Phineas e Ferb: la nostra intervista ai creatori Dan Povenmire e Jeff Marsh

Abbiamo avuto modo di parlare con i creatori degli amati personaggi in occasione dell'uscita di Phineas e Ferb Il Film: Candace contro l'Universo.

intervista Phineas e Ferb: la nostra intervista ai creatori Dan Povenmire e Jeff Marsh
Articolo a cura di

Tra i millennials più giovani e parte importante degli appartenenti alla Generazione Z, Phineas e Ferb rappresenta un grande compagno d'infanzia in modo non dissimile dai vari Leone il Cane Fifone, Mucca e Pollo o altri titoli Cartoon Network che hanno invece accompagnato i pomeriggi dei più grandicelli della Generazione Y. Un concept semplice eppure efficace, quello alla base della serie Disney Channel, che attraverso un meccanismo ripetitivo creava delle avventure sempre nuove e diverse, divertenti e ricche di humor anche per gli adulti - come spesso capita per queste produzioni.

Tutto merito dal talento e dell'ironia di Dan Povenmire e Jeff Marsh, creatori del franchise, che abbiamo avuto il piacere di intervistare in occasione dell'uscita su Disney+ del secondo lungometraggio animato della serie, il riuscito Phineas e Ferb Il Film: Candace contro l'Universo. Abbiamo parlato di alcuni temi cari al progetto, dell'amore dei fan, dei loro nuovi impegni e di un possibile ritorno dei due geniali fratelli in una o più stagioni via streaming. Ecco l'intervista per intero.

E: Iniziamo subito da qualcosa di più personale. Chi ha ormai 30 anni e segue da tempo il panorama televisivo, da adolescente ha quasi certamente goduto delle varie stagioni di Phineas e Ferb, dell'intelligenza dietro al concept per bambini, di tutte le citazioni alla cultura pop, della leggerezza dei contenuti e dei toni, degli insegnamenti e ovviamente anche delle tante morali diverse. E in Candace contro l'Universo ce n'è un'altra, di morale, che ci ha molto colpiti: non è importante essere amati da tutti ma è fondamentale essere speciali per le persone che amiamo. Dato che i fan sono il vostro universo, pensando in generale, è comunque importante per voi essere speciali per i vostri fan? Sapete, cercare di regalargli sempre il prodotto che vogliono, anche accettando dei compromessi e magari guidarli in qualche modo grazie al vostro lavoro?
DAN POVENMIRE: "Assolutamente, certo. In una certa misura scriviamo sempre tenendo a mente il nostro fandome. Quando lottiamo per avere determinate cose nel nostro show diciamo proprio di conoscere perfettamente quello che il nostro pubblico desidera, che il pubblico risponderà calorosamente a questa o a quella battuta, scena, citazione. Perché vogliamo mantenere il film proprio come la serie fedele a quello che è sempre stato, ed è anche l'elemento produttivo che lo ha fatto così amare dagli spettatori".
JEFF MARSH: "Quello che tentiamo di fare è sviluppare e confezionare qualcosa che resti sempre accessibile per tutti coloro che non hanno magari mai visto la serie. Quindi sì, lavoriamo con il fandome ben in mente ma cerchiamo anche di aprirci al nuovo pubblico. Diciamo pure che è sempre stata questa la nostra strada".

