Botte da Prof., la recensione del film con Charlie Day e Ice Cube

In un istituto in cui gli studenti ne combinano di tutti i colori ai professori, due docenti si preparano a una rocambolesca scazzottata.

recensione Botte da Prof., la recensione del film con Charlie Day e Ice Cube
Articolo a cura di

È l'ultimo giorno di lezioni alla Roosevelt High School, istituto nel quale gli studenti ne combinano di cotte e di crude ai sottomessi professori. L'unico a rispondere con la forza agli scherzi dei ragazzi, sempre più pesanti, è l'insegnante afroamericano Ron Strickland, temuto anche dai suoi stessi colleghi per via della sua indole rabbiosa e senza mezze misure.
Tra i vari docenti vi è anche il timido padre di famiglia Andy Campbell, prossimo a ottenere un'attesa promozione, che viene suo malgrado coinvolto nell'ennesima burla nella quale finisce vittima proprio Strickland, il quale reagisce con violenza brandendo un'ascia e spaccando un banco. Alle domande del preside i due docenti negano l'accaduto, ma la minaccia del superiore di licenziarli entrambi, nel caso in cui la verità non venga a galla, spinge Campbell a fare la spia nei confronti del compagno di lavoro, che viene così esonerato dal proprio incarico.
In Botte da prof. il novello disoccupato minaccia il traditore e lo sfida a un incontro a mani nude da tenersi alla fine dell'orario scolastico. Campbell cerca in ogni modo di evitare l'apparentemente impari disfida, ogni suo tentativo però va a vuoto, scatenando l'ilarità degli alunni e degli altri insegnanti.

Una scuola infernale

I film ad ambientazione scolastica sono un classico della commedia americana, con centinaia di produzioni che indagano nelle aule sia dal punto di vista degli studenti che dei professori. Alla seconda categoria appartiene questa operazione del 2017 che segna l'esordio in un lungometraggio per il grande schermo del regista di provenienza televisiva Richie Keen, il quale, seguendo gli incipit di sceneggiatura, punta sin dai primi secondi di visione su una verve demenziale ed eccentrica rispetto a ciò che avviene alla Roosevelt High.
Una scuola in balia delle scorribande degli scalmanati ragazzi, pronti a ideare scherzi e burle in serie ai danni del rassegnato corpo-docenti. Nessun risvolto di denuncia, nessuna critica o parvenza di atti di bullismo, solo una pura e ininterrotta sequela di gag caratterizza i novanta minuti di Botte da prof., che già dopo la prima mezz'ora inizia a mostrare i primi segni di stanchezza narrativa nell'estenuante attesa della rissa che dà il titolo al film, anche nella sua versione originale Fist Fight.

Rimandato a settembre

Il problema dell'insieme è proprio l'eccessivo accumulo di battute e situazioni sempre più improbabili, con cavalli che scorrazzano nei corridoi, una banda di mariachi che segue il preside e maestre psicopatiche/ninfomani, con solo una bassa percentuale di queste che va realmente a segno provocando timide risate. Tutto il resto sa di già visto, una sorta di copia-incolla trasportato senza troppa inventiva da altri film omologhi, e lo stesso cambiamento del personaggio di Campbell, pronto a trasformarsi da uomo sull'orlo di una crisi di nervi e innocuo in "macchina da guerra", risulta forzato e inverosimile - pur se contestualizzato al genere in questione.
Paradossalmente i personaggi migliori rimangono le figure secondarie, con gli altri docenti che dimostrano una personalità sopra le righe grazie anche all'efficace cast di contorno, con interpreti comici come Christina Hendricks, Tracey Morgan e Kumail Nanjiani a brillare rispetto alle standardizzate performance dei protagonisti Charlie Day e Ice Cube, quest'ultimo vittima del suo alter-ego filmico già dal prologo, nel quale appare con sguardo truce e una mazza da baseball in mano.

Botte da Prof. Charlie Day e Ice Cube sono due professori agli antipodi, il primo timido ed esaurito, il secondo violento e risolutivo, che insegnano nella scuola più scalmanata degli Stati Uniti, dove gli alunni organizzano giorno dopo giorno scherzi sempre più pesanti ai professori. Proprio l'ennesima burla porta a una lite tra i docenti, con tanto di sfida a singolar tenzone che uno dei due cercherà in ogni modo di evitare... Botte da prof. si appoggia ai più canonici leit-motiv della commedia demenziale d'Oltreoceano, ambientando la vicenda in un istituto fuori di testa come chi lo frequenta, maestri e alunni in egual misura. Una base narrativa potenzialmente intrigante si risolve purtroppo in un ininterrotto susseguirsi di gag e battute al fulmicotone che, a parte rare occasioni, non hanno la necessaria originalità per divertire pienamente, affidando alle trovate fisiche la maggior parte delle prevedibili risate. Il notevole cast di supporto, pieno di comici noti al grande pubblico americano, regala almeno qualche spunto nella marcata caratterizzazione di alcuni personaggi secondari e rende meno monotona la rocambolesca diatriba tra i due protagonisti. Il film andrà in onda lunedì 7 gennaio alle 23.15 su ITALIA 1 in prima visione TV.

5

Che voto dai a: Botte da Prof.

Media Voto Utenti
Voti: 2
4.5
nd