Wanted 2: Universal blocca Angelina Jolie dopo il flop di By the Sea

di
INFORMAZIONI FILM

L'ultimo lavoro di Angelina Jolie insieme con il marito Brad Pitt potrebbe costare non poco a Universal Pictures: By the Sea, infatti, si sperava potesse almeno recuperare i 10 milioni di budget spesi, ma lo scarso successo avuto finora non promette bene. La Jolie quindi dovrà sicuramente accettare una nuova proposta, che sembra essere Wanted 2.

Dopo due settimane di distribuzione in tutto il mondo il film non è ancora riuscito a tagliare la soglia del milione di incasso, fermandosi a circa 900.000 dollari, di cui soli 300.000 in patria e il resto fuori dagli Stati Uniti d'America. Oltre al budget speso per la realizzazione del film vanno aggiunti anche i 15 milioni di marketing spesi da Universal, che quindi si appresta a incassare un flop clamoroso. L'intenzione, a questo punto, è quella di recuperare con altre due pellicole, tenendo la Jolie a propria disposizione: la prima idea è quella di Wanted 2, il tanto agognato sequel che già nel 2010 l'attrice rifiutò dicendo «è difficile riportare in vita un personaggio morto».

Come piano B Universal avrebbe pensato anche a La Moglie di Frankenstein, per il quale si starebbe muovendo il produttore Brian Grazer, che avrebbe già presentato un'offerta alla regista e sceneggiatrice di By the Sea. Wanted, dal suo canto, uscì con il primo capitolo nel 2008, incassando 340 milioni di dollari a fronte dei 75 spesi per la realizzazione: un sequel sarebbe per Universal un colpo sicuro per recuperare dal recente flop.