Anteprima Deadpool

Deadpool, 'il Mercenario chiacchierone' sta per arrivare nei cinema di tutto il mondo con il suo carico di irriverenza e le sue folli avventure: conosciamolo meglio con questa anteprima.

anteprima Deadpool
Articolo a cura di
Marco Lucio Papaleo Marco Lucio Papaleo inizia a giocherellare sulle tastiere degli home computer nei primissimi anni '80. Da allora, la crossmedialità è la sua passione e sondarne tutti i suoi aspetti è la sua missione. Adora il dialogo costruttivo, vivisezionare le opere derivate e le buone storie. E' molto network e poco social, ma è immancabilmente su Google+.

Di supereroi ne abbiamo visti tanti al cinema negli ultimi anni. Qualcuno direbbe "pure troppi". Eppure il pubblico sembra continuare a gradire e, anzi, nel 2016 avremo un aumento esponenziale rispetto al 2015. Tra i tanti titoli che affolleranno le sale la nostra attenzione (e quella di molti lettori) è però particolarmente solleticata da Deadpool, nuova pellicola appartenente all'universo 'Mutante' di casa Marvel sviluppata da 20th Century Fox e in uscita tra un mesetto sia in Italia che negli States. Si tratta del progetto più travagliato dell'intera saga, dato che il personaggio era destinato a un film in solitaria già più di dieci anni fa per poi apparire, in maniera molto controversa, in X-Men Le Origini - Wolverine, nel 2009, venire presto "disconosciuto" da fan e produzione e poi tornare alla ribalta grazie al buzz mediatico suscitato da un filmato in CGI realizzato qualche anno fa come test. Fil rouge di tutta la vita cinematografica del personaggio è l'attore Ryan Reynolds, habitué dei cinefumetti e da sempre prima scelta per interpretare il Mercenario Chiacchierone. Sua la voce nel filmato in CGI, sua la parte nel film solitario di Wolverine, nuovamente suo il costume del supertizio in questo reboot, che si appoggia alla continuity "resettata" da X-Men - Giorni di un Futuro Passato. Ma cos'ha di tanto particolare Deadpool da differenziarsi dalla massa e attirare, come dicevamo sopra, la nostra attenzione?


Hola, me llamo Piscina de la Muerte

Ideato nel '91 come rip-off parodico di Deathstroke della DC Comics, Deadpool è un abile mercenario poliglotta dal terribile passato (e dalla lingua lunga) a cui viene offerta la possibilità di entrare nel Progetto Arma X sperimentando su di sé il fattore di guarigione di Wolverine, operando così un disperato tentativo di guarire da un cancro terminale. I terribili esperimenti, in un certo qual modo, funzionano, e Wade Wilson (questo il vero nome dell'assassino canadese) diviene virtualmente immortale... ma la sua malattia in realtà non viene debelleta ma solo tenuta a bada, con conseguenze orribili sulla sua epidermide, che deciderà dunque di nascondere sempre sotto un'attillata tuta comprensiva di cappuccio integrale. Il metabilismo impazzito, inoltre, gli procurerà diversi disturbi mentali ma anche riflessi accelerati e grande intelligenza. Insomma, una perfetta macchina per uccidere.


Il personaggio guadagna una propria dignità narrativa individuale quando viene ripensato in chiave metanarrativa, donandogli alcune strane peculiarità. È l'unico personaggio della Marvel a cui viene data, in pianta stabile, la consapevolezza di vivere un'esistenza fittizia all'interno del mondo della fiction, e quindi non solo si ritrova a parlare con le sue multiple coscienze, ma anche con il lettore/spettatore, rompendo di fatto la quarta parete con geniali effetti narrativi che vanno dal comico al surreale. Tutto ciò, unito al fatto che i suoi albi siano tra i più violenti e politicamente scorretti tra le produzioni Marvel, lo rendono irresistibile per il pubblico delle librerie ma abbastanza indigesto ai produttori cinematografici, che per inserirlo in un film "per tutti" (o quantomeno PG-13) devono operare significativi cambiamenti allo stesso... come si è visto ad esempio con lo scempio operato in Origins - Wolverine. Eppure, Fox ha deciso non solo di dare una seconda chance al personaggio, ma di portarlo al cinema senza censure, con un sonoro rating R.
Del resto, i trailer parlano chiaro: sangue a fiumi, battutacce a sfondo sessuale, irriverenza in ogni singolo fotogramma. Proprio come nel fumetto. E avviene raramente che si vogliano far contenti i fan di vecchia data piuttosto che il pubblico generalista. Oltretutto il film si incastra nella continuity della saga regolare, anche se non si sa ancora bene in che punto, anche se l'ambientazione è moderna e Colosso (preso in prestito da X-3 Conflitto Finale e Giorni..., ma con un altro attore nei suoi panni rispetto ai precedenti film: Andre Tricoteux) è adulto, il che fa pensare ad una certa contemporaneità.


Ma è tutto così folle e malleabile che non ci stupiremmo di nulla, forse. La campagna di marketing della pellicola, difatti, è stata tra le più pazze e divertenti degli ultimi anni, densa di poster parodia, video assurdi con Deadpool che fa fuori i presentatori degli show televisivi a cui fa visita, e un trailer definitivo violentissimo uscito, con molta irriverenza, proprio il giorno di Natale.


Chimichanga!

Insomma, curiosità a mille per un film di cui, in realtà, non si sa poi molto in termini di trama, che dovrebbe ricalcare le origini del personaggio con una discreta accuratezza inserendo anche elementi più attuali. Sappiamo che Wade, dopo essere "miracolosamente" divenuto Deadpool, si lancerà in uno scontro mortale contro chi lo reso un 'mostro': il sinistro Ajax e il suo entourage, nel quale annoveriamo la tenace Angel Dust (interpretata dalla tostissima Gina Carano), mentre tenta di difendere le uniche persone care che gli sono rimaste al mondo, l'amico Weasel (T.J. Miller) e l'amata Vanessa (Morena Baccarin). Ad aiutarlo, il già citato Colosso, l'ironica "vecchietta" Blind Al (Leslie Uggams) e la ribelle Testata Mutante Negasonica (Teenage Mutant Warhead) interpretata da Brianna Hildebrand. Visto anche il 'boost' ai poteri di Testata (che qui sembra dotata non solo di poteri mentali ma anche fisici) c'è il dubbio, però, che Angel Dust non sarà l'unica minaccia affrontata dal trio. L'altro dubbio (che speriamo si dimostrerà infondato) è che la pellicola si dimostri una mera versione infarcita di battutine di cattivo gusto e splatter gratuito di un film di supereroi qualunque, e non qualcosa di originale e graffiante come, ad esempio, Kingsman - Secret Service l'anno scorso, e come è il fumetto originale. Noi però siamo speranzosi, e attendiamo l'11 febbraio con ansia.

Che voto dai a: Deadpool

Media Voto Utenti
Voti totali: 53
8.3
nd