Recensione Che fine hanno fatto i Morgan?

Hugh Grant e Saeah Jessica Parker in una storia...in crisi.

recensione Che fine hanno fatto i Morgan?
Articolo a cura di

Lui: un avvocato membro di un famoso studio newyorkese.
Lei: una brillante consulente immobiliare che ammicca dalle prime pagine dei giornali della capitale.
La loro vita è un susseguirsi di eventi di gala, discorsi impegnati, frenetici impegni di lavoro, assistenti pronti ad inviare una mail al secondo, un attico con vista mozzafiato...ed un matrimonio in crisi. Da un paio di settimane di loro non si hanno più notizie. Che fine hanno fatto i Morgan?

Da Manhattan a Ray

Paul e Meryl Morgan (Hugh Grant e Sarah Jessica Parker) sono una coppia in crisi. Durante un viaggio d'affari lui l'ha tradita e da quel giorno il loro matrimonio non è più stato lo stesso. E così sono mesi che Paul cerca di riconquistare la donna che ama riempiendola di regali ed attenzioni. Dopo una cena i due si dirigono verso casa di un cliente di Meryl, ma una volta arrivati sul luogo assistono ad un inaspettato delitto e si trasformano nei testimoni chiave di un omicidio. Ma non sono gli unici ad aver visto qualcosa, anche l'assassino ha visto i loro volti e così i Morgan entrano a far parte del Programma Protezione Testimoni e vengono allontanati dalla loro amata New York. In attesa di un secondo ricollocamento in due differenti cittadine, Paul e Meryl dovranno nascondersi a Ray, una solitaria cittadina del Wyoming, lontani da ogni forma di comunicazione tecnologica, centri commerciali e comodità da grande città. Ospiti dello sceriffo Clay (Sam Elliot) e di sua moglie Emma (Mary Steenburgen), i coniugi Morgan potrebbero scoprire di preferire le stelle stranamente visibili nel vasto cielo alle sfavillanti luci di Manhattan.

Che fine hanno fatto le commedie?

Nel suo passato ci sono pellicole come il piacevole Two Week Notice ed il brillante Scrivimi una canzone: quella di Marc Lawrence è considerata una delle geniali menti alla base della commedia sentimentale. Eppure questa volta sembra essersi perso nei meandri della narrazione, e la sua tipica verve è latitante più o meno come i protagonisti del suo film. Che fine hanno fatto i Morgan? parte dall'idea, piuttosto carina, di mescolare due classici come il programma protezione testimoni e l'idea del pesce fuor d'acqua, ed assegnare il tutto nelle mani di un cast i cui soli nomi sono garanzia di successo. Ma qualcosa nell'equazione sembra non funzionare e quella che poteva essere una simpatica commedia si trasforma in un racconto che annaspa alla ricerca di se stesso. A Hugh Grant viene affidata la gestione di Paul Morgan, ma, nonostante il glorioso passato come protagonista di pellicole romantiche dell'attore, il connubio si rivela un vero e proprio fallimento. Colpa del personaggio: assolutamente piatto, sempre uguale a se stesso e incapace di evolversi durante tutta la narrazione, Paul è quello che normalmente si definirebbe un vero e proprio idiota. Tanto da non riuscire mai a risultare mai veramente simpatico. Comprendiamo perché sua moglie lo abbia lasciato... non capiamo perché ci abbia messo così tanto. Meryl Morgan: il volto, il guardaroba e il carattere di Sarah Jessica Parker. Una newyorkese innamorata della sua città, con i suoi ritmi frenetici, le cene di gala, i negozi presi d'assalto durante i saldi e le sue mille possibilità. Meryl e Carrie (Bradshaw, la protagonista di Sex and the City) potrebbero essere sorelle, se alla prima non mancasse quel pizzico di malizia in più che tanto rende accattivante la seconda. Eppure, nonostante i due personaggi siano molto simili, nel momento il cui dismette i tacchi alti a favore di più comodi stivali da caw-girl, Sarah Jessica Parker non ci sembra più la stessa e comincia a mancarci quel suo essere ostinata e frizzante che tanto ce l'hanno resa cara. E così il cast stellare, tanto amato dal pubblico delle commedie sentimentali, perde tutti i suoi punti di forza a causa di una storia scritta e raccontata male. Il Wyoming con i suoi orsi sempre pronti ad attaccare, i rodei cittadini ed il cielo stellato, diviene sfondo di una storia costruita attorno a battute che, seppure piacevoli, non arrivano mai dirette alle sinapsi della risata. Le situazioni divertenti arrancano alla ricerca di una propria visibilità e ben presto si eclissano, soppiantate da un prevedibile svolgersi della storia, privo di ogni sorta di colpo di scena o soluzione originale. Se qualcuno dovesse chiedervi Che fine hanno fatto i Morgan? noi vi consigliamo di rispondere in maniera disinteressata che non lo sapete, così da declinare ogni responsabilità su una pellicola decisamente mediocre.

Che fine hanno fatto i Morgan? Una delle cose peggiori che si possa sottolineare di un film è la sua inutilità. Purtroppo Che fine hanno fatto i Morgan? entra di diritto nel girone dei film che non hanno una vera e propria ragione di esistere: non molto brillante, non molto divertente, non molto originale... il film è affidato completamente ai nomi presenti nel cast. Ma tutto quello che ci ritroviamo a vedere è uno Hugh Grant schiacciato dalla goffagine del proprio personaggio, una Sarah Jessica Parker isterica nel suo modo classico (ed imbruttita da un trucco che non ha saputo valorissare i suoi lineamenti) ed un Marc Lawrence, in veste di regista e sceneggiatore, non al massimo delle sue capacità. E' vero, il cinema sicuramente ci ha offerto pellicole peggiori... ma siamo sicuri che questo basti a rendere utile la visione di quest'ultimo?

5

Che voto dai a: Che fine hanno fatto i Morgan?

Media Voto Utenti
Voti: 45
5.5
nd