Recensione Comportamenti molto... cattivi

Arriva in sala l'improbabile commedia adolescenziale di Tim Garrick

recensione Comportamenti molto... cattivi
Articolo a cura di

E' alquanto preoccupante che la fonte d'ispirazione per questo film dell'esordiente Tim Garrick sia un romanzo autobiografico, While I'm Dead Feed the Dog,  scritto da Ric Browde. Perché pur con tutte le licenze cinematografiche del caso, è difficile pensare ad un'adolescenza più triste e inetta di quella vissuta dal protagonista della pellicola, vero e proprio "re" degli studenti sfigati in cerca di riscatto. Non è un caso che proprio lo stesso Browde sia rimasto alquanto contrariato dalla trasposizione su grande schermo e questo fa in parte sperare in meglio per la sua gioventù... Rimane comunque un segnale preoccupante del cinema di genere americano post 2000 l'uscita di prodotti come Comportamenti molto... cattivi, che ha incredibilmente coinvolto nel cast anche ottimi caratteristi ed ex-star decadute; infatti oltre ai giovani protagonisti (la ragazza del desiderio è la stellina-teen Selena Gomez) in ruoli secondari troviamo nomi più o meno famosi come Elizabeth Shue (L'uomo senza ombra, Ritorno al futuro II - III), Mary-Louise Parker (Weeds, Red), Jason Lee (My name is Earl, Clerks II), Cary Elwes (Saw, Robin Hood - Un uomo in calzamaglia), Heather Graham (Una notte da leoni, La vera storia di Jack lo squartatore) e Gary Busey (Arma letale, Point Break).

"Mamma, adesso ho 16 anni"

Il sedicenne Rick Stevens vive in una famiglia problematica insiema al fratello maggiore, la sorella spogliarellista e la madre alcolizzata. Il ragazzo è ancora vergine ed è innamorato di Nina Pennington, una bella compagna di scuola. Sfidato da un altro studente, Rick ha solo due settimane di tempo per far breccia nel cuore di Nina, mentre intanto gliene succedono di tutti i colori: la madre del suo migliore amico instaura con lui una relazione di solo sesso, finisce immischiato con la mafia russa e in un giro di droga. Tutto questo mentre il tempo a sua disposizione per conquistare il cuore di Nina sta pericolosamente scadendo...I soldi contano anche ad Hollywood. Non si spiega altrimenti la partecipazione dei suddetti attori ad un film improponibile, lanciato sulla piena scia del filone senza alcun guizzo di originalità e di freschezza. Novanta minuti di situazioni trite e ritrite che nulla lasciano all'immaginazione, tra milf in calore e caotici strip-club, genitori fedifraghi e mafiosi da quattro soldi in un compendio di volgarità mal assortite che lascia senza parole. Una narrazione sciatta che abusa dei luoghi comuni del genere senza mai regalare un sussulto o una risata, con un protagonista odioso sin dalle prime inquadrature con cui non si riesce mai, neanche vagamente, ad empatizzare ed un oggetto del desiderio incarnato da una Selena Gomez ben lontana dall'interpretazione della sexy-lolita di Spring Breakers qui nei panni di una ragazzina casa e chiesa. Registicamente nullo (l'unica "trovata" sono i brevi passaggi pseudo onirici/fantasiosi in cui Rick si immagina la bella Nina), con una colonna sonora deprecabile e dialoghi al limite dell'imbarazzante, Comportamenti molto... cattivi è uscito oltreoceano direttamente straight to video. Viene da chiedersi perché la distribuzione nostrana si esponga ancora a distribuire in sala titoli del genere quando vi è pieno di pellicole inedite meritevoli.

Comportamenti molto... cattivi Tra i film più brutti usciti nelle sale italiane in questo 2014, Comportamenti molto... cattivi si inserisce nel filone dei teen-movie del nuovo millennio senza alcuna personalità e con una volgarità scialba ed incapace di generare un minimo di divertimento. Con un cast di protagonisti imbarazzante (in parte risollevato da alcuni discreti camei) e una regia ai minimi storici il film è un fallimento sotto ogni punto di vista.

2.5

Che voto dai a: Comportamenti molto... cattivi

Media Voto Utenti
Voti: 3
2
nd