Intervista Cattivissimo Me 2: Bruno Chauffard

Il responsabile degli Effetti Speciali della saga di Cattivissimo me risponde alle nostre domande sui buffi Minion!

intervista Cattivissimo Me 2: Bruno Chauffard
Articolo a cura di

Dopo aver creato il franchise Cattivissimo Me, e dopo aver raggiunto notevoli risultati al botteghino, Illumination Entertainment è riuscita a soddisfare le alte aspettative del pubblico con il suo secondo capitolo. Bruno Chauffard, supervisore degli effetti speciali di film come Cattivissimo me, Lorax, il guardiano della foresta e Cattivissimo Me 2 è stato ospite di View a Torino nelle scorse settimane per una masterclass e noi l'abbiamo intervistato, riguardo al suo lavoro e ai buffi, quanto di successo, Minion.

Bruno Chauffard ha iniziato la sua carriera come artista grafico all’interno di aziende di software come Thomson Digital Image e Wavefront Paris. Si è poi unito alla WETA Digital Effects, lavorando come supervisore tecnico degli effetti speciali per il film Sospesi nel tempo di Peter Jackson. Nel 1996 entra alla Mac Guff Ligne, dove ha ricoperto per dieci anni il ruolo di artista grafico e supervisore della grafica digitale in pubblicità, video musicali e film. Nel 2007 Chauffard si è specializzato in film d’animazione. Ha supervisionato per MGL la serie francese Cacciatori di draghi.
Dal 2008 ha collaborato come supervisore capo della grafica digitale ai film Cattivissimo Me e Lorax (Illumination Entertainment / Universal Studios), raggiungendo nuove vette con il successo mondiale di Cattivissimo Me 2 di quest’anno. Bruno supervisionerà anche il prossimo progetto originale della Illumination Entertainment in uscita nel 2015, con lo stesso obiettivo di innovazione tecnica e qualità.

All'inizio della sua carriera ha lavorato per la Weta Digital, collaborando con Peter Jackson. Poi è passato al mondo dell'animazione. Come mai questa scelta? E quali sono le differenze tra il supervisionare un film in live action e uno in CGI?
Sì, esattamente. Ho lavorato per Weta Digital e per Peter Jackson anni fa. Ho sempre cercato di spingere al massimo il mio lavoro e quella era un'ottima opportunità. Ho lavorato con loro dieci anni. Però con i live action non potevo lavorare sul tipo di immagini che avevo in mente. La CGI era complementare e non abbastanza artistica. Poi, però, ha fatto la sua comparsa una nuova tecnologia in merito, che permetteva una resa fotografica eccezionale dei personaggi al computer. Ho lavorato su vari progetti, tra cui la serie francese Cacciatori di draghi. Una volta, a Parigi, è stato lo stesso Chris Meledandri, fondatore di Illumination, a chiedermi se volevo lavorare con loro alla realizzazione del loro primo, grande progetto, il primo episodio di Cattivissimo me.

Ci parli dei Minions, che sono ben più del classico personaggio mascotte che vediamo in tutti i film d'animazione per famiglie...
Sì, probabilmente perché sono molto accattivanti nella loro semplicità. Sono molto buffi, e non si tratta di un personaggio solo ma di un gruppo, che però reagisce come un'entità, agiscono sempre tutti insieme, e questo li rende speciali. È raro che ci sia un solo Minion sullo schermo: sono sempre insieme, indaffarati, e bisticciano costantemente!

E della loro presenza, ancor più esuberante, nel secondo episodio, che ci dice?
Volevamo ancora più Minions in Cattivissimo me 2. Volevamo mostrare non solo ancora di più il loro lato comico ma anche quello emozionale.

Che voto dai a: Cattivissimo Me 2

Media Voto Utenti
Voti: 17
7.9
nd