Amici di letto: La recensione del film con Justin Timberlake e Mila Kunis

Mila Kunis e Justin Timberlake insieme per Amici di Letto, una commedia degli equivoci dal sapore romantico...

Articolo a cura di

"Uomini e donne non possono essere amici perché il sesso ci si mette sempre di mezzo"

Ricorrere a una citazione del cult di Rob Reiner del 1989 Harry, ti presento Sally è, con ogni probabilità, la formula più adatta - seppur anche la più convenzionale.. - per avviarsi a recensire un film il cui titolo è Friends with benefits, tradotto da noi con un banalissimo Amici di letto. Pellicola, questa diretta dal Will Gluck già regista dei pressoché ignorati Easy Girl (2010) e Fired Up! (2009) e prodotta niente meno che dal Jerry Zucker responsabile dello spassosissimo Rat Race (2001) nonché membro dello storico trio Zucker-Abrahams-Zucker a cui dobbiamo perle di comicità demenziale come L'aereo più pazzo del mondo (1980) e la saga di Una pallottola spuntata, che sembra voler allinearsi in tutto e per tutto alla recentissima ondata di commedie romantiche il cui denominatore comune è il sesso senza implicazioni amorose.
E' dunque questo il fil rouge che lega Amici di letto a prodotti dello stesso genere - e di livello abbastanza similare - quali Amore & altri rimedi di Edward Zwick e Amici, amanti e.. di Ivan Reitman, la cui narrazione vedeva al centro di sé due amici di sesso opposto che, per una ragione o per l'altra, decidevano di imbattersi in "spericolate" avventure sessuali con l'obbligo però di non rendere partecipi i propri sentimenti.
Cosa che accade anche a Dylan (Justin Timberlake), che viene reclutato dalla cacciatrice di teste Jamie (Mila Kunis) per fare un colloquio con la nota rivista GQ, a seguito del quale ne diventa art-director.
I due escono insieme e diventano presto migliori amici, fino al punto in cui non decidono di iniziare a fare sesso. Ad una condizione: non dovrà esserci alcun coinvolgimento sentimentale e il loro rapporto resterà confinato soltanto all'amicizia.
I risvolti della trama non dovrebbero essere difficili da immaginare, ma preferiamo comunque lasciarvi in sospeso semmai doveste inserire questo nella lista dei film da vedere prossimamente al cinema.

FATE SESSO, NON FATE L'AMORE!

Di norma, chi va a vedere un film come Amici di letto non lo fa per la regia, la fotografia o per un copione oltremodo intuitivo, ma solo per trovare una storia capace di far sorridere utilizzando toni brillanti in grado di tenere viva l'atmosfera e di far passare una serata di sano divertimento.
Da questo punto di vista, neppure agli interpreti dovrebbe essere richiesta una specifica bravura che esuli dalle qualità meramente estetiche, delle quali i protagonisti del film di Will Gluck non sono certo orfani. Belli da far paura, Justin Timberlake e Mila Kunis sono di fatto le silhouette ideali a figurare in questo tipo di prodotti, non necessariamente per un qualche "insolito" talento recitativo - che comunque non gli manca - ma proprio per saper incarnare alla perfezione l'archetipo dell'uomo e della donna che lo spettatore vuole vedere sul grande schermo e a cui tenta di ispirarsi.
Protagonisti di un racconto tutt'altro che originale e adagiato su una struttura che ormai dovremmo conoscere a memoria, i due attori sorreggono la pellicola per tutti i 109 minuti di durata, i quali, tuttavia, scorrono abbastanza piacevolmente pur senza regalare momenti particolarmente eccezionali.
Lo script - che porta la firma dello stesso regista oltre a quelle di Keith Merryman e David A. Newman - non rischia e abusa di stereotipi, sfruttando però in modo sufficientemente efficace i vari momenti piccanti tra i due interpreti. Curioso il fatto che, nonostante si faccia abbondante uso di situazioni tipicamente erotiche e si affrontino tematiche sessuali di vario genere, la pellicola riesca comunque a non scadere mai nella volgarità gratuita e a mantenere una certa dignità per quanto riguarda l'aspetto puramente narrativo.
Alla fine non resta in mano nulla se non la sensazione di aver assistito all'ennesimo spettacolo (pre)confezionato per il quale, però, troviamo sempre - o quasi - una valida motivazione per non rinunciarvi.
Chi realizza film come Amici di letto non ambisce alla perfezione né tanto meno si sente in dovere di insegnare qualcosa agli spettatori, perché, in qualche modo, questi film sono perfetti già così come sono, e per portare a termine i propri intenti non gli serve nient'altro, se non nuovi attori che mettano a disposizione la propria "mercanzia" per regalare al pubblico nuovi modelli a cui potersi ispirare.

SEMPRE PIU' TIMBERLAKE

Diciamoci la verità una volta per tutte: all'epoca in cui Titanic uscì al cinema (parliamo della fine degli anni '90) l'invidia di noi maschietti nei confronti di Leonardo DiCaprio - che grazie al sostegno e all'ammirazione da parte di milioni e milioni di ragazzine in tutto il mondo si candidava ad autentico patrimonio della settima Arte - era davvero parecchia. Solo in seguito capimmo che tutto il clamore suscitato dal buon Leo non era solo frutto della sua bellezza ma anche di un notevole talento recitativo che, di anno in anno, continua a crescere.
E lo stesso discorso calzerebbe a pennello anche per un altro "vecchio" enfant-prodige quale Justin Timberlake, a cui ci pare opportuno dedicare un paragrafo del nostro articolo, se non altro per renderci conto di quanto sia maturato l'ex componente degli ‘N Sync nell'arco degli ultimi dieci anni.
Da pop star leader delle hit-parade ad attore sempre più lanciato e desideroso di mostrare le proprie capacità, che forse non risalteranno granché in questo Amici di letto ma che abbiamo già avuto modo di apprezzare in altre importanti pellicole cui l'autore di Rock Your Body ha preso parte in questi anni.
Prima fra tutte, Alpha Dog di Nick Cassavetes, che lo vede affiancare altri giovani talentuosi come Emile Hirsch e Anton Yelchin e volti ormai consacrati come Bruce Willis e Sharon Stone.
Seguono altre formidabili interpretazioni come quella nel sottovalutato Southland Tales di Richard Kelly e, soprattutto, nell'apprezzatissimo The Social Network di David Fincher, nel quale veste i panni del creatore di Napster Sean Parker.
Lo si attende prossimamente nella nuova fatica di Andrew Niccol In Time, dove sarà protagonista accanto all'onnipresente Amanda Seyfried.

Amici di letto Amici di letto è una rom-com senza particolari tocchi di genio che si dimostra però in grado di intrattenere lo spettatore portando avanti una tradizione che si ripete ormai da diversi anni. Buona la coppia Justin Timberlake-Mila Kunis, senza dubbio uno dei principali motivi per cui spendere i soldi del biglietto.

6

Che voto dai a: Amici di letto

Media Voto Utenti
Voti: 16
5.4
nd