Assediati in casa, la recensione del thriller con Scott Adkins

Un home invasion ricco di forzature e ingenuità, in cui madre e figlio affrontano l'irruzione domestica da parte di un trio di rapinatori mascherati.

recensione Assediati in casa, la recensione del thriller con Scott Adkins
Articolo a cura di

Chloe Paige e il suo figliastro Jacob, ancora bambino, vivono da poco in un'appartata villa su un'isola. Il marito della donna si trova spesso in viaggio all'estero per questioni di lavoro e il matrimonio è in un periodo di profonda crisi, ulteriormente amplificata dal fatto che Jacob non ha gradito il recente trasferimento. In una notte di pioggia la loro dimora viene presa di mira da un trio di rapinatori mascherati che, dopo aver ucciso a sangue freddo un'amica ospite di Chloe, si introducono in casa alla ricerca di una cassaforte segreta.
Chloe riesce a nascondersi con Jacob agli occhi dei criminali e trova un insperato aiuto da parte di Mike, un agente di sicurezza che lavora per la compagnia che ha progettato l'allarme e le telecamere di sicurezza che proteggono le quattro mura.

La notte del giudizio

Da non confondere con l'omonimo britannico, attore noto soprattutto per essere stato il Decimo dottore nella serie cult Doctor Who, David Tennant è un documentarista con esperienze in serie tv che nel 2016 esordisce con Assediati in casa, un thriller le cui dinamiche vengono espletate direttamente dal titolo originale Home Invasion.
Gli home invasion, come ben sanno gli amanti dei thriller e degli horror, sono quelle pellicole in cui un'allegra famigliola viene presa di mira da bande di criminali che fanno irruzione all'interno delle quattro mura domestiche e, come sottolineato dalla sinossi sopra enunciata, questa produzione segue il filo conduttore alla lettera.
I novanta minuti di visione si affidano a un contesto stereotipato e monocorde, nel quale si cerca di variare parzialmente le coordinate narrative tramite l'inserimento di una figura esterna, ossia quella del centralinista Mike che, da distanza, si impegna per aiutare la sfortunata protagonista.
Il risultato - che può ricordare vagamente l'antecedente The Call (2013) o il successivo Il colpevole - The Guilty (2018) - risulta figlio di evidenti forzature e a pagarne dazio è in particolar modo la partitura tensiva, mai in grado di far presa correttamente sullo spettatore.

Casa dolce casa

Assediati in casa pecca soprattutto nella caratterizzazione dei villain, con due di loro crudeli all'eccesso e tendenti alla psicopatia e un altro troppo ingenuo per apparire credibile.
Se i cattivi non riescono a incutere la necessaria credibilità è ovvio come la suspense a tema perda di potenza ed efficacia, e le situazioni esterne sul ponte in attesa di riparazione nulla aggiungono al senso della vicenda.
Il regista si affida eccessivamente ai leit-motiv del filone e latita di personalità in più circostanze, finendo per sprecare anche un cast potenzialmente interessante per il budget a disposizione.
Dalla sex symbol anni '90 Natasha Henstridge - anche produttrice - a Jason Patric, fino ad uno Scott Adkins discretamente a suo agio nei panni di implacabile nemesi, gli attori cercano di infondere una parziale verve ad alter-ego altrimenti piatti e incolori, semplice pedine di un gioco già visto e dall'epilogo ovviamente scontato.

Assediati in casa Il titolo originale, Home Invasion, già dice tutto e il film non a caso segue le canoniche linee guida dei thriller incentrati sulle invasioni domestiche da parte di criminali senza scrupoli. Assediati in casa non trova purtroppo spunti originali nel corso dei novanta minuti di visione e anzi inciampa sovente in ingenuità e forzature che tolgono ulteriore credibilità a una sceneggiatura che, nelle dinamiche base, si affida invece a soluzioni più che prevedibili. Il regista David Tennant, al suo esordio per il grande schermo, non sfrutta appieno il contesto ambientale e spreca malamente il trio di protagonisti formato da due star degli anni '90 come Natasha Henstridge e Jason Patrick e un divo del moderno cinema d'azione quale Scott Adkins. Il film andrà in onda sabato 25 luglio alle 21.05 su RAI2.

5

Che voto dai a: Assediati in casa

Media Voto Utenti
Voti: 2
4
nd