E: Alla regia di Candace contro l'Universo troviamo il vostro sodale Bob Bowen, che ha svolto un ottimo lavoro mantenendosi fedele alle caratteristiche dello show. Perché però dopo cinque anni dalla fine della quarta e ultima stagione di Phineas e Ferb avete scelto di scrivere ma non dirigere questo secondo e anticipatissimo film per Disney+?
JEFF MARSH: "Per fargli fare qualcosa di buono [ride]"
DAN POVENMIRE: "[ride alla battuta del collega] Allora, quando abbiamo iniziato a sviluppare il film stavamo ancora concludendo la Legge di Milo Murphy, dunque non avevamo purtroppo il tempo materiale da dedicare alla regia di Candace contro l'Universo, inizialmente. Durante la seconda metà della lavorazione sono stato in regia quasi ogni giorno con Bob, e comunque devo ammettere che alcune delle migliori soluzioni dei problemi della storia sono arrivate da lui. Ha partecipato in modo attivo alle varie riscritture e ha svolto davvero un ottimo lavoro ed è anche un tipo dannatamente divertente".
JEFF MARSH: "Sì, sono d'accordo, e volevamo anche dare nuova aria a Phineas e Ferb, una nuova voce, dopo tutti questi anni. È davvero bello appoggiare e seguire il lavoro di qualcuno così completamente immerso in tutto quello che abbiamo fatto in passato, ormai da 30 anni. È stato un valore aggiunto, senza dubbio. Fai in modo di fargli sapere che abbiamo parlato bene di lui".

E: Se ne avremo occasione non mancheremo. Comunque, nella serie è sempre l'Universo contro Candace ma adesso è l'esatto opposto. Abbiamo percepito questa scelta come una brillante riflessione sui nostri giorni, dove i movimenti contro abusi o violenze e l'empowerment femminile sono dei temi critici e importanti delle società occidentali. Anzi, proprio il ruolo di Candace sembra quello di una ragazza che dice sempre la verità ma a cui non si crede mai, a ricordare le molte donne che non vengono ascoltate. Vedete anche voi questa sorta di parallelismo con la realtà corrente? O è solo una nostra fantasia esagerata?
DAN POVENMIRE: "Beh, che dire: non ci avevo minimamente pensato finché non me lo hai fatto notare tu, ora. Penso solo che sì, wow, siamo riusciti anche a dire qualcosa di così rilevante. Non è stato per nulla intenzionale, da parte nostra, ma sì, vedo questa correlazione. Siamo però davvero felici di questa fortuna accidentale".
JEFF MARSH: "Vorrei poter dire che certi messaggi che si trovano nel nostro show siano intenzionali e voluti, ma saresti davvero sorpreso di quanto spesso non lo siano. Detto questo, accettiamo il parallelismo e ci prendiamo il merito della cosa [ride]".

E: È davvero notevole questa grande fiducia in se stessi che hanno i piccoli protagonisti della serie e del film, partendo da Phineas e Ferb. Credete che questa fiducia possa ispirare il vostro pubblico più giovane a credere nelle proprie capacità e in se stessi, a seguire i loro sogni o i percorsi della vita in questo grande e complicato mondo di adulti?
DAN POVENMIRE: "Lo spero vivamente. È quello che abbiamo sempre cercato di fare con Phineas e Ferb, di incoraggiare i bambini a usare la loro creatività mista a una sana ingenuità tipica della loro età. I commenti più belli e significativi che abbiamo letto via social sono quelli dove qualcuno dice 'Phineas e Ferb mi ha fatto venire voglia di creare cose', e vedere ora quel ragazzino che è diventato un ingegnere. O qualcuno che adesso è un artista, uno scienziato e così via". JEFF MARSH: "Diciamo che proviamo solo a instillare un briciolo di confidenza per credere di poterlo fare".

E: Per concludere, c'è qualche possibilità di una nuova serie di Phineas e Ferb? Sapete, citando Community di Dan Harmon, la durata giusta per uno show è "sei stagioni e un film". Voi avete sviluppato 4 stagioni e 2 film, quindi c'è una qualche apertura o chance di vedere almeno una nuova e magari anche ultima stagione?
DAN POVENMIRE: "Sai, è vero. Abbiamo fatto 4 stagioni ma in realtà erano estremamente lunghe, quasi due anni l'una. Quindi diciamo che abbiamo già fatto 7 stagioni di Phineas e Ferb. Non diremmo comunque mai no se ci proponessero di farne altre e a dire il vero Disney ce lo ha chiesto e noi avevamo questa idea per il film e abbiamo immediatamente accettato".
JEFF MARSH: "Sì, non potevamo farne a meno ed eccoci qui".

Quanto attendi: Phineas e Ferb Il Film: Candace contro l'Universo

Hype
Hype totali: 4
50%
nd