Il mistero dei teschi di cristallo, la recensione del film di Todor Chapkanov

Un miliardario cerca di riunire per la prima volta i leggendari tredici teschi di cristallo dando il via alla potenziale distruzione della Terra.

recensione Il mistero dei teschi di cristallo, la recensione del film di Todor Chapkanov
Articolo a cura di

Un filantropo miliardario malato di cancro allo stadio terminale sta raccogliendo da ogni parte del mondo, anche con mezzi illeciti, i leggendari tredici teschi di cristallo, nella speranza che il loro combinato potere possa salvarlo da morte certa. L'ultima delle antiche reliquie manca però ancora all'appello e il magnate decide allora di assoldare l'archeologo/professore universitario John Winston, figlio di un esploratore che aveva fatto della ricerca dei misteriosi manufatti la propria ragione di vita. Lo studioso, tornato di recente da una spedizione nel quale ha perso tragicamente la vita il fratello minore, viene costretto ad accettare l'offerta di collaborazione, mentre nel frattempo un intervento dei militari e strani eventi climatici stanno complicando ulteriormente le cose, con la distruzione del pianeta che appare ora dopo ora come un'ipotesi sempre più probabile. Ne Il mistero dei teschi di cristallo Winston si troverà così alle prese con una vera e propria corsa contro il tempo, trovando inaspettati nemici nei membri di una setta segreta legata proprio alla protezione dei preziosi e magici oggetti.

Apocalypse now

Produzione americana girata in gran parte in Bulgaria, Il mistero dei teschi di cristallo ci accompagna in realtà in diversi, fittizi angoli del globo durante i novanta minuti di visione: la vicenda infatti fa capolino in Perù, in Spagna, negli Stati Uniti e nella "base" Vienna per raccontare una storia di stampo avventuroso/fantastico collegata ai fantomatici poteri paranormali di cui sarebbero dotati secondo diverse teorie i teschi di cristallo, rappresentazioni del cranio umano ricavate da blocchi di cristallo di quarzo trasparente conservati in alcuni dei più famosi musei del mondo. Come per la maggior parte dei film TV a tema ci troviamo di fronte a un'operazione artisticamente nulla che si rivolge a un pubblico di bocca buona appassionato di intrighi e misteri privi di reale fondamento scientifico o risvolti logici - e non è un caso che addirittura la distruzione del mondo si palesi all'interno di un racconto strizzante l'occhio al filone catastrofico. Effetti speciali di scarsa qualità, personaggi monodimensionali che si muovono linearmente in una sceneggiatura confusa e irrazionale, dinamiche action prive del necessario appeal di genere trascinano così la visione senza guizzi di sorta, con un paio di colpi di scena nella mezz'ora finale che cerca inutilmente di regalare qualche sussulto. I finti telegiornali e le svogliate interpretazioni del cast di provenienza prettamente televisiva completano un insieme dozzinale dove lo spettacolo è lasciato fuori campo.

Il mistero dei teschi di cristallo Già al centro del quarto capitolo della saga di Indiana Jones, i teschi di cristallo sono il fattore narrativo scatenante di questo film TV a basso budget che si adegua a tutte le peggiori regole del filone catastrofico/avventuroso. Il mistero dei teschi di cristallo inserisce l'elemento fantastico all'interno di una sceneggiatura stereotipata e scientificamente irricevibile che, tra effetti speciali di bassa qualità e interpretazioni mediocri di un cast proveniente dal piccolo schermo, si trascina stancamente per novanta minuti di visione. Il film andrà in onda stasera, mercoledì 16 maggio, alle 21.15 su CIELO.

4

Che voto dai a: Il mistero dei teschi di cristallo

Media Voto Utenti
Voti: 6
3.8
nd