Cop Car, la recensione: Kevin Bacon sceriffo corrotto Recensione

Due ragazzini rubano per gioco una macchina della polizia di uno sceriffo corrotto in Cop Car, intenso thriller di Jon Watts in prima tv su Rai4.

recensione Cop Car, la recensione: Kevin Bacon sceriffo corrotto
Articolo a cura di

Due ragazzini, Travis e Harrison, passeggiano nella campagna americana quando si imbattono casualmente in un auto della polizia priva di conducente situata nei pressi di una fitta area boschiva. Per testare il loro coraggio decidono così di avvicinarsi all'auto, scoprendo che all'interno dell'abitacolo ne sono state dimenticate le chiavi; sulle ali dell'incoscienza tipica della loro età i due pre-adolescenti decidono di "prendere in presto" la vettura per fare un giro nei campi circostanti. Peccato che, a loro insaputa, nel bagagliaio della macchina vi sia legato un losco criminale. Ed ora lo sceriffo corrotto (che nel thriller Cop Car ha il volto di Kevin Bacon, il proprietario del mezzo rubato) è pronto a tutto pur di rientrarne il possesso e nascondere lo scottante segreto ivi contenuto.

In fuga dalla legge

E' un film che si prende i suoi tempi Cop Car, opera seconda su grande schermo del regista di Clown (2014) Jon Watts. Un film molto diverso dal precedente non solo per la tematica ma anche per una calibrazione della messa in scena raffinata e studiata a tavolino, palcoscenico ideale per un'escalation tensiva che si prende i suoi tempi con misurato equilibrio, procedendo con lo scorrere dei minuti ad elevare l'anima da thriller di provincia in qualcosa di più complesso e profondo per il genere. Se a tratti la sceneggiatura può dirsi parzialmente forzata, con i comportamenti sopra le righe dei due ragazzini (che per la loro non sempre necessaria voglia di trasgredire risultano meno simpatici del previsto), il gioco vale ad ogni modo la candela, trascinandoci in una sorta di odissea on the road che non bada troppo a caratterizzare le psicologie e i moventi degli adulti concentrandosi su una suspense sanguigna e genuina, perfetto antipasto dell'avvincente parte finale (in cui non mancano risvolti inaspettati), strizzante l'occhio a un classico come The Hitcher - La lunga strada della paura (1986). Grandi sequenze (su tutte quella in cui lo sceriffo cerca di aprire lo sportello di una macchina con un laccio da scarpe) si alternano a momenti più placidi e leggeri, con tanto di sprezzante ironia a speziare alcune situazioni d'attesa, donando alla visione una varietà impensabile visto l'intreccio inizialmente abbastanza lineare e uno stile allungato al fine di raggiungere un corretto minutaggio (90 minuti scarsi). Oltre alle riuscite e piacevolmente irritanti performance dei due piccoli protagonisti, nel cast domina la scena il semi-villain di Kevin Bacon, assolutamente a suo agio in un ruolo scomodo al punto giusto.

Cop Car Due ragazzini rubano per gioco un auto della polizia apparentemente abbandonata in un bosco, salvo poi scoprire che nel bagagliaio della vettura vi è nascosto, legato, un uomo. Uomo nascondente un segreto che lo sceriffo corrotto Kevin Bacon, proprietario del mezzo, è intenzionato ad ogni costo a non far venire a galla... Solido, intenso thriller che non fa sconti, Cop Car vive su una narrazione semplice ma calibrata in ogni minimo dettaglio, specchio di un'infanzia sempre più sfacciata e di un mondo adulto corrotto e subdolo, trovando ulteriore forza in una manciata di sequenze di pura estasi tensiva e in un cast ridotto in cui giganteggia un perfetto Kevin Bacon.

7

Che voto dai a: Cop Car

Media Voto Utenti
Voti: 6
6.2
nd