First look Il Generale dei Briganti

Daniele Liotti è Carmine Crocco, il Generale dei Briganti. Rai1 12 e 13 febbraio, in prima serata.

Articolo a cura di

Insignita del ‘bollino' produttivo associato alle celebrazioni del 150esimo anniversario dell'Unità d'Italia, la miniserie in due puntate Il Generale dei Briganti (diretto dal regista televisivo Paolo Poeti e ricca di un nutrito cast) andrà in onda in prima serata su Rai1 domenica 12 e lunedì 13 febbraio. Si tratta di una produzione in costume, come altre dello stesso filone, incentrata sul particolare carisma di un personaggio ‘storico' sconosciuto ai più ma che è riuscito, grazie a un carattere spiccato e a particolari doti relazionali, a imprimere comunque il suo nome nelle fila di un discorso storico più locale e dettagliato che si snoda nell'Italia meridionale a cavallo dell'impresa garibaldina. Il personaggio in questione è il brigante più famoso della storia, ovvero Carmine Crocco. Nato a Rionero in Vulture (Potenza) Crocco è un uomo di umili origini ma dalla personalità forte che, assoldato prima nelle fila dell'esercito borbonico, si schiererà poi al fianco dei Briganti (che di lì a poco diventeranno spalla dell'esercito garibaldino) capitanati da Ninco Nanco (un sanguigno Fabio Troiano) divenendone in poco tempo, grazie alla sua naturale propensione alla leadership, l'indiscusso capo. Attorno al personaggio storico, però, accorrono a movimentare genere e ritmo della fiction anche molti altri personaggi di finzione, utili appunto a creare gli intrecci necessari allo sviluppo di un prodotto più sfaccettato e dunque appetibile a un pubblico più variegato. Dunque una miniserie dal taglio storico e tinta di rosa che si ripropone, in maniera leggera, di rievocare le premesse di un periodo storico molto particolare (quello, appunto, a cavallo dell'Unità d'Italia) e comprendere (almeno in parte) le ragioni di un brigantaggio che ancora oggi è percepito da alcuni come puro banditismo e da altri come l'attività di un gruppo di combattenti spronati da idee liberali e dalla voglia di riscattare la classe contadina all'alba di un'Unità d'Italia che già mostrava alcuni dei suoi limiti.

Cosa vedremo nella prima puntata

La prima puntata si apre in Basilicata, nel 1864. Due uomini (Mariano Aiello e Carmine Crocco, rispettivamente interpretati da Danilo Brugia e Daniele Liotti) sono uno sulle tracce dell'altro per una necessaria resa dei conti. Scopriremo poi, attraverso un lungo flash back nei ricordi di Carmine, che i due hanno combattuto pochi anni prima, uno al fianco dell'altro per liberare la Basilicata dal dominio dei Borboni. Una solida amicizia, maturata anche sotto il segno di una reciproca fiducia (Mariano - medico - aveva infatti tenuto in cura la madre di Carmine, il quale a sua volta si era successivamente speso per convincere i briganti a schierarsi con i liberali di Mariano) che ora sembra essersi invece trasformata in aperta ostilità. Ma i quesiti lasciati in sospeso dalla prima puntata non sono solo di ordine ‘cavalleresco'. Sono ancora aperti infatti anche tutti gli intrecci amorosi che incrociano i protagonisti della fiction. Che ne sarà dell'amore di Carmine per l'amata Nennella (Raffaella Rea) che dopo una serie di incomprensioni sembrava decisa a dimenticarlo, e dell'amore tra Mariano e la contessina Giuseppina (Christiane Filangieri), osteggiata senza tregua dal perfido padre conte Guarino (Massimo Dapporto)?

Per saperne di più sintonizzatevi domenica 12 e lunedì 13 in prima serata su Rai1.


Il Generale dei Briganti Il 12 e il 13 febbraio, in prima serata, andrà in onda su Rai1 Il Generale dei Briganti, miniserie in due puntate incentrata sulla figura di Carmine Crocco, brigante intelligente e autoritario che riuscì a emergere negli anni a cavallo dell'Unità d'Italia.

Quanto attendi: Il Generale dei Briganti

Hype
Hype totali: 0
ND.
nd