Il Cavaliere Oscuro di Christopher Nolan in alta definizione

La notte di Gotham City in alta definizione: recensione del Blu-ray de Il Cavaliere Oscuro di Christopher Nolan.

recensione Il Cavaliere Oscuro di Christopher Nolan in alta definizione
Articolo a cura di

The Dark Knight

Ogni numero di magia è composto da tre parti, o atti. La prima parte è chiamata "La promessa", l'illusionista vi mostra qualcosa d'ordinario, un mazzo di carte, un uccellino o un uomo. Vi mostra questo oggetto...magari vi chiede d'ispezionarlo, di controllare che sia davvero reale...si, inalterato. Ma ovviamente, è probabile che non lo sia. Il secondo atto è chiamato "La Svolta". L'illusionista prende quel qualcosa d'ordinario e lo trasforma in qualcosa di straordinario. Ora, voi state cercando il segreto, ma non lo troverete, perché in realtà non state davvero guardando. Voi non volete saperlo. Voi volete essere ingannati! Ma ancora non applaudite, perché far sparire qualcosa non è sufficiente. Bisogna anche farla riapparire. Ecco perché ogni numero di magia ha un terzo atto, la parte più ardua. La parte che chiamiamo "Il Prestigio".

Se vi state domandando cosa stia succedendo e perché stiamo iniziando quest'articolo con una citazione tratta dal precedente film di Nolan, sappiate che non c'è nulla di sbagliato in tutto questo. Forse c'è qualcosa di bizzarro e, come direbbe qualcuno "quello che non ti uccide ti rende......più strano". Ma la pazienza è la virtù dei forti, quindi sappiate che abbiamo ancora un po' di strada da percorrere insieme, prima di capire la logica di questo rimando, afferrando fino in fondo il motivo di questa stranezza.
The Dark Knight è arrivato finalmente nelle sale italiane, con qualche giorno di ritardo rispetto all'uscita statunitense che ha polverizzato ogni precedente record d'incassi, portando il film direttamente al primo posto della discussa e discutibile top 250 di imdb.com. Magari il risultato è destinato a cambiare col passare del tempo, tuttavia, all'interno di quel piccolo grande mondo rappresentato da internet e dalla sua utenza, l'aver spodestato la decennale reggenza de "Il Padrino" è un fatto di non poco conto.
Il nuovo film del talentuoso regista inglese Christopher Nolan, con la sua nomea d'opera maledetta funestata da diversi incidenti di percorso (di cui non parleremo dato che in questi mesi sono stati spremuti come degli agrumi dalla stampa italiana, pressappochista e tombarola come sempre), è pronto a spiazzare le allegre comitive di famigliole armate di pop corn e snack ipercalorici che hanno già cominciato ad invadere i cinema, rassicurate dai, sostanzialmente, innocui cineadattamenti da fumetti seriali visti fin d'ora.
Destabilizzante, cupo, profondo e decisamente poco confortante, tanto che verrebbe da porre una domanda.....Perché così serio?

Continua a leggere la recensione de "Il Cavaliere Oscuro" su Movieye!

And here we go!

