Recensione Glee: Il concerto 3D

Gleeks di tutt'Italia, a raccolta!

Articolo a cura di

Tra i serial televisivi divenuti di culto negli ultimi anni Glee merita un piazzamento speciale, per il suo andare fuori dagli schemi. In maniera assolutamente controllata, naturalmente, ma la serie creata da Ryan Murphy non intende far breccia sul pubblico tramite intrecci complessi, misteri, cospirazioni e quant'altro solitamente appassiona il pubblico odierno dei telefilm, quanto con la 'semplice' eccellenza dei numeri musicali di cui è ricco e un carnet di personaggi che, per quanto retorico, è accattivante per una larghissima fetta di pubblico, che vi si riconosce e trova ispirazione in essi. Tre le stagioni, tanti i DVD, ancor di più i vendutissimi album e, per concludere, esibizioni live coast to coast con numeri da capogiro. Tutto questo e molto di più è Glee, fenomeno di costume diventato per molti uno stile di vita.
Il Glee Live! In concert! Tour si è tenuto tra il maggio 2010 e il luglio 2011 in ventuno città statunitensi, a Toronto e in Gran Bretagna segnando sempre il tutto esaurito ma inevitabilmente scontentando chi non aveva la possibilità di recarsi nei luoghi prefissati per i concerti. Per ovviare a ciò, oltre che per offrire a chi volesse rivivere le emozioni gustate durante i concerti live, Fox ha realizzato un film-concerto in 3D, destinato prima alle sale cinematografiche e ora all'home video, montando lo spettacolo tenutosi a East Rutherford il 16 e 17 giugno 2011 con alcuni intermezzi stile real tv e vari filmati di backstage realizzati come fossero parte del serial, con gli interpreti sempre calati nei loro personaggi.

Do you wanna join the Glee club?

L'idea di non realizzare un film vero e proprio ma solo un omaggio ai fan è semplice e vincente, visto che non scontenta nessuno e rende l'opera fruibile anche a chi non segue la serie, presentando i personaggi in maniera semplice nella loro caratterizzazione ma facendo parlare più che altro i fan -che raccontano come Glee ha cambiato, in qualche modo, la loro vita- e le straordinarie performance musicali che hanno luogo sul palco.
Si va dalle iconiche Don't stop believin', Loser like me e Sing alle altrettanto amate dai Gleeks -per via del loro significato- Born this way e Firework, contornando il tutto di pop, rock, soul a seconda dei vari interpreti, con alcuni punti di vera eccellenza, come la versione di Don't rain on my parade di Rachel/Lea Michele o I'm a Slave 4 U interpretata da Brittany/Heather Morris. Da segnalare inoltre il gustoso 'bis' dopo i titoli di coda con Somebody to love dei Queen, i pezzi dei Warblers (Usignoli, nell'adattamento italiano), tra cui la mitica Raise your glass e Forget you, interpretata dalla guest star Gwyneth Paltrow.
L'edizione home video è disponibile in DVD o in versione Plays Everywhere -che è poi quella da noi recensita- contenente DVD, Copia digitale, Blu-Ray e Blu-Ray 3D. Quattro diverse possibilità per gustarsi il concerto, dunque, con una qualità altissima dei dischi che compongono l'offerta.
Il Blu-Ray, in particolare, offre una definizione millesimale delle scene, che letteralmente esplodono di colore senza la minima incertezza, forte anche di un audio veramente eccellente e in grado di immergere lo spettatore nella scena come se fosse davvero lì, in mezzo a tutti gli altri gleeks. Nota di merito per la possibilità di avere i sottotitoli anche solo sulle canzoni, a mo' di karaoke, anche se avremmo gradito anche la possibilità di visionare il film tagliando a priori le scene di backstage e coi fan, visionando solo i pezzi musicali. Ma per questo basta anche solo organizzare i comodi segnalibri a disposizione degli utenti.
Tra gli extra c'è diverso materiale inedito, anche se di breve durata. Abbiamo due canzoni tagliate dal montaggio finale (Dog days are over -tre minuti- e Friday -due minuti-) nonché le versioni estese di due esibizioni, Ain't no way e Happy days are here again / Get Happy, per un totale di circa altri cinque minuti. Inoltre, abbiamo un minuto e mezzo di backstage tagliato dalla versione originale e quasi sei minuti di introduzioni alle canzoni tagliate, tra cui tutte quelle con protagonista Sue/ Jane Lynch.

Glee: Il concerto 3D Assolutamente imperdibile per i fan e godibile per tutti gli amanti del pop, il film-concerto di Glee si presenta in una veste audio/visiva d'eccellenza per tutti coloro che ne vorranno approfittare, al grido di 'Loser like me!'.

7.5

Che voto dai a: Glee: Il concerto 3D

Media Voto Utenti
Voti: 17
4.2
nd