Intervista Il Trono di Spade - S. 4: Riccardo Rossi

Dopo lo straordinario successo delle prime tre stagioni giunge ora anche il cofanetto relativo al quarto capitolo dell'avvincente saga targata HBO: il doppiatore di Jaime Lannister, Riccardo Rossi, ci racconta la sua esperienza con la serie

intervista Il Trono di Spade - S. 4: Riccardo Rossi
Articolo a cura di

Dopo l'incredibile successo delle prime tre stagioni, prima in tv e poi in Home Video, è ora in arrivo in DVD e Blu-Ray il quarto capitolo dell'avvincente serie targata HBO: Il Trono di Spade! Disponibile anche in cofanetto combo con le precedenti stagioni, la saga ideata da George R.R. Martin ha appassionato, e continua a farlo, milioni di spettatori, che possono ora scoprire o riscoprire gli avvincenti intrighi di corte che si avvicendano nel continente di Westeros anche grazie ai numerosi contenuti speciali presenti nell'edizione HV.
Uno dei personaggi più amati è sicuramente Jaime Lannister, lo "Sterminatore di Re" interpretato dall'attore Nikolaj Coster-Waldau. Che, nella versione italiana, ha la voce di Riccardo Rossi, uno dei più noti doppiatori italiani. Riccardo ha, infatti, contribuito al successo nel nostro Paese di attori del calibro di Johnny Depp, Ben Affleck, Matt Damon e Christian Bale, nonché Mark Ruffalo e Paul Walker. In occasione dell'uscita del quarto cofanetto de Il Trono di Spade Riccardo ci ha raccontato un po' del suo rapporto con la serie e col suo lavoro.

Nei panni di Jaime

Allora, per cominciare ti vorrei chiedere se conoscevi la saga prima di cominciare a lavorarci sopra, magari per averla vista in originale o addirittura grazie ai romanzi, o se invece magari ti ci sei appassionato dopo...
Guarda, la conoscevo perché sapevo che esisteva la saga letteraria che era un cult del fantasy. Quando sono arrivati i provini per la serie già sapevo quindi che sarebbero stati ruoli ambiti e per fortuna sono riuscito a vincere il provino su uno dei personaggi secondo me più belli, un ruolo tra i più variegati.

Cosa ti piace e cosa odi di Jaime Lannister?
Be', cosa mi piace di meno? Sicuramente all'inizio ti spiazza perché è un personaggio spietato, poi però andando avanti con la serie scopri anche le sue qualità, il suo lato gentile, i motivi potremmo dire quasi nobili per i quali è diventato così, il fatto che è pronto a tutto per la sorella. Questo mi piace molto.

Secondo te chi siederà, alla fine della saga, sul Trono di Spade?
Non ne ho minimamente idea (ride). Martin è davvero bravo a rimescolare le carte e a farti credere una cosa, per poi far accadere l'opposto. Magari un personaggio per il quale parteggi muore all'improvviso, non appena ti ci affezioni. È un po' come nella realtà, dove bisogna fare i conti con l'imprevedibilità.

Interprete e appassionato

Ecco, e rimanendo in tema: per lavoro doppi tantissimi film, serie etc. ma quanto spesso poi ti appassioni ad esse, alle vicende del tuo personaggio, che sia di un serial come Il Trono di Spade, di una saga cinematografica o di un reality?
Eccome! A volte è inevitabile appassionarsi. Naturalmente ci sono personaggi che ti piacciono e li segui volentieri e altri invece che ti piacciono di meno ma comunque finisci sempre per appassionarti. Ad esempio, con Il nostro piccolo grande amore (docu-reality in onda su Real Time, NdR) seguo con piacere l'evoluzione della storia dei protagonisti, come se fossi un normale spettatore!

E riguardo allo “spoiler forzato” a cui siete sottoposti voi doppiatori? Magari quella determinata puntata o quel film vi piacerebbe godervelo “per bene” e invece finite per doppiare una singola scena o anelli random, rovinandovi la visione complessiva. Come la vivi questa cosa, da appassionato?
Be', da appassionato posso solo accettare questo “inconveniente”, diciamo. Del resto, quando doppio la mia parte conosco solo quella, non so nient'altro di quello che succede nelle scene a cui non partecipo. Magari la curiosità c'è ma ci sono tutta una serie di cose per le quali alla fine non riusciamo a goderci lo show che si doppia. Per questione di riduzione dei costi e per praticità, per una questione di tempi, dato doppiamo a ridosso della messa in onda, quindi si adotta un particolare approccio al lavoro e partecipi solo alla tua parte. Ma mi appassiono come tutti! Mi piacerebbe vedere le puntate per bene, ma spesso non mi è possibile durante il lavoro, anche per questioni di “sicurezza”, e devo attendere che esca in tv o al cinema.

Già. Oltretutto siete anche votati al “segreto” dato che in caso di inediti siete obbligati a tenere per voi quello che vedete...
Sì, dobbiamo firmare delle liberatorie che riguardano anche la non divulgazione del materiale su cui lavoriamo. Per dire, questa settimana abbiamo finito di doppiare il nuovo Avengers, ma se mi chiedessi cosa succede nel film io naturalmente non lo potrei dire, perché ho firmato e sono vincolato alla riservatezza. Ma del resto spesso di questi blockbuster potremmo comunque dire poco perché... non si vede una mazza! (ride) Nel senso che ci fanno doppiare su queste copie criptate che si vedono volutamente male, e ci sono, per dire, effetti che noi non vediamo, che saranno solo nella copia che poi andrà al cinema. Alle volta, addirittura, ci sono sono degli storyboard! È successo anche, recentemente, col nuovo Fast & Furious... nella fattispecie, poi, c'è il fatto terribile che l'attore del personaggio che doppio io è deceduto e non sono riuscito bene a capire come abbiano fatto a integrarlo nelle scene che non aveva fatto in tempo a girare, per farti capire! Dovrò vederlo al cinema. E comunque fa abbastanza impressione sapere che con quell'attore che stai doppiando, e lo vedi presente lì sullo schermo, sarà per l'ultima volta. L'avevo già doppiato in un film postumo, Brick Mansion, ma qui è ancora più particolare la cosa. Poi è stata davvero una morte prematura, era così giovane, un bel ragazzo, promettente, ne parlavamo fra colleghi. È rimasto nel cuore di molti, poco tempo fa ho aiutato i ragazzi di una veglia / raduno all'autodromo di Monza che volevano omaggiare la sua figura registrando alcune frasi in sua memoria.

Quanto attendi: Game of Thrones - Stagione 4

Hype
Hype totali: 1
95%
nd