Anteprima Il Cavaliere Oscuro

Il Joker ha estratto la sua carta: come promesso dal finale di Batman Begins, il secondo atto della reinterpretazione cinematografico-batmaniana ad opera di Christopher Nolan si avvicina.

anteprima Il Cavaliere Oscuro
Articolo a cura di

Il secondo atto della reinterpretazione cinematografico-batmaniana ad opera di Christopher Nolan si avvicina. Il Cavaliere Oscuro è infatti pronto per invadere le sale di tutto il mondo forte di un budget assolutamente di prestigio: ben 200 milioni di dollari sono stati infatti sborsati dalla Warner Bros. per portare a compimento le riprese di una pellicola già definita 'maledetta' a causa degli spiacevoli incidenti accaduti sul set durante la lavorazione. Su tutti, spicca l'incendio che ha devastato il tetto di un ex edificio postale nel bel mezzo di alcuni ciak, probabilmente dovuto ad un guasto relativo all'impianto di ventilazione. Per non parlare della tragica morte occorsa ad un tecnico degli effetti speciali durante le prove di una scena del film: era alla guida di un 4x4 prima di schiantarsi contro un albero. Ma, soprattutto, un po' come avvenne per Il Corvo di Alex Proyas, The Dark Knight, questo il titolo originale dell'opera, contiene l'ultima performance interpretativa di uno dei suoi protagonisti (anzi, la penultima se si tiene conto del nuovo lavoro di Terry Gilliam The Immaginarium of Dottor Parnassus). Parliamo infatti di Heath Ledger, il cui corpo venne rinvenuto esanime nel suo appartamento di SoHo a New York il 22 Gennaio 2008. Il giovane attore australiano, appena ventottenne, era, a quanto pare, in cura per la depressione ed ingurgitò un devastante cocktail di psicofarmaci auto-condannandosi a morte. La sua prova nei panni del Joker, i cui tratti caratteriali sono derivati dal Killing Joke di Alan Moore e Brian Bolland, viene ad ogni modo descritta come straordinariamente intensa, tragica, folle e decadente, in perfetta simbiosi insomma con il dramma legato al personaggio. Sarà tra i motivi principali che spingeranno il pubblico in sala assieme alla regia del già citato Nolan (reduce dall'ottimo The Prestige), all'immenso cast (oltre allo stesso Ledger fanno parte del gruppo Christian Bale, Micheal Caine, Gary Oldman, Aaron Eckhart, Maggie Gyllenhaal e Morgan Freeman) ed al devastante viral-marketing iniettato a forti dosi dalla 42 Entertainment in un world wide web completamente invaso da simboli iconografici di chiara ascendenza DC Comics. Sì perchè tra zucche halloweeniane ghignanti in pieno stile Batman, interi siti dedicati al procuratore distruttuale Harvey Dent (il futuro Due Facce) e schermate nere ad alto tasso di risatacce Joker-style in rollover, c'è stato sicuramente di che divertirsi piantandosi nel frattempo in testa l'intero universo immaginario di Gotham City. Per fortuna tale campagna promozionale non è stata limitata alla sola nascita di domini alla AcmeSecuritySystems.com, ma ha riguardato anche riviste e portali di prestigio dedicati al grande schermo. Una famiglia di creature gossippare capace di snocciolare, a partire dall'annuncio della fine delle riprese (11 Novembre 2007), interviste, poster, foto e trailer tratti dal film con un ritmo vertiginoso e parossistico, a cadenza quasi quotidiana. L'attesa nei confronti di Dark Knight è stata così in parte lenita ed anestetizzata da punti di sutura come fosse una ferita profonda. A conti fatti ci si chiede il motivo tale incontrollato panico pubblicitario, visto che il primo Begins ha incassato molto meno dei vari Spiderman, sicuramente meno gettonati mediaticamente parlando. Follia produttiva? Semplice dimostrazione di grandezza finanziaria? O sinistro timore riguardante la non completa copertura dei costi realizzativi? Di certo quando si parla di Batman il pubblico si attiva quasi fosse percorso da una carica elettrostatica. Il personaggio creato da Bob Kane ha un fascino particolare e provoca attrazione. Non è il solito supereroe e questo lo sanno tutti. E' oscuro, inquietante, ermetico, duro. Sicuramente meno solare ed energico di Superman ma parimenti efficace. Sarà la sensazione di notte perenne che suscita Gotham City o lo spettro di funesta insanità mentale che aleggia tra alcuni dei suoi acerrimi e storici nemici ma il franchise era, è e resta tremendamente 'cool'. Iniziate a prenotare i biglietti quindi, perché il 23 Luglio potreste non trovar posto nel mutiplex di fiducia.

Che voto dai a: Il Cavaliere Oscuro

Media Voto Utenti
Voti: 335
9
nd