Far East 15

Recensione All about my wife

Una gradevole commedia romantica con la giusta dose di divertimento

recensione All about my wife
Articolo a cura di

Jung-in e Doo-hyun si conoscono per caso durante un terremoto a Nagoya, in Giappone. Sin da subito nasce l'amore, che continua anche nella natia Corea, dove i due si sposano e convivono teneramente per sette anni. Ma, come si sa, il settimo anno è particolare per le coppie, e lui comincia a sentirsi oppresso dalla moglie, non di rado dispotica e critica per diversi motivi. Quando Doo-hyun per lavoro deve trasferirsi per un certo periodo sulla costa orientale del Paese, pensa finalmente di potersi prendere un po' di libertà, ignaro che la moglie ha deciso comunque di seguirlo. Prossimo ad una crisi di nervi l'uomo decide perciò di "assoldare" un rinomato Casanova, suo vicino di casa, affinché seduca Jung-in e con le prove del tradimento trovare una giusta causa per il divorzio. Ma mentre l'opera di conquista si evolve, Doo-hyun ricomincia a provare verso la propria compagna i sentimenti di un tempo...Remake in arrivo dalla Corea del Sud. All about my wife è infatti il rifacimento della pellicola argentina Un novio para mi mujer, successo di pubblico in patria del 2008. Successo che ha baciato anche questa nuova versione, capace di realizzare 4.6 milioni ai botteghini coreani. Diretto da Min Kyu-dong (Antique, Memento Mori) il film vede nel cast tre divi del cinema nazionale come la bella Lim Soo-jung (I'm a Cyborg but That's OK, A Tale of Two Sisters), Lee Seon-gyun (Nobody's Daughter Haewon, Helpless) e Ryu Seung-ryong (The front line, Masquerade).

La crisi del settimo anno

Frizzante e intenso, All about my wife ha tutti gli ingredienti per piacere a un vasto range di pubblico, senza limitazioni di sesso o età. Min Kyu-dong riesce a infatti a dosare al meglio l'equilibrio tra la componente classica da commedia romantica e una certa dose di dramma, che regala delle emozioni inaspettate soprattutto nell'ultima mezzora. La crisi del settimo anno, per definizione quella storica dei matrimoni, è qui spunto per una storia divertente che ha comunque dei non banali spunti di riflessione, nonostante in questo tipo di operazioni il lieto fine sia sempre un classico imprescindibile. Una colonna sonora che non opprime, ma riesce a sottolineare con la giusta carica malinconica i momenti più prettamente drammatici, e una realizzazione tecnica di buona qualità favoriscono anche la chimica che si instaura tra i tre protagonisti, ognuno caratterizzato ottimamente, con alcuni guizzi caricaturali che regalano alcuni dei momenti più ilari del film, è ottima complice anche delle interpretazioni convincenti da parte del cast, comprimari inclusi. Pur lontano dai fasti di capisaldi del filone come My sassy girl, All about my wife si rivela dunque una visione gradevole, assolutamente consigliata a chi divora le K-Comedy ma anche piacevole per i neofiti.

All about my wife Una commedia romantica che ha il giusto mix di divertimento e sentimentalismo, e che offre anche alcuni spunti di riflessione sulla crisi di una coppia al settimo anno di matrimonio. I classici leit motiv del genere sono tutti rispettati, finale incluso, ma per una serata all'insegna del romanticismo e della leggerezza All about my wife svolge bene il suo compito di intrattenimento.

6.5

Quanto attendi: All about my wife

Hype
Hype totali: 0
ND.
nd