Anteprima Verdi! Genio italiano

Viaggio nella vita e nella musica di Giuseppe Verdi, in occasione del bicentenario della nascita del celebre compositore

anteprima Verdi! Genio italiano
Articolo a cura di

In occasione del bicentenario della nascita del grande musicista italiano Giuseppe Verdi, Rai3 sfida l'agguerrita programmazione della prima serata con un prodotto spiccatamente culturale, portando nelle case italiane il documentario Verdi! Genio italiano, realizzato dalla regista spagnola Maite Carpio con il sostegno produttivo di Rai ("La Grande Storia") e di Anthos produzioni.
Una ‘carrellata' di circa due ore in cui i luoghi e soprattutto le opere musicali del prolifico musicista italiano (simbolo e voce dell'Italia risorgimentale) convergono verso il ritratto complesso, ironico, sofferto e profondamente artistico di un'italianità che trovò (a cavallo dell'800) in Verdi uno dei suoi più fulgidi cantori. Attraverso un'ampia riflessione e i commenti (elaborati da grandi esponenti del settore, inclusa la testimonial del documentario, la soprano Renata Scotto) sulle numerose opere realizzate da Verdi e internazionalmente riconosciute come vere punte di diamante della produzione operistica (Nabucco, La traviata, Rigoletto, Aida, ma anche Ballo in maschera, Macbeth, Falstaff solo per citarne qualcuno) la Carpio attraversa gli stati d'animo dell'artista confrontandoli con quelli di un ottocento italiano che si caratterizza infine come un'epoca di profonda transizione. Transizione ed evoluzione che dunque si (ri)trovano e specchiano da vicino nella prolifica e ‘multitonale' vita di Verdi. Dalla precoce perdita della sua (prima) famiglia, passando per il sodalizio con il suo fidato cantore (il librettista Francesco Maria Piave) nonché la sua fondamentale e contrastata relazione con il soprano Giuseppina Strepponi, fino al suo amore per le proprie origini ‘contadine' (il musicista nacque il 10 ottobre del 1813 nella frazione di Roncole di Busseto) e la vita bucolica condotta presso la Villa di Sant'Agata, tutto entra a far parte di quel viaggio nella vita pubblica e privata di un Giuseppe Verdi che attraverso il racconto documentaristico si fa allo spettatore sempre più noto, intimo.

Va, pensiero

Attraverso stralci dei carteggi tra lo stesso Verdi e le persone a lui più vicine e care, le considerazioni dei suoi più noti estimatori (biografi e studiosi), Verdi! Genio italiano si configura come un'opera da un lato discorsiva e appetibile e dall'altro come un un'interessante riflessione capace di porre in risalto quell'estremo dualismo tra genio e fragilità che da sempre affligge i grandi maestri delle arti, specie nel loro inscindibile e controverso attaccamento con un pubblico che (infine e sempre) ne decreta successi o fallimenti, popolarità o decadenza. E proprio dalle profonde interconnessioni tra tumulti dell'ottocento italiano, vita nazionale e vita privata ‘verdiana' prendono corpo e (soprattutto) musica quelle storie di amori, tradimenti, passioni, tragedie che animano indistintamente l'opera omnia di Giuseppe Verdi. Un'opera (in ogni caso) così inscindibilmente elitaria e popolare, tragica e comica, passionale e coinvolgente da abbracciare uno specchio societario e temporale incredibilmente ampio; così ampio da rendere ancora oggi il tessuto narrativo e musicale della produzione verdiana spiccatamente moderno e aderente alle società contemporanee. Tale, infatti, fu la capacità del Maestro di veicolare il messaggio popolare a tutti i livelli della stratificazione societaria che lo stesso D'Annunzio disse di lui: "Diede una voce alle speranze e ai lutti. Pianse ed amò per tutti".
Per chi fosse dunque alla ricerca di una serata all'insegna della cultura e della musica, il documentario andrà in onda giovedì 10 ottobre in prima serata su Rai3.

Quanto attendi: Verdi! Genio italiano

Hype
Hype totali: 1
5%
nd