The Bright Stream, in diretta dal Bolshoi

di

Continua la stagione del grande balletto in diretta via satellite nei cinema dal Bolshoi di Mosca e dall'Opéra di Parigi che Nexo Digital propone nelle sale italiane in alta definizione cinematografica e audio Dolby Digital 5.1 (elenco dei cinema su www.nexodigital.it).

Il 29 aprile alle 17 l'appuntamento è con The Bright Stream (Il Limpido Ruscello) che debuttò al Bolshoi di Mosca nel novembre 1935 con coreografie di Lopukhov. Il balletto è ambientato in una fattoria gestita dal popolo, dove sopraggiunge una comitiva di artisti invitati a rallegrare la festa organizzata dal Kolkoz in occasione della mietitura. In questa atmosfera serena cominciano flirt tra i convenuti e nascono piccoli idilli e conseguenti gelosie tra i lavoratori dei campi e gli artisti moscoviti, capeggiati da un'affascinante ballerina. Tutto, però, si appiana dopo che la ballerina mette in atto una gustosa burla, degna del Teatro dell'Arte: gli spasimanti vengono infatti fatti accoppiare ma, grazie ad abili travestimenti, in modo contrario ai loro desideri.Il balletto si rivelò immediatamente un successo ma venne rapidamente proibito dal regime per la leggerezza con cui raccontava la vita del Kolchoz. Perché The Bright Stream tornasse sul palcoscenico fu perciò necessario attendere il 2003.
Fedor Lopukhov (1886-1973)Ballerino, insegnante e coreografo, Lopukhov si formò alla Scuola Imperiale di San Pietroburgo. Divenuto ballerino si esibì sia in Russia che all'estero con la compagnia di Anna Pavlova. Fu direttore del Kirov e del Balletto del Bolshoi. Convinto della necessità di preservare sia la danza accademica che il repertorio costruito dai coreografi delle precedenti generazioni, si dedicò con grande attenzione al recupero dei classici tra cui la Bayadèra. Contribuì a fondare alcune compagnie e scrisse numerosi trattati e articoli sulla danza. Il Limpido Ruscello per il Maly gli valse l'accusa di formalismo da parte della Pravda (l'organo di stampa del Partito Comunista) e un lungo periodo di epurazione.
Alexei RatmanskyNato a Leningrado nel 1968, Ratmansky si è laureato presso il Collegio Accademico di Coreografia a Mosca nel 1986 ed è diventato ballerino della National Opera of Ukraine, del Canada's Royal Winnipeg Ballet e del Royal Danish Ballet. Nel 2003, il Teatro Bolshoi gli ha proposto di far rivivere The Bright Stream. La nuova coreografia si è rivelata un successo e Alexei Ratmansky è stato nominato direttore artistico del Bolshoi l'anno successivo. Ha ricoperto il ruolo sino al 2009.
Balletto in due attiMusica: Dmitri SHOSTAKOVICHLibretto: Adrian PIOTROVSKY e Fyodor LOPUKHOVCoreografia: Alexei RATMANSKYAllestimenti: Boris MESSERERLuci: Alexander RUBTSOVDirige l'Orchestra: Pavel SOROKIN
CastZina: Svetlana LUNKINAPyotr: Mikhail LOBUKHINBallerina: Maria ALEXANDROVABallet Dancer: RUSLAN SKVORTSOVAccordionist: DENIS SAVINOld Dacha Dweller: ALEXEY LOPAREVICHE con i ballerini solisti e il corpo di ballo del Bolshoi.
The Bright Stream, in diretta dal Bolshoi