Marvel Studios: per Anthony Mackie il crossover con i serial non funzionerebbe

di
E siamo di nuovo qui a parlare di una questione un po' difficile da digerire per i fan della Marvel, soprattutto quando il motto dello studio - in passato - è sempre stato quello di "è tutto collegato".

Ma, se inizialmente (con Agents of S.H.I.E.L.D.) i piani erano quelli di espandere l'universo Marvel in tv (senza, però, poter far apparire i "pesi massimi" per via dei contratti e dei soldi), successivamente sembra che tv e cinema siano destinati a non incontrarsi mai e a vivere del "è tutto collegato" tramite citazioni varie tra l'una e l'altra che permettono, quantomeno, di dire che siamo ancora nello stesso universo.

In molti sono quelli che sperano un cameo almeno dei Defenders all'interno dei due prossimi Avengers ma, almeno al momento, la cosa sembra improbabile. Sia Kevin Feige, presidente della Marvel, che i vari showrunner e filmaker impegnati nei film e serial hanno spiegato che è quasi impossibile programmare una partecipazione dei personaggi televisivi nei film per via di differenti tempistiche tra la realizzazione di una pellicola e quella di una serie tv.

Ora Anthony Mackie (alias Falcon) afferma che, per lui, il crossover è praticamente impossibile in quanto non funzionerebbe: "Sono universi differenti, mondi differenti, design differenti. Kevin Feige è molto specifico sul come l'Universo Marvel cinematografico debba essere. Quindi non funzionerebbe, non del tutto".

Questo non vuol dire che non vedremo mai i Difensori al cinema. Feige ha spesso ribadito che, per forza di cose, prima o poi, i due 'universi' dovranno incontrarsi in quanto sarà inevitabile.