Animal - Il segreto della foresta, la recensione del film di Brett Simmons

Durante un'escursione, un gruppo di amici si imbatte in una mostruosa creatura umanoide che inizia a dar loro la caccia.

recensione Animal - Il segreto della foresta, la recensione del film di Brett Simmons
Articolo a cura di

Jeff e la sua sorellastra Alissa hanno organizzato un weekend di escursioni nei boschi in compagnia dei rispettivi fidanzati/e, Mandy e Matt, e dell'inseparabile amico Sean. Il luogo scelto per la scampagnata è una foresta che i due visitavano spesso nella loro adolescenza e si trovano perciò impreparati quando durante il tragitto trovano una strada chiusa al traffico. I cinque ragazzi decidono così di proseguire a piedi e allungare il loro percorso, ma al calare della sera finiscono per perdersi nel bel mezzo della boscaglia, senza idea della loro attuale posizione.
Mentre è impegnato a decidere il da farsi, il gruppo sente degli strani rumori provenire da una zona poco distante e, giunti nei pressi, scovano una mostruosa creatura umanoide che si sta cibando di alcuni resti umani. In Animal - Il segreto della foresta i giovani fuggono e si imbattono in un una casa a due piani poco distante ma, durante il tentativo di arrivarvi sani e salvi, Jeff viene mortalmente attaccato dall'essere.
Gli altri sopravvissuti vengono invece accolti all'interno delle quattro mura dove altri individui, già provati da tragici eventi nei giorni passati, si nascondono proprio da quel mostro assetato di sangue umano.

Attenti al mostro

Dai bigfoot ai lupi mannari, le creature che infestano il folklore americano e il relativo filone horror a tema sono sempre una costante nella loro furia animalesca. Animal - Il segreto della foresta, produzione low-budget del 2014, segue senza troppa personalità una strada già tracciata da altri, ponendo già nel breve prologo le basi per la mattanza splatter che avrà luogo nei successivi 80 minuti di visione. Subito dopo i titoli di testa assistiamo infatti alla rocambolesca fuga tra gli alberi del primo gruppo di personaggi, che ritroveremo poi durante il proseguo degli eventi filmici a fare da supporto al nucleo di figure principali incarnato dai cinque giovani amici in vacanza. Il numero, almeno in questo caso, non fa però la forza poiché la maggior parte di questi è vittima di caratterizzazioni inconsistenti se non nulle (tolta una figura chiave scossa dai recenti traumi) e non si prova alcuna affezione nei loro confronti anche durante le scene più tensive o violente, con le pur numerose perdite prive di qualsiasi sussulto emotivo.

La foresta degli orrori

Proprio le debolezze della sceneggiatura penalizzano eccessivamente una messa in scena elementare che, con uno script più curato, avrebbe potuto regalare ulteriori spunti. L'atmosfera da home-invasion con mostro annesso è infatti palpabile e il costume caratterizzante la suddetta creatura si rivela visivamente efficace e brutale al punto giusto nei diversi momenti di furia cieca in cui questa è protagonista, con un finale che sfrutta con cognizione di causa le location inserendo anche un, parzialmente prevedibile, colpo di scena. Prodotto da Drew Barrymore e diretto da Brett Simmons, specializzato nel dirigere horror a basso costo, Animal - Il segreto della foresta soffre di troppe forzature, dai cellulari che non hanno campo o si scaricano all'improvviso fino a improbabili coming-out nei momenti meno indicati, con la forza drammatica che viene meno quando, anche di fronte a momenti dolorosi, i personaggi non cambiano espressione e non palesano nessun sentimento di paura e sofferenza, castrando del tutto il potenziale slancio empatico dello spettatore.

Animal - Il segreto della foresta Dopo un inizio alla The Blair Witch Project - Il mistero della strega di Blair (1999), con i protagonisti dispersi in una fitta foresta, le atmosfere variano su tonalità da monster-movie moderno con la comparsa della famelica creatura umanoide che inizia la sua mattanza di sangue. Animal - Il segreto della foresta ha un comparto tecnico e di make-up su livelli più che discreti e un costume "credibile" per la vorace creatura, ma pecca nella gestione delle sceneggiatura, ben presto monotona e ricca di forzature. Lo script non brilla neppure nella caratterizzazione del numeroso gruppo di personaggi, con le svogliate interpretazioni dell'anonimo cast che affossano ulteriormente l'impatto emotivo e tensivo. Gli 80 minuti di visione appaiono perciò come un'occasione perduta per dar vita a un solido prodotto di genere, di cui qui a conti fatti si intravedono soltanto le inespresse potenzialità. Il film andrà in onda venerdì 15 febbraio alle 21.05 su MEDIASET ITALIA 2.

5

Che voto dai a: Animal - Il segreto della foresta

Media Voto Utenti
Voti: 4
4
nd