Anteprima Road To Ruins Film Festival 2011 in arrivo

Torna a Roma il punk tra musica e film

Articolo a cura di

Su queste pagine, già avevamo avuto modo di anticiparlo nei giorni scorsi, tramite la pubblicazione dell'apposito comunicato stampa.
Con oltre cento ore di proiezioni, concerti, eventi e performance, torna a Roma - dal 18 al 24 Novembre 2011 - il Road to ruins Film Festival, che, prendendo il nome da Road to ruin, titolo del quarto lp degli indimenticabili Ramones, è stato per ben dodici edizioni uno dei più importanti festival internazionali punk rock.
Diretto da Pier Paolo De Iulis e Anthony Ettorre e organizzato con il sostegno di Eastpak, Jack Daniel's, Deejay Tv, Flop Tv, il patrocinio di Roma Capitale, la collaborazione del Centro Sperimentale di Cinematografia-Cineteca Nazionale, del Goethe Institute e di Terre des Hommes, l'evento si propone quest'anno di trasformarsi da festival musicale a film festival, nel tentativo di raccontare il rock attraverso le immagini.
Un festival i cui responsabili amano definirlo "analogico", che puzza di anni Settanta, caratterizzato da un palcoscenico destinato a diventare anche schermo cinematografico, con lo sguardo che si estende sull'intero universo musicale, il quale ha come fulcro il rock in tutte le sue derivazioni.

Roma is a punk rocker

Quindi, sette giorni di programmazione che, per la prima volta in Italia, presenteranno le più stimolanti produzioni documentarie e di finzione del momento, le cui proiezioni - presso il cinema Farnese Persol, in Piazza Campo de' Fiori - saranno supportate da una serie di eventi distribuiti su tutto il territorio metropolitano, con presentazione di libri, showcase e concerti, set acustici, dj set, improvvisazioni, incontri con gli autori e performance che daranno forma ad un'esperienza culturale a 360°.
Si partirà la giornata inaugurale con Back and forth di James Moll, documentario sulla band dei Foo fighters accompagnato da un incontro cui prenderanno parte la conduttrice televisiva Elena Di Cioccio, il direttore di MTV Luca Di Gennaro e alcuni musicisti, tra i quali i Velvet.
Un week-end che vedrà protagonisti anche Francesco Montanari e Riccardo De Filippis - rispettivamente Libanese e Scrocchiazeppi nel Romanzo criminale televisivo - impegnati a presentare la nuova serie per il piccolo schermo Super G, mentre i Dressed to Kiss, storica cover band dei Kiss, si esibirà on stage anticipando il dibattito domenicale con Federico Guglielmi, Tito Schipa jr ed Enrico Ghezzi a proposito della rock opera italiana Orfeo 9, risalente al 1973 e che vede tra gli interpreti un giovane Renato Zero - oltre a una Loredana Berté nel ruolo di narratrice.
Soltanto un assaggio di quello che, fino al 24, vedrà protagonisti gli Afterhours con la serie on the road Jack on tour, realizzata per Deejay Tv, Chef Ragoo e Alcool Puro con showcase volti ad accompagnare la giornata sull'hip hop e le culture di strada, Carlo Lucarelli con Almost true, inverosimile genealogia del rock, e Sandra Milo, attesissima ospite della serata conclusiva per presenziare alla proiezione di W Zappatore, diretto da Massimiliano Verdesca. Un film di finzione, quest'ultimo, il cui interprete, come il titolo stesso lascia intuire, è lo stravagante chitarrista salentino Marcello Zappatore.
Senza dimenticare i documentari in anteprima Torino hardcore di Andrea Spinelli, incentrato sulla scena anni Novanta del capoluogo piemontese, e Vinylmania di Paolo Campana, che, distribuito da Cinecittà Luce, possiamo definire una sorta di mondo movie riguardante il vinile.
Per un'edizione che si espanderà un po' in tutta la città, individuando un altro punto nevralgico nel quartiere Pigneto, dove il cinema Kino sarà luogo di incontri, proiezioni e presentazioni di libri musicali curati dalla casa editrice Arcana; mentre il Micca Club, Forte Fanfulla e Dal Verme completeranno la programmazione del festival, tra le cui attese performance live va segnalata quella degli statunitensi Sonics, che si terrà il 23 Novembre presso il Circolo degli artisti.