L'uscita in home video de "Il Cavaliere Oscuro" rappresenta uno di quegli appuntamenti imperdibili per gli amanti del cinema e del home enetertainment. I riscontri critici ed economici avuti dal film di Christopher Nolan sono ormai un fatto assodato e le poche voci che ancora si levano contrarie, strappano più d'un sorriso perché sembrano solo originate da una sorta di amore per il procedere "controcorrente".
E' lecito, quindi, aspettarsi molto per l'edizione domestica di un film di tale levatura.
Warner Home Video Italia, già dal punto di vista dell'offerta commerciale, non scontenta la clientela italiana proponendo una gamma davvero amplia di scelte d'acquisto, anche se non del tutto priva di zone d'ombra. Accanto all'edizione in dvd in disco singolo, possiamo trovare quella in doppio disco e ben due edizioni in gift box. La prima, reperibile in qualsiasi videoteca o centro commerciale, racchiude un case nero con sovraimpresso il logo di Batman contenente i due dvd, nonché una riproduzione del Batpod (dalla qualità non esaltante, questo va detto). L'altra edizione da collezione, fatta in esclusiva per il circuito Mediaworld, custodisce i dischi all'interno di una confezione in plastica che riproduce le fattezze della maschera di Batman. Ai limiti del kitsch proprio come l'omologa edition riservata qualche mese fa ad un altro supereroe, ovvero Iron Man.
Sul versante dell'alta definizione, nulla di particolare va segnalato sul fronte del packaging. Mentre negli Stati Uniti Warner ha lanciato anche la gift edition con Batpod contente i blu ray, la sorella italiana, considerate le minori dimensioni del mercato in questione, ha optato per la vendita della sola versione in doppio BR. Scelta del tutto condivisibile e che inoltre, data la caratura tutt'altro che pregiata della "replica", risulta davvero poco dolorosa.
Presenti all'appello anche gli immancabili cofanetti contenenti il primo e il secondo capitolo di questo rebooth dell'uomo pipistrello: mentre quello in dvd è piuttosto scarno e non particolarmente conveniente dato che offre i due dischi singoli del film, molto più appetibile risulta essere quello dell'edizione in blu ray, contenente il single blu ray disc di Batman Begins e il doppio BR de "The Dark Knight". Con un prezzo suggerito di 39,90 euro, è un occasione davvero ghiotta per posserede entrambi gli episodi di Batman firmati Nolan.

Extra.

In questa sede, analizzeremo quanto presentato dall'edizione in Blu Ray del film in questione.
Appena caricato il disco, risulterà lampante come la strutturazione del menù sia più improntata alla funzionalità, piuttosto che alla spettacolarità. Questo è ormai un vero e proprio marchio di fabbrica di Warner Home Video, da sempre orientata a un utilizzo oculato delle possibilità interattive offerte dal nuovo supporto digitale.
La qualità video è davvero elevatissima. La fotografia di Wally Pfister, artista in simbiosi con Nolan fin da Memento, viene consegnata allo spettatore in maniera sostanzialmente perfetta: il bilanciamento dei neri è esemplare e tanti dettagli, come ad esempio il trucco del Joker, assumono delle tonalità ancora più inquietanti, grazie alla perfetta resa della palette cromatica. Il film viene presentato con un doppio aspect ratio variabile fra il classico 2.4:1 e un più atipico 1.78:1. Ciò significa che durante la visione, assisteremo a dei passaggi fra il classico letterbox panoramico e il full screen: questo avverrà in concomitanza delle scene originariamente girate in IMAX che andranno ad occupare tutta la grandezza del nostro televisore. Un buon compromesso soprattutto per il pubblico italiano che, contrariamente a quello di altri paesi, non ha potuto assaporare la pellicola di Nolan in sale appositamente predisposte per l'IMAX. Giusto sottolineare come la qualità già eccelsa del comparto video, diventi ancor più elevata nelle scene a tutto schermo. Una gioia per gli occhi.
L'audio è perfetto. Le tracce in dolby digital 5.1 faranno tremare le pareti della vostra abitazione qualora disponiate di un buon impianto di home theatre. Dalle sparatorie alle esplosioni fino ad arrivare alla vibrante colonna sonora di Hans Zimmer e James Newton Howard: una manna per i cultori dell'home cinema.

