Bella Thorne a Roma per Il Sole a Mezzanotte: il successo? Essere felici

Abbiamo incontrato a Roma Bella Thorne, 20enne estroversa amata da giovani e giovanissimi che nasconde maturità e intelligenza.

intervista Bella Thorne a Roma per Il Sole a Mezzanotte: il successo? Essere felici
Articolo a cura di

Se avete più di trent'anni, probabilmente ancora non la conoscete, eppure Bella Thorne si può definire - senza troppa paura - uno dei personaggi del momento, soprattutto fra i giovanissimi. Abbiamo evitato la parola attrice perché per lei sarebbe ormai riduttivo, visto che ha mosso i primi passi anche nel mondo della musica con diversi brani e videoclip di successo. Su Instagram è seguita da oltre 17 milioni di persone, attenzione però a non farvi ingannare dal suo aspetto da popstar viziata, dai suoi capelli colorati e il suo trucco spesso spinto, pesante: dietro i suoi 20 anni Bella Thorne nasconde tanta esperienza e soprattutto intelligenza, voglia di aiutare gli altri e di essere un esempio positivo per tutti. Lo abbiamo scoperto incontrandola in un prestigioso hotel nel centro di Roma, appena qualche ora prima della proiezione speciale con il pubblico de Il Sole a Mezzanotte - Midnight Sun, film che la vede come protagonista assoluta. Una storia affatto semplice da affrontare, che mette al centro di tutto una ragazza adolescente alle prese con una rara malattia chiamata Xeroderma Pigmentosum, XP. Un male che costringe chi ne è affetto a rimanere al riparo dai raggi solari, a vivere dunque di notte per restare al chiuso durante il giorno.

Vampiri della contemporaneità

Anche un solo raggio di luce naturale può causare danni irreparabili al corpo, o scatenare un processo distruttivo che lascia poco scampo. Nonostante questo la giovane Katie Price non rinuncia mai ai suoi desideri, vivendo la vita un istante alla volta: "Katie è sempre stata una sognatrice, per certi versi è simile a un personaggio delle favole, delle grandi storie Disney, dalle grandi ambizioni ma con qualcosa che la frena costantemente. Questa malattia terribile che la costringe a essere se stessa soltanto di notte, a rimanere nell'ombra. È come Cenerentola, vorrebbe di più dalla sua vita ma qualcosa la blocca." Fortunatamente non è da sola ad affrontare tutto questo, con lei c'è un padre amorevole disposto a tutto per il suo bene, anche a dirle spesso di "no". "Nel valutare il copione, ciò che mi ha colpito più di ogni altra cosa è stato il personaggio del padre, che in realtà è molto simile a mia madre nella realtà. Il mio vero padre è scomparso tempo fa, quindi anch'io sono rimasta con un solo genitore. Sul set ho rivissuto molte cose della mia vera esistenza, la scena più difficile infatti - anche se non lo direbbe nessuno - è stata quella in cui Katie chiede al padre di uscire e andare in barca. Recitandola, ho rivissuto le medesime difficoltà del chiedere le cose a mia madre".

Un ruolo diverso

Nonostante la sua giovane età, Bella Thorne ha al suo attivo più di venti film come attrice, questa volta però porta sullo schermo un ruolo diverso, che non aveva mai affrontato: "Il personaggio di Katie mi ha spinto a dare una caratterizzazione drammatica, ho faticato tanto prima di trovare la giusta chiave di lettura. Ogni giorno prima di andare sul set mi ritrovavo con il regista Scott Speer per discutere delle scene, di cosa avrei dovuto dare a Katie, che cosa avrebbe voluto fare. Ogni volta dovevo capire voglie e desideri del personaggio, è stato più difficile del solito." Katie dunque è un'adolescente fragile che scopre, come tutti i ragazzi della sua età, l'amore e la sessualità, in generale Il Sole a Mezzanotte - Midnight Sun si rivolge a un pubblico molto giovane, i messaggi al suo interno però parlano in modo del tutto universale: "Il messaggio del film è rivolto a tutti, non soltanto ai giovani. Io già da bambina ho capito quanto fosse difficile soffrire per un problema di salute che ho avuto, anche da genitori o da amici però è difficile reagire a situazioni di questo tipo. Alla fine ciò che diciamo a tutti è di vivere il momento, di non rimandare le cose quando si possono fare subito. Katie vive ogni cosa come un miracolo perché non può fare quasi nulla, per lei ogni nuovo giorno è un regalo. Vale dunque la pena dare importanza a ogni momento della vita."


La felicità come chiave del successo

Oltre la popstar sfrenata, si nasconde dunque una ragazza matura, impegnata a mandare messaggi positivi su più fronti: "È difficile seguire più progetti diversi, anche di differente natura. Come ogni artista porto con me un messaggio che ispira al cambiamento, è nei piccoli gesti quotidiani che si nasconde il bene che una persona fa agli altri. Ogni lavoro che scelgo di fare dunque prevede una domanda fondamentale: quale cambiamento apporterà a chi vedrà il film? A chi ascolterà la canzone? Se è un messaggio positivo allora sto facendo un buon lavoro. In fondo è questo per me il successo, ispirare gli altri e stare bene con se stessi. Un giorno passeggiavo con un mio amico che mi ha chiesto: come ti vedi fra vent'anni? Gli ho risposto che mi vedevo felice, voglio aiutare le persone e voglio essere felice, questa è la fama per me."
Nelle sue parole, così come nelle sue espressioni, traspare assoluta sincerità, intelligenza e maturità, le maggiori difficoltà della sua adolescenza sembrano ora superate, il cammino è ormai tutto in discesa. Nelle particolari condizioni di Katie Price però, cosa mancherebbe più di ogni altra cosa a Bella Thorne? "Sicuramente la luce del sole. Non sapevo nulla sulla malattia prima di fare questo film, ho studiato tanto, mi sono informata, ho avuto contatti con persone affette da XP anche se non è stato facile incontrarle, visto che non possono viaggiare o spostarsi di giorno. Nelle loro condizioni mi mancherebbe la luce come l'aria, è il sole che mi dà forza nei momenti di sconforto, è lui che mi dà la giusta energia."

Che voto dai a: Il Sole a Mezzanotte

Media Voto Utenti
Voti: 3
5
nd