicate.
Situazioni che, tra incontri con la guardia di finanza e un cane pronto a defecare da un momento all'altro, hanno l'unico compito di tentare di riempire di occasioni per ridere uno script - concepito dallo stesso Pieraccioni al fianco di Domenico Costanzo e dell'inseparabile Giovanni Veronesi - volto a ribadire che nella vita non è importante la quantità, ma la qualità.
Anche se, purtroppo, in questo caso è proprio la seconda a latitare, occultata da una a tratti caotica e a lungo andare soporifera sequela di battute piuttosto tristi (citiamo solo quella riguardante la pozza di Peppa Pig) e momenti che regalano più imbarazzo che comicità.

Il professor Cenerentolo A due anni da Un fantastico via vai (2013), tramite il quale si era proposto in un ruolo diverso dal solito abbracciando il filone giovanilistico, il fiorentino Leonardo Pieraccioni torna sul grande schermo dirigendo e interpretando Il professor Cenerentolo (2015), nel quale pone al proprio fianco Laura Chiatti come immancabile “spalla rosa” e si cala nei panni di un carcerato messo a lavorare nella biblioteca della prigione di Ventotene. Uno stuolo di più o meno simpatici personaggi provvede a fare da contorno, ma si ride veramente poco e la sceneggiatura si rivela talmente tempestata di pecche da riuscire quasi a non far capire allo spettatore quale sia l’iter del racconto per immagini a cui sta assistendo.

5

Che voto dai a: Il professor Cenerentolo

Media Voto Utenti
Voti: 0
ND.
nd