Disturbing the Peace - Sotto assedio, la recensione del film su Prime Video

Guy Pearce è protagonista, nei panni di uno sceriffo tormentato, di un action b/movie banale e prevedibile, ricco di azione e poco altro.

Disturbing the Peace - Sotto assedio, la recensione del film su Prime Video
Articolo a cura di

In seguito a un conflitto a fuoco nel quale ha involontariamente causato la morte di un collega preso in ostaggio, il Texas Ranger Jim Dillon si è ritirato nella piccola cittadina di Horse Cave, dove è stato insignito del ruolo di sceriffo.
Un luogo tranquillo, ideale per la volontà dell'uomo di non imbracciare mai più una pistola. La quiete del posto viene però improvvisamente scossa una mattina, quando due motociclisti fanno il loro arrivo in città. Uno di loro viene arrestato dopo essersi reso protagonista di una rissa con la barista Catie, fidanzata di Dillon, ma il peggio deve ancora arrivare.
Poche ore dopo infatti la città viene invasa da una comitiva di biker, armati fino ai denti, che hanno intenzione di mettere a ferro e fuoco il posto per rapinare la banca locale. Il loro leader Diablo vuole inoltre mettere le mani su un camion portavalori, prossimo a giungere in città.
Dillon dovrà venire meno al suo giuramento e contro un corposo numero di avversari cercherà di fermare la minaccia prima che abbia luogo una vera e propria strage.

Ciak... azione!

Per chi è in cerca di pura e semplice azione, senza troppa logica o sfumature, Disturbing the Peace - Sotto assedio potrebbe anche essere una visione moralmente accettabile, per via della sua esilità di fondo e delle molteplici sparatorie che si susseguono durante i novanta minuti, scarsi, che separano i titoli di testa da quelli di coda.
Per la maggior parte del pubblico l'operazione rischia però di risultare davvero troppo scontata e ripetitiva, giacché tolto il rimorso che attanaglia il protagonista la storia procede su una linea dritta, piena di incongruenze e forzature atte a evidenziare unicamente il lato ludico del racconto.
Il regista californiano York Alec Shackleton, con un passato da documentarista e già autore del mediocre 211 - Rapina in corso (2018) con Nicolas Cage, dirige "con il pilota automatico", senza nessun guizzo di sorta che infiammi definitivamente la resa dei conti tra le due parti in causa.

Tutto troppo semplice

Se come detto infatti i conflitti a fuoco dominano gran parte dell'ora e mezza, di colpi di scena veri e propri non ve ne sono, tolto giusto un epilogo per una volta tanto meno scontato e buonista del solito. La gestione delle figure secondarie è compromessa dall'inadeguatezza delle numerose comparse, che sembrano realmente prese dalla strada e messe lì per caso.
In Disturbing the peace - Sotto assedio, disponibile nel catalogo di Amazon Prime Video, lo stesso, limitato, sfondo cittadino è sfruttato poco oculatamente, con una disposizione delle varie location in cui non sempre tutto torna e con il breve intermezzo romantico che francamente si poteva evitare. Più gustosa invece, nel suo essere (in)volontariamente trash, è la catfight tra le due bionde tutte d'un pezzo, appartenenti agli opposti schieramenti e al centro di una furiosa lotta a mani nude all'interno della chiesa.
Strano che un attore solitamente attento ai progetti cui prende parte come Guy Pearce abbia scelto di partecipare a un'operazione così sgangherata, ma il suo carisma e lo sguardo implacabile rimangono almeno tra i pochi punti salvabili dell'insieme: in certi momenti i suoi occhi carichi di vendetta e potenziale catarsi distolgono dalla pochezza generale del progetto.

Disturbing the Peace - Sotto assedio Azione, azione e ancora azione, per altro di qualità abbastanza mediocre. Disturbing the peace - Sotto assedio è il classico b-movie nel quale lo sceriffo di una piccola cittadina, tormentato da demoni del passato, si trova ad affrontare decine di criminali per salvare più vite possibile. Per chi ama un certo tipo di produzioni e non ha troppe pretese, l'ora e mezza può anche risultare accettabile, ma la sceneggiatura e la relativa messa in scena sono piene di incongruenze e ingenuità sulle quali è difficile chiudere un occhio in fase critica. Tra scene di trash involontario e un godibile sussulto da revenge-movie vecchia scuola nell'epilogo, il film di York Alec Shackleton scorre liscio e piatto, con solo la massiccia presenza di un implacabile Guy Pearce - a volte anche i migliori sbagliano le scelte - nei panni del protagonista a dare un pizzico di carisma alla resa dei conti tra buoni e cattivi.

4.5

Che voto dai a: Disturbing the Peace - Sotto assedio

Media Voto Utenti
Voti: 5
5
nd