Recensione I Puffi - Storia e successo degli strani omini blu

Tutto lo scibile puffo in un solo volume

recensione I Puffi - Storia e successo degli strani omini blu
Articolo a cura di

Una monografia è sempre un'opera di un certo peso da portare avanti: decidere l'impostazione, trovare le fonti, stendere su carte le notizie non è un compito facile, anche (a volte soprattutto) quando si tratta di argomenti leggeri e divertenti quali i fumetti e l'animazione. Lo sanno bene Davide G.G. Caci e Fabrizio Mazzotta, autori de I Puffi - Storia e successo degli strani ometti blu, recentemente pubblicato dalla pregiata casa editrice Tunué nella collana Frizz, nello stesso periodo d'uscita nei cinema della pellicola campione d'incassi con protagonisti i folletti partoriti dalla fervida mente del fumettista belga Peyo.
Come già vi abbiamo raccontato nella recensione del film, I Puffi nascono quasi per caso, da un buffo intercalare inventato a tavola da Pierre Culliford, tornato utile nel momento in cui sentì il bisogno di inserire alcune nuove creature fantastiche nell'universo narrativo di Johan et Pirlouit (ovvero John e Solfamì) per la storia Il flauto a sei fori. Inutile dire che il successo di questi bizzarri comprimari si attesta immediatamente, portando alla nuova denominazione della storia in Il flauto a sei puffi e all'apparizione sempre più frequente dei Puffi nelle sue vignette, fino all'arrivo di una serie di strisce interamente dedicata a loro.

100 puffi in 100 pagine

Il libro, con molta verve, ci porta alla scoperta non solo dei dati essenziali per scoprire origini e perché dei Puffi, ma è soprattutto ricco di interessanti curiosità relative sia alla versione originale che a quella nostrana delle avventure degli ometti blu. Analizzando i personaggi principali, le loro interazioni, lo stile di vita puffo, Caci e Mazzotta portano alla luce quei tanti piccoli aspetti che rendono I Puffi unici e irripetibili. Tanto è vero che negli anni le interpretazioni fantasiose e quasi 'dietrologiche' sui Puffi si sono sprecate: il significato di un'unica presenza femminile all'interno del villaggio, l'utopica organizzazione civile dello stesso, la particolare semantica, che ha interessato addirittura studiosi come Umberto Eco. Ma, al di là di ogni interpretazione più o meno volutamente maliziosa che si è succeduta negli anni, rimane affascinante il viaggio che ci conduce attraverso la fantasia di Peyo, mentre cerchiamo di rincorrere la sua infinita fantasia alla ricerca delle origini di questo o quel personaggio, della sua estetica, della sua funzione all'interno della storia. Il tutto ripercorrendo di pari passo anche la vita dell'autore, le alterne fortune del franchise, le serie animate e il merchandise scaturito da esso, nonché le varie versioni internazionali del brand puffo stesso, in particolare quella italiana e americana. La genesi dei vari nomi nostrani, l'adattamento, le piccole modifiche attuate nel cartoon: tutto ampiamente descritto, con simpatia e professionalità, nell'agevole manualetto.

I Puffi I Puffi - Storia e successo degli strani ometti blu è ben più che un'opera di consultazione, quanto piuttosto un atto d'amore verso questi piccoli folletti che hanno animato la nostra infanzia. Scorrevole ma completo, cento pagine ricchissime di illustrazioni (anche rare) da leggere tutte d'un fiato, alla scoperta di Peyo e del suo fantastico mondo. Correte a puffarlo in libreria!

Che voto dai a: I Puffi

Media Voto Utenti
Voti: 45
6
nd