Blackpink: The Movie Recensione: un documentario poco ispirato su Disney+

Tra il concerto in livestream The Show e immagini di repertorio, il documentario sul gruppo di musica K-pop non sa riportarci l'energia delle sue cantanti.

Blackpink: The Movie Recensione: un documentario poco ispirato su Disney+
Articolo a cura di

I film concerto sono un evento sempre più frequente. Documentari che ritraggono spezzoni anche lunghi se non addirittura per intero di esibizioni live svoltesi durante i tour di cantanti e popstar. Una maniera per conservare un ricordo, quello di un spazio che non potrà mai restituire la vera sensazione di ritrovarsi sotto un palco e poter urlare a squarciagola il testo delle proprie canzoni preferite, ma comunque intrattenimento per poter recuperare spettacoli a cui non si è potuti partecipare o per riviverli anche in formato digitale.

Blackpink: The Movie è il doc uscito nelle sale con la distribuzione di Nexo Digital e arrivato tra i film Disney+ di febbraio 2022. Una versione ibrida a metà tra sequenze live e dirette che va segnando il periodo di ristrettezze dovute alla pandemia da Covid-19, che ha unito spezzoni di concerti avvenuti dal vivo del gruppo coreano e il loro The Show trasmesso in streaming il 31 gennaio 2021.

Dal vivo al digitale e viceversa

Un evento che ha ospitato sulla piattaforma ufficiale delle Blackpink 280 000 spettatori, tutti collegati per festeggiare il quinto anniversario dal debutto del gruppo K-pop, che non potendo celebrare l'importante tappa raggiunta in quella che inizialmente doveva essere una tournée internazionale, ha deciso di restringere comunque la lontananza con i fan intrattenendoli online - trovate su YouTube il record di visualizzazioni delle Blackpink.

Il documentario viene diretto da Oh Yoon-dong e Jung Su-yee, che racchiudono insieme momenti diversi, da quel tour mondiale svoltosi pre-Covid arrivando a quello organizzato in livestream da YG Entertainment. Una visione che cerca di riportare sia la nascita della sinergia tra le cantanti, sia l'affetto dimostrato dai BLINK che le ha spronate e portate avanti, alternando immagini di repertorio ad interviste a fan esaltati, oltre ad alcune inedite dichiarazioni delle artiste. Tutto, però, in Blackpink: The Movie sembra sconnesso e farraginoso. L'operazione documentaristica non sembra avere ben chiaro un progetto da poter seguire, così da poter ripercorrere più o meno fedelmente il percorso intrapreso dalle cantanti, non sapendosi nemmeno dividere in aree tematiche o in filoni narrativi. Un assemblaggio di un materiale che sembra selezionato alla rinfusa, incollato come a sentimento non cercando una coerenza interna dei contenuti, ma facendo di qualsiasi trovata un lungo spezzone separato poi dagli altri.

Meglio il concerto online che il documentario

Sia che si tratti delle riprese per The Show, che delle coreografie e esibizioni in giro per i palcoscenici di tutto il mondo, o della condivisione di pensieri e momenti che le componenti delle Blackpink rilasciano insieme o in solitaria, il documentario non riesce ad aggiungere nulla alla creazione e allo sviluppo del team o a lasciare alcunché allo spettatore.

Né una scoperta più approfondita del gruppo, né dei suoi membri, né della loro musica o del loro approccio al lavoro. Non si riesce a seguire alcuna linea che sia aneddotica o divulgativa, facendo passare per emozionale un progetto che, in verità, è solamente confuso e disordinato, tanto da uscire dal documentario sapendone meno dalla band coreana di quanto se ne era a conoscenza prima. Un'indulgenza che i fan potranno anche provare vedendo le loro eroine musicali esibirsi e cantare, ma semplicemente per un moto incondizionato d'amore più che per un vero e proprio merito. Blackpink: The Movie è un titolo consigliato solamente a chi è talmente ossessionato dalle Blackpink da non perdere nemmeno una singola cosa le riguardi. Un risultato del tutto inconsistente se si vuole inquadrare la loro musica o quella del K-pop in generale. Al posto del prodotto sarebbe meglio recuperare direttamente il The Show delle cantanti, una maniera così per intrattenersi sul serio ed evitare di sbagliare.

Blackpink: The Movie Al posto di Blackpink: The Movie è meglio recuperare il livestream The Show del 31 gennaio 2021 al centro del documentario. Il prodotto audiovisivo, che alterna sequenze dello spettacolo online e immagini di repertorio, sembra solamente mettere insieme alcune scene dei tour e delle interviste ai fan del gruppo in maniera raffazzonata, impedendo di poter andare a fondo nella carriera delle cantanti e in cosa ha rappresentato per loro l'esibirsi sia sui palchi dal vivo che solamente tramite uno schermo.

4

Quanto attendi: Blackpink: The Movie

Hype
Hype totali: 2
25%
nd