Come ti ammazzo il bodyguard: la recensione del film con Ryan Reynolds

Azione e comicità si mescolano in questo buddy movie con protagonisti Ryan Reynolds e Samuel L. Jackson, per la regia di Patrick Hughes.

recensione Come ti ammazzo il bodyguard: la recensione del film con Ryan Reynolds
Articolo a cura di

Ricordiamo tutti il film Guardia del Corpo del 1992, con Kevin Costner nel ruolo di Frank Farmer, ex agente dei Servizi Segreti ora chiamato a proteggere l'attrice e popstar Rachel Marron, interpretata da Whitney Houston. Indimenticabile la locandina del film, che immortala la scena in cui Costner trasporta in braccio la Houston fuori da un locale. Scena che ritroviamo in versione parodistica anche sulla locandina di Come ti Ammazzo il Bodyguard, con Ryan Reynolds che tiene in braccio Samuel L. Jackson. Anche font e colori richiamano la locandina del film del 1992 e il trailer è tutto sulle note di "I will always love you". L'intento comico del regista Patrick Hughes appare subito evidente, per un buddy movie che mescola comicità e battute a scene di azione anche molto scenografiche, creando un mix non propriamente equilibrato che rischia di non soddisfare lo spettatore.

Due nemici costretti a collaborare

Michael Bryce (Ryan Reynolds) era l'agente di protezione migliore al mondo prima che uno dei suoi clienti venisse assassinato davanti ai suoi occhi, decretando la fine della sua carriera. Per una serie di eventi, la sua ex fidanzata Amelia (Elodie Young) gli assegna un compito estremamente delicato ma che potrebbe permettere a Michael di ripulire la sua reputazione: dovrà proteggere Darius Kincaid (Samuel L. Jackson), uno dei più temibili sicari al mondo nonché suo acerrimo nemico, aiutandolo a raggiungere l'Aia per testimoniare contro il dittatore Vladislav Dukhovic (Gary Oldman). Hanno solo ventiquattr'ore per arrivare in tribunale e incastrarlo prima che venga assolto - e naturalmente Dukhovic manderà i suoi sicari per far fuori un testimone così scomodo.

Tempi troppo dilatati

La trama è semplice e riprende le dinamiche tipiche di qualunque buddy movie, con due personaggi diversi tra loro costretti a collaborare. E la chimica tra i due attori protagonisti c'è e strappa più di una risata nella parte centrale del film, prima che il tutto diventi in qualche modo ridondante e caricaturale dopo l'ennesimo "motherfucker" di Samuel L. Jackson. Il film sembra durare troppo, dilatando i tempi comici e le scene d'azione in 118 minuti che finiscono solo con il sottolineare i difetti della pellicola, dalla sottotrama romantica tra Reynolds e Young alla superficialità con cui è stato trattato il personaggio di Dukhovic (di fatto sprecando il talento di un attore come Gary Oldman).

Ottima chimica tra i due protagonisti

Come ti Ammazzo il Bodyguard fa comunque il suo lavoro, per quanto forse per un film leggero come questo sarebbe stata meglio una programmazione estiva invece che autunnale (negli Stati Uniti, infatti, è uscito nelle sale il 18 agosto). I continui litigi e battibecchi tra i due protagonisti funzionano, soprattutto perché i personaggi sembrano essere stati modellati sui due interpreti, dettaglio che contribuisce a rendere le loro dinamiche molto più naturali. Interessante anche Salma Hayek che interpreta la moglie di Kincaid, personaggio sopra le righe che forse avrebbe meritato più screen time, sacrificando qualche scena d'azione troppo lunga come l'inseguimento tra le strade e i canali di Amsterdam. Nel complesso resta un film leggero che non si prende troppo sul serio, con due attori principali che riescono a convincere e a far ridere grazie ad un mix di comicità e azione che poteva essere bilanciato meglio dal regista.

Come ti ammazzo il bodyguard I continui litigi e battibecchi tra i due protagonisti funzionano, soprattutto perché i personaggi sembrano essere stati modellati sui due interpreti, dettaglio che contribuisce a rendere le loro dinamiche molto più naturali. L'eccessivo minutaggio del film però finisce col rendere ridondanti alcuni elementi portanti della pellicola, causando un cortocircuito tra comicità e azione.

6

Che voto dai a: Come ti ammazzo il bodyguard

Media Voto Utenti
Voti: 7
6.4
nd