Arac Attack - Mostri a otto zampe, la recensione del film con Scarlett Johansson

Una cittadina dell'Arizona è invasa da giganteschi ragni mutati in seguito al contatto con materiale radioattivo.

recensione Arac Attack - Mostri a otto zampe, la recensione del film con Scarlett Johansson
Articolo a cura di

Prosperity, piccola cittadina dell'Arizona, è luogo di un'invasione di ragni giganti. L'accidentale contaminazione delle acque di una lago con delle sostanze tossiche ha infatti modificato il DNA di alcuni insetti che sono stati usati come cibo per l'enorme colonia di aracnidi di proprietà del solitario Joshua. In Arac Attack - Mostri a otto zampe in brevissimo tempo gli animali crescono in dimensioni e aggressività, finendo per uccidere il loro padrone e cominciare a infestare le miniere circostanti. L'unico ad accorgersi della situazione è il piccolo Mike, la cui madre è lo sceriffo locale, ma nessuno vuol credere all'assurda versione raccontata da un bambino; quando però le strade cominciano a essere invase da creature sempre più grosse e affamate, il panico si scatena e l'intera popolazione deve unire le forze per cercare di sopravvivere.

Aracnofobia

Ovvio citare come principale fonte d'ispirazione un classico come Tarantola (1955), ma Arac Attack - Mostri a otto zampe prende spunto non solo dal cinema di fantascienza degli anni '50 bensì anche da quello moderno, con svariate citazioni a cult anche più recenti quali Zombi (1979), Grosso guaio a Chinatown (1986) e Alien (1979), dando vita a novanta minuti di piacevole nostalgia cinefila. Per il regista neozelandese Ellory Elkayem l'esordio sul grande schermo è un ritorno sul luogo del delitto, visto che a inizio carriera aveva già diretto due produzioni a tema, il corto Larger than life (1998) e il film televisivo They Nest (2000), mentre qui finalmente con un budget a disposizione più cospicuo, di circa 30 milioni di dollari, riesce a osare in grande garantendo - grazie ai convincenti effetti speciali - un buon impatto visivo. Ci troviamo di fronte a un'operazione che, saggiamente, non si prende troppo sul serio e punta tutte le sue carte su un'ironia a rotta di collo che dissemina omaggi qua e là nel procedere degli eventi, in una gestione ritmica della storia priva di tempi morti adoperante una discreta varietà di situazioni e un'altrettanto riuscita gestione del numeroso gruppo di personaggi principali e secondari, trovando affidabilità nell'eterogeneo cast, con David Arquette, Kari Wuhrer e una giovane Scarlett Johansson nei ruoli di rilievo. Con uno spirito da sana serie B che accompagna piacevolmente l'impari lotta tra i cittadini di Prosperity e i ragni via via di dimensioni sempre più gargantuesche, che sia tra i cunicoli delle miniere o nella relativa sicurezza di un centro commerciale che guarda per l'appunto al caposaldo romeriano sopracitato.

Arac Attack - Mostri a otto zampe Cinema di serie B, con un budget più elevato della media, all'ennesima potenza in questo godibile divertissement citazionista che guarda alla fantascienza anni '50 e a cult horror più o meno recenti. Arac Attack - Mostri a otto zampe sfrutta i convincenti effetti speciali nella realizzazione degli aracnidi giganti e procede su una sceneggiatura tanto semplice quanto spassosa popolata da personaggi sui generis d'istintiva simpatia. Il film andrà in onda stasera, domenica 15 aprile, alle 21.10 su MEDIASET ITALIA 2.

6.5

Che voto dai a: Arac Attack - Mostri a otto zampe

Media Voto Utenti
Voti: 6
6
nd