Hamburger Hill - Collina 937, la recensione del film di John Irvin

Durante la guerra del Vietnam un gruppo di giovani soldati deve espugnare una collina nemica in Hamburger Hill - Collina 937, intenso drama-war movie.

recensione Hamburger Hill - Collina 937, la recensione del film di John Irvin
Articolo a cura di

Vietnam, 1969. Il sergente Frantz è al comando di un gruppo di giovani soldati della 101ª divisione aviotrasportata, da poco giunti nel Paese asiatico per prender parte a quella sporca guerra. L'obiettivo della squadra è quello di sottrarre all'esercito indigeno il possesso della famigerata collina 937, luogo in apparenza inespugnabile dove hanno già perso la vita molti commilitoni. Nonostante iniziali incomprensioni tra le stesse fila del gruppo, di carattere razziale o politico, e le missive giunte da Oltreoceano che acuiscono ulteriori drammi personali, Frantz e i suoi uomini stringeranno col passare dei giorni un rapporto sempre più solido e fraterno mentre i proiettili dei vietcong continueranno a mietere vittime.

They were soldiers

Un anno dopo Platoon (1986) e a solo un mese di distanza dall'uscita di Full Metal Jacket (1987) le sale americane vedono l'arrivo di un altro titolo che indaga nei meandri fisici e morali della guerra del Vietnam. Un film che si distingue dai suoi illustri precedessori per una sorta di sguardo intimo e personale in cui il contorno è lasciato volutamente fuoricampo per concentrarsi esclusivamente sulle psicologie del manipolo di soldati qui protagonisti. Un vero e proprio ritratto a tutto tondo di questi giovani uomini mandati sul campo di battaglia e destinati a morte quasi certa nei pressi della collina 937, luogo di quella che in seguito sarà ribattezzata come la battaglia di Hamburger Hill. Gran parte delle quasi due ore di visione sono così dedicate alle dinamiche tra il gruppo di commilitoni, in cui si agitano diverse correnti di pensiero, sogni e speranze e nei momenti più bui hanno luogo diversi screzi con successive riappacificazioni, in una sempre più tragica guerriglia in cui il dolore della perdita finisce inevitabilmente per rendere più forte il legame tra i sopravvissuti.
Hamburger Hill - Collina 937 è un dramma a tinte forti, accompagnato in più occasioni dalla magnifica colonna sonora del maestro Philip Glass e da canzoni a tema del periodo, che fa sua una violenza grezza e brutale nelle scene di battaglia, senza sconti di sorta nelle menomazioni o nelle urla dei morenti, restituendo appieno il brutale fragore della guerra. L'ottimo cast, capitanato da un efficace Dylan McDermott, si cala con la giusta profondità nei panni di questi uomini costretti a lottare e perire in una terra straniera per una patria in cui venivano visti solo come spietati assassini (elemento ricorrente in più dialoghi) da gran parte dell'opinione pubblica.

Hamburger Hill - Collina 937 La guerra del Vietnam e i suoi strascichi, mai realmente assorbiti dalla memoria americana, sono al centro di questo solido war-drama diretto a fine anni '80 da John Irvin, capace di restituire tutta la brutalità fisica e morale del conflitto. Uno sguardo personale su un gruppo di soldati mandati come carne da macello per prendere possesso di un'inespugnabile collina di fondamentale importanza strategica fa di Hamburger Hill - Collina 937 un film intenso e violento in cui la carica empatica tocca picchi elevati nelle fasi sempre più intense e cruciali del racconto, lontano da istinti eroici e pervaso da una dolente amarezza di fondo. Il film andrà in onda stasera, sabato 18 novembre, alle 21.10 su RAIMOVIE.

7.5

Che voto dai a: Hamburger Hill - Collina 937

Media Voto Utenti
Voti: 4
6.2
nd