Recensione Big Fish - Le storie di una vita incredibile

Il cult "fantastico" di Tim Burton

recensione Big Fish - Le storie di una vita incredibile
Articolo a cura di

Se solo due anni prima usciva nelle sale con forse il suo più grande flop, sia di pubblico che critica, alias l'improbabile remake de Il pianeta delle scimmie, nel 2003 Tim Burton da alla luce una delle sue opere più compiute, tratta da un bel romanzo di Daniel Wallace. Big Fish - Le storie di una vita incredibile rimane uno dei film più personali dell'amato/odiato regista statunitense, nel quale confluiscono tutte le sue influenze cinematografiche e che può forse essere considerato, insieme a Edward - Mani di forbice, la sua opera più spiccatamente emozionale, dovuta anche al fatto che molti dei particolari della trama si rispecchiano anche nella vita stessa dell'autore in quel periodo. Il padre di Burton infatti era morto da poco ed egli stesso era prossimo a diventare genitore insieme alla storica musa/compagna Helena Bonham Carter, interprete della pellicola insieme ad un cast di grandi nomi che vede, oltre al protagonista Ewan McGregor, personalità di rilievo come Albert Finney, Jessica Lange, Billy Cudrup, Marion Cotillard, Steve Buscemi, Danny deVito ed una Miley Cyrus ancora bambina.

Padre e figlio

William non ha mai avuto un buon rapporto col padre Edward, reo secondo il figlio di esagerare le storie riguardanti la sua vita, addobbandole in continuazione con elementi fantastici e fiabeschi. Quando il genitore però si ammala gravemente, William fa ritorno insieme alla giovane moglie alla casa materna per cercare di ricostruire il loro rapporto. Qui i ricordi della sua infanzia tornano alla luce insieme a quelli dei magici racconti di Edward, e in questi pochi giorni che separano il padre dalla morte William scoprirà quanta verità sia in realtà celata nelle storie del padre.

La magia di vivere

Una dolce amarezza pervasa di contagiosa malinconia percorre le due ore di visione, in un crescendo di emozioni che esplode mangificamente nell'intenso finale. Qui Tim Burton mette a nudo sia se stesso che il suo cinema, trovando il modo grazie alle pagine scritte da Wallace di poter agire a tutto campo, tra suggestioni gotiche già cardini del suo stile e atmosfere pop anni '50 / '60, tra colori sgargianti e metafore fantasiose sulla società americana. È proprio nella perfetta contaminazione tra realtà e immaginazione che il film tocca alte vette di inaspettato lirismo, visivo e non, e il continuo alternarsi tra i flashback temporali non snatura la perfetta evoluzione della costruzione narrativa, nel quale la versione "fantastica" della vita del giovane Edward si alterna con il doloroso presente, permettendo il corretto districarsi del riavvicinamento tra padre e figlio. Gioia e dolore convivono alla perfezione in questa favola iperbolica, ricca di situazioni e personaggi: giganti buoni, licantropi, streghe, pesci leggendari, cantanti siamesi, poeti rapinatori e una miriade di personaggi secondari sempre piacevoli e originali. Al centro di tutto questo, alpha e omega del racconto, l'amore nel suo significato più profondo, dal sentimento inattaccabile provato per la compagna di una vita a quello incontenibile per la vita incarnato sublimemente nella figura di Edward (interpretato ottimamente da McGregor), novello don Chisciotte del nuovo millennio. Con uno sguardo sì ad altri maestri, dai Coen (e non è un caso la presenza di Buscemi) a Lynch, ma col tipico refrain burtaniano, Big Fish è un'opera che non lascia indifferenti e che scava nel profondo delle relazioni più intime e vere.

Big Fish - Le storie di una vita incredibile Un film magico, un racconto fiume pienissimo di idee e suggestioni che si congiungono in un'alchimia emozionalmente esplosiva, nella quale convivono tenerezza e coraggio, gioia e dolore. Con un sapore magicamente malinconico la fantastica vita di Edward Bloom rivive tra flashback nei quali realtà e immaginazione non hanno più confini, e lo spettatore può gettarsi a capofitto in un'avventura metaforica ricca di contenuti.

8.5

Che voto dai a: Big Fish - Le storie di una vita incredibile

Media Voto Utenti
Voti: 4
8.5
nd