Il packaging de "Il Cavaliere Oscuro" è quello standard dei Blu Ray, con case blu sottile e nessuna sovracopertina che vada ad impreziosire il tutto. Spiace constatare come il retro della cover dell'edizione italiana non sia stato "Jokerizzato" come la versione U.S.A. del disco.
Gli extra non deludono le aspettative legate alla commercializzazione di un Blu Ray così atteso, anche se qualche neo è comunque presente.
Scontenta l'assenza del commento audio al film, come già successo con Iron Man; scelta discutibile, considerata la spasmodica curiosità di fan ed appassionati.
Quasi a mo'di scusa, sul primo disco, possiamo trovare il completissimo documentario "Gotham Uncovered", di quasi un'ora e mezzo di durata. Suddiviso in 18 capitoli, presenta degli exursus molto tecnici ed interessanti sulla realizzazione delle varie sequenze, da quelle girate in IMAX fino agli espedienti utilizzati per far ribaltare un autentico "Eighteen Wheeler Truck" non in scala.
Presenti nel secondo disco altre due ore e passa di contributi extra, anche se la scarna organizzazione del menù può inizialmente far temere il peggio.
"Batman e la tecnologia" esplora il rapporto dell'uomo pipistrello coi vari gadget tecnologici e militari utilizzati nel film: la quasi totalità degli strumenti adoperati è basata su progetti o esemplari realmente esistenti e questo dossier ci aiuta a scoprire curiosità davvero interessanti.
"Batman Smascherato" analizza la figura dell'uomo pipistrello seguendo i crismi della psicoterapia attraverso l'intervento di vari specialisti della materia. Intrigante il parallelo fra il dramma fittizio del giovane Bruce Wayne e quello reale del presidente americano Theodore Roosvelt, servito forse come spunto a Bob Kane per l'ideazione del suo cupo eroe.
"Per le strade di Gotham" è la collection di video virali fatti per il Gotham's Cable Premiere News Program.
"Le Gallerie": le carte di Joker, i progetti grafici, i poster, le foto di scena, trailer e spot tv.

Segnaliamo la presenza, tanto nell'edizione in Blu Ray quanto in quella in doppio dvd, della copia digitale del film. Collegandosi al sito www.wbdigitalcopy.com/thedark e dopo aver inserito l'apposito codice stampato sul cedolino all'interno della confezione, potremo scaricare una copia già compressa del film da utilizzare sul media player del Pc o lettore Mp3/Video portatile. Piuttosto paradossale constatare come tale copia digitale non sia però compatibile con gli iPod/iPhone di Apple (a patto di non utilizzare espedienti più o meno leciti). Considerata la situazione di sostanziale monopolio detenuta dalla casa di Cupertino nel mercato di tali device portatili, è lecito rimanere perplessi.

Il Cavaliere Oscuro Il Blu Ray de “Il Cavaliere Oscuro” è qua per ricordarci i numerosi piaceri derivanti dal poter gustare un capolavoro del cinema in un edizione domestica capace di restituire in maniera sostanzialmente perfetta l’esperienza filmica grazie a dei comparti audio e video davvero eccellenti. Sul fronte degli extra, il discorso diventa spinoso. Seppur essi siano oggettivamente presenti in gran numero e siano capaci di soddisfare la curiosità degli spettatori, spiace constatare (oltre alla mancanza del commento audio) la totale assenza d’interviste al cast. Era nota la decisione di Warner Bros di non pubblicare alcun intervento di Heath Ledger per una (criticabile) forma di rispetto: considerato l’eccellente lavoro fatto dall’attore australiano, forse sarebbe stato più logico rendere accessibili a tutti le sue considerazioni sul personaggio del Joker e sulla sua preparazione. Probabilmente, nessuno avrebbe tacciato Warner di sciacallaggio per questo e qualora, in un futuro più o meno lontano, la major dovesse decidere di rendere pubbliche tali testimonianze, il giudizio, allora, muterebbe drasticamente perché il tutto risulterebbe solo un mero calcolo, piuttosto che un autentico atto di stima. Funeste previsioni a parte, l’assenza delle canoniche featurette a base d’interviste agli attori si fa sentire, anche se, lo ribadiamo, gli extra sono comunque presenti in notevole quantità.

9.5

Che voto dai a: Il Cavaliere Oscuro

Media Voto Utenti
Voti: 335
9
nd