After, recensione del film con Josephine Langford e Hero Fiennes Tiffin

Josephine Langford e Hero Fiennes Tiffin sono i protagonisti del teen-movie tratto dai best-seller dell'autrice Anna Todd.

recensione After, recensione del film con Josephine Langford e Hero Fiennes Tiffin
INFORMAZIONI FILM
Articolo a cura di

La particolarità della storia di After, il nuovo film diretto da Jenny Gage, inizia sin dalla genesi letteraria. L'opera cinematografica è basata sui libri di Anna Todd, nati come una fan-fiction dedicata al membro degli One Direction Harry Stiles, pubblicati su Wattpad, piattaforma online di narrazione condivisa, After è così diventata ben presto una serie capace di raccogliere 1,5 miliardi di follower.
Quattro libri disponibili in 40 Paesi grazie alla collana Gallery Books di Simon & Schuster, con oltre 1,3 milioni di copie vendute solo in Italia. Un successo letterario incredibile che la Sperling & Kupfer ha pensato di capitalizzare al meglio ripubblicando classici del calibro di Orgoglio e pregiudizio, Anna Karenina e Cime tempestose, in una collana intitolata ‘I classici di After'.

Era solo questione di tempo prima che il mondo del cinema decidesse di lavorare a una trasposizione per il grande schermo. Nel 2014 la Paramount Pictures ha acquistato i diritti cinematografici poi passati alla Voltage Pictures. In tutto sono serviti cinque anni per vedere finalmente sugli schermi la storia della giovane studentessa Tessa Young (Josephine Langford), figlia, fidanzata e scolara modello, impegnata nel suo primo anno di college. Lontano da casa, Tessa conosce il tormentato e misterioso Hardin Scott (Hero Fiennes Tiffin), che le sconvolgerà incredibilmente la vita.

Incontri magnetici

L'incontro-scontro fra due giovani e insicure anime come quelle di Tessa e Hardin - già evidente nel trailer di After - avviene nella prima vera festa alla quale la ragazza partecipa. Convinta dalla compagna di stanza, Tessa prova ad alzare il muso dai libri e buttarsi nella vita sociale e nella spensieratezza del college. Proprio al termine di un gioco con altri coetanei i due hanno il primo faccia a faccia, nel quale è subito palese l'attrazione reciproca.

I problemi familiari con il fidanzato storico, i litigi e gli abbracci condivisi con la madre (Selma Blair) e gli alti e bassi nella relazione con Hardin conducono Tessa attraverso un percorso di maturazione che contribuisce a mettere in difficoltà i principi e i valori di una giovane donna che sta per affrontare il complesso percorso che la porterà all'età adulta.
Un viaggio che coinvolge lo stesso Hardin, poiché le differenze tra i due protagonisti nascondono fragilità comuni che, inevitabilmente, li uniscono e li portano a vivere un sentimento che si evolve attraverso tutte quelle fasi che rendono unici e indimenticabili i primi grandi amori.

Intensità sulla carta

Il coinvolgimento emotivo nei teen-movie romantici è un fattore molto importante, per non dire fondamentale, per creare un'atmosfera adeguata all'alone sentimentale che costituisce il fulcro di un film di questo tipo. Mescolare all'intensità della trama una scrittura che renda maggiormente frizzante un argomento piuttosto prevedibile e privo di guizzi è un escamotage utile. After non sembra rientrare in questa categoria perché appare intenso solo nelle intenzioni, con uno script generalmente poco interessante.

L'evoluzione delle vicende risulta priva di carattere. Troppi i passaggi retorici, inevitabilmente accentuati dal tipo di storia che il film di Jenny Gage sta raccontando. La schematica crescita della relazione tra i due protagonisti vive poi di alti e bassi prevedibili e troppo raffazzonati. A perdere mordente sono i dialoghi che - a parte sporadiche eccezioni - non tentano nemmeno di celare un minimo di originalità. Tutto è intuibile fin dall'inizio e ha il sapore dolce-amaro di già visto.

Cast a metà

Al centro della storia Tessa e Hardin, ovvero i giovani Josephine Langford - sorella della star di Tredici, Katherine - e Hero Fiennes Tiffin, figlio della regista Martha Fiennes e nipote di Joseph e Ralph Fiennes; nel 2009 Fiennes Jr. interpretò inoltre il giovanissimo Tom Riddle nel film Harry Potter e il principe mezzosangue.

L'alchimia tra i due è palpabile ed è uno dei punti a favore del film, capace di mascherare anche una certa immaturità recitativa dei due interpreti, supportati positivamente da un volto simbolo di drammi e commedie sentimentali degli anni '90 come Selma Blair, tutt'oggi ricordata anche per quel bacio condiviso con Sarah Michelle Gellar in Cruel Intentions - Prima regola non innamorarsi (proprio poco tempo fa la NBC aveva pensato a una serie TV tratta da Crue Intentions, coincidenze?).

Purtroppo le pecche della sceneggiatura finiscono per influenzare anche le performance del cast, che sembra funzionare a metà e riflettere la discontinuità di un'opera che potrà appassionare soprattutto gli aficionados del genere ma che, probabilmente, si rivelerà dimenticabile per chiunque altro.

After After è un teen-movie sentimentale che non spicca per originalità, a causa di uno script piuttosto banale e un'evoluzione prevedibile. Nonostante la discreta ma altalenante prova del cast nel suo insieme, l'opera non riesce a essere qualcosa in più di una scontata storia d'amore fra adolescenti che pare procedere con il pilota automatico. Sarà difficile replicare il successo della saga letteraria scritta da Anna Todd, sulla quale è basato questo film diretto da Jenny Gage.

5

Che voto dai a: After

Media Voto Utenti
Voti: 4
5.5
nd