Venezia71

Recensione Gianluigi Rondi: Vita, Cinema, Passione

Giorgio Treves getta una luce inedita su uno dei più grandi critici cinematografici italiani nel suo nuovo documentario

Articolo a cura di

Oltre 10 giorni di confessioni, ricordi e rivelazioni di uno dei vati della critica cinematografica italiana confluiscono nel documentario Gian Luigi Rondi, vita, cinema, passione diretto da Giorgio Treves e presentato al Lido per la sezione Venezia Classici. Attraverso i suoi racconti e con il contributo di testimoni come Gilles Jacob, Carlo Lizzani, Ettore Scola, Francesco Rosi, Paolo e Vittorio Taviani, Pupi Avati, Gina Lollobrigida e grazie a rari materiali dell’archivio di Istituto Luce - Cinecittà, emerge una visione di Rondi inedita e inserita nel contesto storico e politico dell’Italia dagli anni ’40 a oggi.
“Mi sono tolto qualche sassolino dalla scarpa - dice Rondi - dai miei colleghi sono sempre stato considerato un critico di destra, perché scrivevo per ‘Il Tempo’. Per cui non mi dispiace aver avuto l’occasione di ricordare cosa abbia significato per me essere un cattolico comunista sotto la resistenza e aver fatto il partigiano sotto insegne, e aver continuato a essere comunista e poi democristiano, con Andreotti che mi guardava male. Mi chiedono perché non l’ho raccontato prima. Semplicemente, perché per me la vita partigiana è una cosa molto seria e non voglio usarla come un ombrello per ripararmi dagli attacchi. Come dice giustamente Masolino D’Amico, intervistato da Treves, a quei tempo non potevi rivelarti ma dovevi seguire la linea del giornale. Significava doversene andare, e non avrei trovato lavoro da nessun’altra parte. Lo racconto anche nel film. Sono nato nel dicembre 1921 e sono contento di non essermi confuso con l’orribile ’22 della Marcia su Roma”.

Gianluigi Rondi: Vita, Cinema, Passione Ben condotto e orchestrato, il documentario di Treves getta una luce inedita su uno dei più grandi critici cinematografici italiani di sempre. Piaccia o meno, Rondi è uno degli ultimi rappresentanti di un modo di fare critica che non c’è più. Gli addetti ai lavori e gli amanti e storici del cinema dovrebbero sicuramente darci un’occhiata.

7

Quanto attendi: Gianluigi Rondi: Vita, Cinema, Passione

Hype
Hype totali: 0
ND.
nd