Recensione Cattivissimo Me 2

Tornano i Minions, più esagitati e divertenti di prima. Whaaaaaaaa!

recensione Cattivissimo Me 2
Articolo a cura di

Quando nel 2010 Cattivissimo Me è arrivato nei cinema italiani, nessuno si aspettava un così grande riscontro di pubblico. Con una velocità impressionante, il film si è trasformato in simbolo cinematografico, un riferimento per la cultura popolare, un must dell'intrattenimento d'animazione per tutta la famiglia. Un fenomeno piuttosto strano se si pensa alla struttura elementare e semplicistica del character design dei suoi personaggi e alla struttura lineare della narrazione. Ma forse è proprio nel suo essere genuinamente elementare che si nasconde il segreto del lavoro diretto da Pierre Coffin e Chris Renaud, i due registi che sono tornati dietro la macchina da presa virtuale per portare al cinema il sequel del progetto: Cattivissimo Me 2. Che cosa ci riserveranno Gru e i suoi pestiferi Minions? Dopotutto hanno già provato a rubare la Luna, non possono di certo aver escogitato un piano più appariscente di questo. E infatti, per questo film, i ruoli si ribaltano, gli equilibri si dissestano e tutto si rimette scherzosamente in gioco...

Agli ordini della AVL

Chi meglio di un ex cattivo può conoscere il modo di pensare e di agire dei criminali? È questo quello che pensano alla AVL, la lega anti cattivi, decisa a fare di tutto per scovare chi ha rubato da un misterioso laboratorio un pericolosissimo siero. Ed è per questo che decidono di rivolgersi a Gru: dopotutto il suo tentativo di rubare la luna è stato ampiamente riconosciuto come un successo da tutti i più grandi agenti. Ma la vita di Gru adesso è ben diversa da quella che lo ha reso celebre: perfetto padre di famiglia, si divide tra la cura e l'intrattenimento delle sue tre bambine e la reinvenzione di se stesso a livello imprenditoriale. Come utilizzare le elaborate strumentazioni che il Dr. Nefario ha studiato per lui nel corso degli anni? Non vorrebbe tornare al mondo delle spie, ma una serie di eventi lo portano ad accettare l'offerta della AVL. Gru si ritrova così a dover fingere di gestire un negozio di cupcake nel centro commerciale Paradise, accompagnato in questa missione da Lucy, una frizzante agente che da sempre ammira le sue imprese. Insieme i due si mettono sulle tracce di El Macho, un pericoloso cattivo che si credeva ormai morto da tempo...

Minions ovunque

I sequel, ormai è inutile dirlo, si prospettano come un territorio instabile e pericoloso nel quale avventurarsi. Ci si deve costantemente confrontare con la storia precedente e con l'impatto che questa ha già avuto sul pubblico. E visti i risultati di Cattivissimo Me, i presupposti non erano certo dei più semplici. Ma Cattivissimo Me 2 riesce a essere perfettamente all'altezza di tutte le aspettative che possiate esservi fatti su di esso. Pierre Coffin e Chris Renaud riuniscono la squadra che già aveva lavorato alla struttura del primo film e si concentrano per portare il progetto su un nuovo livello, sfruttando tutti i punti di forza che ne avevano causato il successo del 2010. Inevitabile quindi che siano i Minions a prendere il sopravvento in Cattivissimo Me 2. I piccoli esserini gialli, adorabilmente maldestri e dal linguaggio incomprensibile ma universale, sono disseminati (come prima e forse più di prima) in tutta la narrazione, intrufolandosi in ogni azione e situazione e divenendo non solo delirante contorno della pellicola, ma anche perno della sceneggiatura. Festeggiano, cantano, fanno le faccende domestiche, si trasformano in una versione di loro stessi più viola e, se possibile, malvagia e regalano i deliranti (impossibile smettere di ridere, ci abbiamo provato!) ultimi cinque minuti del film.
Si potrebbe affermare, senza troppa fatica, che è attorno a loro che si costruisce la trama di Cattivissimo Me 2 e si modellano i protagonisti che, bisogna ammetterlo, non sfigurano nemmeno troppo. La dolcezza di Agnes e le prime palpitazioni amorose di Margo mettono alla prova un Gru sempre più umano, di cui scopriamo un passato tormentato e inquieto, riflessione di quello che è divenuto da adulto. E le sue interazioni con la bizzarra Lucy sono man mano sempre più impacciate e adorabilmente divertenti.
Difficile trovare un serio difetto a Cattivissimo Me 2: da un lato lo si potrebbe accusare di giocare con elementi dal sicuro successo, sfruttandoli al massimo delle loro potenzialità. Ma quanti prima di esso hanno provato a rimaneggiare il successo di un primo film, fallendo miseramente? Ben venga quindi il lavoro svolto dalla produzione che è riuscita a realizzare un film ancora una volta elementare e apparentemente semplice, che riesce a divertire ogni tipo di spettatore, senza nessun tipo di rimpianto.

Cattivissimo Me 2 Minions, valanghe di Minions (whaaaaaaaa!), sentimenti e tante risate. Cattivissimo Me 2 unisce una struttura narrativa irresistibile alla prodezza tecnica ormai confermata della Illumination Entertainment, che anima un mondo dai colori saturi e molto giocattoloso, ma sempre perfettamente studiato nei minimi dettagli. A rendere il tutto ancora più fruibile si aggiunge una colonna sonora, composta da Pharrel Williams con Heitor Pereira (che aveva già lavorato sul primo film), trascinante e iperattiva, perfetta cornice di un mondo visivo in costante movimento.

9

Che voto dai a: Cattivissimo Me 2

Media Voto Utenti
Voti: 17
7.9
nd