Rose McGowan: sospeso l'account Twitter dopo le accuse a Weinstein e Affleck

di
L’account Twitter di Rose McGowan è stato sospeso per dodici ore dopo aver pubblicato un messaggio di accuse nei confronti di Harvey Weinstein, recentemente coinvolto nello scandalo lanciato dal New York Times, e di Ben Affleck.

La McGowan era stata una delle prime attrici, insieme ad Ashley Judd, ad accusare pubblicamente il potente produttore americano per molestie sessuali ed era anche una delle più attive sul social network. Ulteriori accuse sono state poi rivolte ad Affleck, colpevole di aver tentato di dissuaderla dal rendere pubblico lo scandalo.

L’attrice ha poi utilizzato il suo account Instagram per annunciare la sua sospensione da Twitter, scrivendo: “Twitter mi ha sospeso. Ci sono forze potenti al lavoro. Siate la mia voce. #RoseArmy".

Non sono quindi tardate le proteste nei confronti proprio del social network, che ha oscurato il profilo della McGowan, suggerendo che né gli account dei suprematisti bianchi né Donald Trump sono mai stati sospesi dal social, nonostante i numerosi messaggi provocatori.

TWITTER HAS SUSPENDED ME. THERE ARE POWERFUL FORCES AT WORK. BE MY VOICE. #ROSEARMY #whywomendontreport

Un post condiviso da Rose McGowan (@rosemcgowan) in data: