Happy Family di Gabriele Salvatores: recensione della versione DVD

La dettagliata recensione della versione DVD del film Happy Family con Fabio De Luigi.

recensione Happy Family di Gabriele Salvatores: recensione della versione DVD
Articolo a cura di

In 'Happy Family' è nascosta la mia filosofia, il mio modo di vivere, il mio modo di fare cinema: il pubblico, le persone, vogliono conoscere la verità, non essere presi per i fondelli, è molto importante che si accetti la cosa, specie di vuol fare cinema. Il concetto di verità e menzogna è una costante in molti altri miei film, specie in Nirvana, è la mia ossessione ed è difficilissimo per me scinderli quando racconto qualcosa, che sia cinema o quel che volete, faccio sempre fatica a distinguere la finzione, ma questo mi aiuta a entrarci dentro

Anche al meno patriottico dei cinefili farebbe piacere poter vantare la stessa nazionalità di un premio Oscar, specie nell'epoca postmoderna dove, nostro malgrado il cinema italiano sembra fare acqua da tutte le parti.
Gabriele salvatores ci ha deliziato, nel 2010, con il suo Happy family, una commedia intelligente sulla famiglia, sul sogno e sul bisogno di autostima, film che la 01 distribution ripropone ora in versione dvd.
Gli ottimi incassi al botteghino hanno riconfermato Salvatores uno degli autori più apprezzati del belpaese, ecco perchè gli appassionati non si lasceranno sfuggire questa succosa edizione home video.
In occasione della presentazione ufficiale del dvd, la 01 ha specificato che parte degli introiti derivati dalle vendite sarà destinata all'associazione onlus "Happy family", con l'intento di diffondere nozioni di primo soccorso medico che potrebbero salvare le vite di moltissimi bambini.
Nello svolgersi della conferenza Salvatores ha anche dichiarato di adorare la qualità dei nuovi supporti home video (leggasi blu ray) essendo un collezionista ed un appassionato di cinema casalingo.

Il dvd si presenta in un'edizione molto pulita, esteticamente priva di ornamenti particolari, con in copertina la stessa locandina vista ai tempi della sua uscita nelle sale. Passiamo quindi ai fatti e mettiamo il dvd del lettore: ci appare di fronte un menù molto intuitivo dal quale possiamo scegliere la lingua, le scene ed i contenuti speciali.
La qualità video è eccellente, mantiene intatta la vitalità della pellicola senza sacrificare mai la brillantezza dei colori, al pari del sonoro, distinto e progettato per supportare il formato 5.1 che, a giudicare dalle ultime tendenze, sembra sia in via d'abbandono.
Dal punto di vista qualitativo quindi, c'è poco da commentare, il lavoro di transfert svolto da 01 sembra impeccabile e pecca, se proprio abbiamo voglia di rompere, nell'assenza totale di un libretto al suo interno. Libretti che, come in molti sapranno già benissimo, alzano la libido di qualunque collezionista. Ora però, per la gioia di tanti, passiamo ai contenuti extra, croce e delizia di tutti i curiosi...
Questa è la sezione più succosa del dvd, piena di chicche interessantissime che faranno la gioia di tutti gli appassionati.
Il primo è un'intervista al regista Gabriele Salvatores e allo sceneggiatore Alessandro Genovesi che spiegano le ragioni, il senso e le sottotrame presenti nel film tingendolo di un senso più profondo ed intelligente, utile anche a comprendere al meglio il senso del film.
Si passa poi per il più classico dei dietro le quinte, ricco di aneddoti divertenti e situazioni tipiche da set per poi addrentrarsi nell'extra più divertente: personaggi in cerca d'autore.
I protagonisti del film, Salvatores compreso, fingono interviste dove interpretano gli stessi personaggi del racconto, parlando all'obiettivo come se fossero figure reali. Salvatores, che veste i suoi stessi panni, si relaziona agli altri proprio come se non fossero, per l'appunto, personaggi di finzione. Oltre ad essere uno sketch intelligente questo squarcio di fantasia risulterà essere estremamente spassoso.

Happy family Il dvd Happy family sembra essere ben fatto, ricco di interessanti contenuti speciali pecca solo nella sua sintetica presentazione, difatti, a livello estetico appare piuttosto scarna rispetto agli attuali standard compensando, però, con i suoi contenuti. In fin dei conti, non era mica la botte grande quella col vino buono

7

Che voto dai a: Happy family

Media Voto Utenti
Voti: 78
6.6
nd