Category 5, la recensione del film catastrofico con Burt Reynolds

Una ragazza reduce da una tragedia cerca di salvare ciò che resta della sua famiglia in previsione dell'arrivo di un devastante uragano.

recensione Category 5, la recensione del film catastrofico con Burt Reynolds
INFORMAZIONI FILM
Articolo a cura di

Victoria era solo una bambina quando ha perso i genitori, morti nella loro casa in seguito alla devastazione causata dall'uragano Katrina. Nove anni più tardi la ragazza, rimasta traumatizzata dall'evento, si è appassionata alla meteorologia al fine di studiare i fenomeni ed evitare che in futuro altre persone si trovino ad affrontare un dramma simile al suo. La ragazza, che lavora anche come giornalista per un'emittente locale, sta analizzando l'uragano Caroline, un nuovo evento atmosferico che potrebbe causare danni ancora maggiori rispetto al passato, e cerca di avvertire la popolazione potenzialmente interessata affinché si prepari in tempo utile per l'arrivo della calamità.

Disaster movie

Nonostante le potenzialità insite nella spettacolarizzazione della messa in scena, il filone catastrofico è uno dei più limitanti dal punto di vista concettuale e narrativo, con vicende che si ripetono tutte uguali nella disperata ricerca di salvezza da parte dei malcapitati protagonisti. Quando poi a mancare è anche un budget degno di nota il disastro - ma non quello sperato - è servito, come ci insegnano le decine di produzioni a tema sull'argomento che pullulano per la maggior parte sul mercato televisivo d'Oltreoceano.
Category 5 rispecchia appieno le caratteristiche appena enunciate e si inserisce in quella folta lista di titoli usa e getta privi di interesse e reali meriti artistici, smussato anche di quella parziale carica autoironica che ne alleggerisce in chiave farsesca alcuni esponenti (soprattutto a marchio Asylum).
La sceneggiatura si prende anzi troppo sul serio, come testimoniano le interviste a individui realmente sopravvissuti a simili eventi climatici che accompagnano i titoli di coda, probabilmente ignari della qualità del progetto in questione.

Lotta per la sopravvivenza

Un prologo ambientato nel passato, ai tempi dell'uragano Katrina, ci introduce ai personaggi principali e a numerosi filmati di repertorio atti a simulare un effettivo uragano, coprendo così in molteplici occasioni la pochezza degli effetti speciali. Category 5 procede sulle tipiche linee guida del genere, tra finti telegiornali e dinamiche familiari sempre più complicate per giustificare la forzata tensione sul loro destino fino ai titoli di coda.
La cupa fotografia (l'apice del "pathos" si raggiunge proprio nelle fasi notturne) e i convulsi movimenti di macchina per rendere, in maniera involontariamente confusa, la situazione di pericolo, palesano le evidenti ingenuità concettuali dell'esordiente regista Rob King, addetto agli stunt che ha iniziato e concluso la sua carriera dietro la macchina da presa con quest'unico film.
Se C. Thomas Howell, volto carismatico del cinema anni '80, è ormai abituato da tempo a ruoli di cassetta, fa più impressione la presenza del compianto Burt Reynolds nel ruolo del combattivo nonno, una figura caricaturale e interpretata svogliatamente.

Category 5 Una famiglia da salvare, una tragedia nel passato e un devastante uragano pronto a causare morte e distruzione: Category 5 segue in pieno le regole cardine del filone, stabilizzandosi sul mediocre livello qualitativo tipico delle produzioni a tema indirizzate al piccolo schermo. Con un ampio ricorso a video di repertorio e sporadici, pessimi, effetti speciali a caratterizzare le fasi salienti della lotta per la sopravvivenza, questo film catastrofico non aggiunge nulla di nuovo dal punto di vista narrativo, tra situazioni abusate e dialoghi ricchi di cliché, mortificando anche un'icona come Burt Reynolds nelle vesti di testardo nonnino armato di fucile. I novanta minuti si dimenticano in un baleno e questa forse è la cosa migliore a visione avvenuta. Il film andrà in onda stasera, lunedì 1 giugno, alle 21.20 su MEDIASET ITALIA2 in prima visione tv.

3.5

Che voto dai a: Category 5

Media Voto Utenti
Voti: 2
3
nd