Netflix

Un Amore di Mamma Recensione: un'altra infornata di stereotipi su Netflix

L'ennesima commedia spagnola arriva su Netflix per raccontare una luna di miele tra un figlio lasciato all'altare e sua madre, desiderosa di ringiovanire.

Un Amore di Mamma Recensione: un'altra infornata di stereotipi su Netflix
Articolo a cura di

Netflix ci propone una nuova commedia spagnola che si pone l'obiettivo di continuare il tentativo di dare vitalità a un genere che dalla Spagna ha iniziato a proliferare soltanto nell'ultimo periodo, dopo le numerose serie dedicate al crimine o alla truffa (qui trovate più info sulla nuova serie del creatore de La Casa di Carta. Così, mentre nel Bel Paese siamo in attesa delle novità annunciate da Netflix Italia, Un amore di mamma, titolo italiano della commedia distribuita internazionalmente come Honeymoon with my mother, ci porta una degna infornata di stereotipi spagnoleggianti, pronti a farci ricordare che nella penisola iberica devono farne ancora di sforzi per farci ridere.

Vi dichiaro marito e... madre

José Luis (Quim Gutierrez) è un ragazzo che ha avuto l'improvvida idea di salvare il proprio rapporto di coppia, piatto e privo di mordente, con una proposta di matrimonio. Senza rendersi conto che nel corso della propria vita ne ha avute di idee migliori, si ritrova a esser lasciato all'altare.

Quella che doveva essere la sua futura moglie decide di fuggire con un altro uomo, arrivato sul luogo dello sposalizio con tanta foga e veemenza da non poter non convincere la ragazza. Nel tentativo di recuperare quantomeno i soldi spesi per la luna di miele, José Luis si ritroverà a viverla insieme a Mari Carmen (Carmen Machi), la madre oppressiva e iperattiva dalla quale ha provato a scappare negli ultimi anni, evitando persino gli inviti che venivano rivolti a lui e alla sua oramai ex fidanzata. Le Mauritius si trasformano così in un palcoscenico sul quale mettere in scena l'infelicità di José Luis e la voglia di Mari Carmen di ritrovare la propria gioventù e quel sogno di scoperta che le era stato strappato dalla genitorialità.

L'intera storia si basa su un assunto che quasi non appartiene più ai canoni della comicità moderna: la distanza tra generazioni, con il disagio del figlio a condividere con la propria madre una luna di miele per convenienza. Per quanto l'imbarazzo possa essere un sentimento col quale empatizzeremmo tutti, manca quell'appeal in grado di trasformare la storia in qualcosa di appassionante o quantomeno di divertente. In una sequela di eventi che mettono in difficoltà la coppia, costretta a fingersi sposata per non perdere la suite pensata esclusivamente per gli sposini, si segue un canovaccio che è tipico della commedia degli equivoci. Dalla receptionist guardinga desiderosa di scovare qualsiasi inganno all'affascinante fotografo che nasconde un segreto e prova ad accalappiare tutte le donne di mezz'età che possono cadere ai suoi piedi, ci ritroviamo dinanzi a dei personaggi stereotipati che ci raccontano ancor prima di vederlo a schermo cosa andremo a vedere.

Una madre prima di essere madre

L'aspetto più interessante di tutto il racconto è legato sicuramente al senso di scoperta che ci lascia la parentesi di Mari Carmen. Nel suo sfogarsi, nel suo cercare un rapporto sincero con un figlio che si comporta ancora come un bambino, la mamma arriva a mettersi a nudo dinanzi a lui (a tal proposito, totalmente gratuita una scena senza veli appena arrivati in spiaggia). I sentimenti e le sensazioni che ne scaturiscono ci permettono di comprendere al meglio un ruolo più profondo di quanto sembri, nonostante l'aria da totale imbranata che gli sceneggiatori hanno provato a costruirle attorno. Le madri prima di essere tali sono state qualcos'altro e il desiderio di raccontarlo ai figli è palese, evidente: spesso, però, non viene loro data l'occasione per dimostrarlo.

La scrittura non è mai volgare, riesce a mantenersi su una satira leggera, pur arrivando a viaggiare su degli sketch che sanno di già visto e non ci regalano nessuna novità dal punto di vista comico. Nel suo complesso sembra che Un amore di mamma voglia andare a conquistare un target ben specifico, quei genitori, quelle mamme desiderose di rivedersi in Mari Carmen, non quei giovani che ne hanno già viste e sentite di battute simili e non rimangono certo impressionati da un protagonista che, dopo aver bevuto l'acqua del rubinetto, deve correre in camera per rispondere a dei bisogni fisiologici nonostante la bella dell'isola da conquistare.

L'inferno vissuto in paradiso

Dal punto di vista registico è gradevole la scelta di utilizzare molti scorci mozzafiato delle Mauritius, facendo leva su quei paradisi terrestri che le persone quotidianamente anelano, soprattutto se amanti del mare. Sin dall'inizio il regista Paco Caballero mette in chiaro la volontà di creare la dicotomia tra un inferno che José Luis sta vivendo e il paradiso che dinanzi a lui gli si staglia, tra le palme di una spiaggia dorata.

Piacevole anche la scelta di permettere alla coppia di evadere dal resort, che altrimenti avrebbe monopolizzato in maniera eccessiva la scena: portandoci in giro per l'isola incontriamo indigeni, territori scoscesi creati per escursioni in quad e così via: un aspetto gradevole che va oltre quella che sarebbe diventata, altrimenti, una commedia troppo chiusa in se stessa.

Un amore di mamma Se state cercando una commedia che possa regalarvi dei momenti di comicità fresca, nuova e moderna, avete sbagliato film. Nel caso in cui vogliate, invece, provare a redimervi da un rapporto con una madre non del tutto gradevole e capire che tutte le volte che le avete voltato le spalle avete sbagliato, Un amore di mamma potrebbe fare al caso vostro, in una domenica pomeriggio chiusi in casa, senza il sole che vi possa scaldare il cuore. Al di là degli scenari mozzafiato, l'intera commedia spagnola vive di stereotipi troppo forti per poterci far appassionare a un altro tentativo di raccontarci qualcosa di già visto, ma in salsa diversa, pur mantenendosi ben distanti da volgarità e da allusioni che, invece, dall'America arrivano più che volentieri nell'ambito di questo genere.

5

Quanto attendi: Un amore di mamma

Hype
Hype totali: 3
53%
nd