Intervista Una notte da leoni 3: Heather Graham

Jade, la simpatica spogliarellista del primo The Hangover, torna per il capitolo conclusivo e ci racconta che...

intervista Una notte da leoni 3: Heather Graham
Articolo a cura di

La lista delle sue partecipazioni al cinema e in tv è davvero lunga: l'abbiamo vista in Twin Peaks, Sex and the City, Scrubs, ma anche nei film di registi di culto come Van Sant, Lynch, P.T. Anderson, Wes Craven, Danny Boyle... passando dal dramma alla commedia con grande semplicità. Negli ultimi anni, una delle sue parti più note è stata Jade, la spogliarellista di Las Vegas che Stu sposa senza neanche rendersene conto nel primo Una notte da Leoni. Il suo personaggio, a sorpresa, torna in questo sequel, e vi riportiamo le sue impressioni in proposito in questa divertente intervista.

Cosa ti è passato per la mente quando ti è arrivata la prima telefonata da Todd Phillips per dirti “Jade tornerà in Una Notte da Leoni 3”?
Ero contentissima. Ero impaziente di rivedere tutti e di vedere come sarebbe venuta la sceneggiatura. Mi ha detto “abbiamo inserito il tuo personaggio”, ma non sapevo cosa stesse scrivendo, quindi non vedevo l’ora di leggerla.

E la tua reazione quando hai saputo cosa le succede in questo film? Era questo che volevi per Jade?
E’ divertente, è dolce. Mi piace. Todd sa essere imprevedibile e divertente, ma mi piace il fatto che a volte ha delle cose tenere nei suoi film. Sono contenta che l’abbia riportata in un modo tenero.

Com’è stato tornare insieme ai ragazzi del cast: Bradley Cooper, Ed Helms, Justin Bartha e Zach Galifianakis?
Beh, avevamo delle roulotte molto più belle, quindi mi è piaciuto!!! (ride) E c’era un bar con i succhi di frutta. Non avevamo un bar nell’altro film, e stavolta potevamo avere tutte le spremute che volevamo. Ho pensato: “mio Dio, hanno davvero migliorato tutto sul set!”.

Todd ci ha anche raccontato che il ragazzino che interpretava tuo figlio neonato nel primo episodio è tornato negli stessi “panni”.
Sì, è molto bello. Il ragazzino che fa la parte di mio figlio è il bimbo del primo episodio, ed i suoi genitori sono bellissime persone, hanno riportato le foto del primo film con me in posa insieme a lui. Molto dolce...

Come è stato lavorare con Todd?
E’ aperto a tutti i suggerimenti ma allo stesso tempo si prende la responsabilità di tutto. E’ divertente lavorare con degli attori così simpatici e con Todd... è fantastico vedere come riescano ad improvvisare.

Todd ha detto che sei stata “un raggio di luce” in questi film.
Ma che carino!

Qual è stata la sensazione nel tornare su questo set?
Penso che, da un lato, tutti si sentano molto sicuri perché è una saga di successo e sembra essere tornati al primo episodio. Le stesse dinamiche, le stesse vibrazioni, le persone si vogliono bene. Penso che siano tutti ottimi amici.

In generale impari qualcosa dai personaggi che interpreti? Metti qualcosa di te stessa in ciascuno?
Beh, penso che sicuramente finisci per mettere dei pezzi di te stessa nei personaggi. Una delle cose più belle dell’essere un’attrice è che impari molto riguardo a molti tipi differenti di persone e di modi di vivere, giri il mondo ed impari. E poi ti capita di andare a Las Vegas e girare per posti assurdi insieme a questi attori comici così divertenti. Ho appena lavorato ad un film in cui interpretavo una donna che manovra un montacarichi, un vero montacarichi nei campi di mais dell’Illinois. Viaggi e impari cos’è la vita di molte persone differenti. Ed è davvero divertente.

Hai lavorato insieme ad attori incredibili, come Eddie Murphy, Steve Martin e i ragazzi di Una Notte da Leoni. Cosa ti porti dietro da queste esperienze?
A volte è semplicemente divertente recitare con queste persone. C’è anche un aspetto che ti può rendere nervosa, perché ci tieni moltissimo a fare un buon lavoro. Ma divertirsi è la chiave.

Hai delle scene con Ken Jeong, che interpreta Chow, in questo film?
No, ma lo frequento come amico, ci si vede abbastanza spesso ed è una gran bella persona. La sua storia è meravigliosa: era un dottore ed ha deciso di diventare un attore a 40 anni. E adesso è in grandi film. Bella storia, vero?
Nel primo film non doveva essere nudo, ma alla fine ha deciso di girare la scena in quel modo ed è stato un momento davvero comico.

A cosa pensi che sia dovuto il successo dalla saga?
Penso che i film siano davvero divertenti. Todd è un ottimo regista, realizza grandi commedie e sa come essere crudo. Molte volte, nei film, i personaggi sono troppo delle brave persone, e qui non è decisamente così. Ma sono abbastanza “brave persone” perché lo spettatore li apprezzi. E’ fresco, originale.

Che voto dai a: Una notte da leoni 3

Media Voto Utenti
Voti: 24
7.3
nd