Marvel: Joss Whedon parla del suo coinvolgimento nei film, di Hulk e dei film Dc

di

In una nuova lunga intervista con Deadline, lo sceneggiatore e regista di The Avengers (e attualmente all'opera sul suo sequel e sul serial tv dedicato allo S.H.I.E.L.D.), Joss Whedon, ha parlato del suo coinvolgimento nei film dello studio, dei possibili film standalone dedicati al personaggio di Hulk e dei film della compagnia "rivale": la Dc Comics.

"Ho letto le sceneggiature, ho guardato i montaggi, ho parlato con registi e sceneggiatori e ho dato le mie opinioni. Occasionalmente potrebbe esserci una scrittura." spiega Whedon riguardo il suo coinvolgimento nei film dei Marvel Studios "Ma non sto cercando di intrufolarmi nei progetti degli altri, sto solo cercando di essere d'aiuto. Ogni volta che lavori ad un progetto è una piccola vacanza dal progetto a cui sta lavorando nelle altre 23 ore. E se io sono troppo stanco e non ce la faccio ad aiutarli, loro lo capiscono, va bene per loro.". Nelle settimane passate si è parlato parecchio di un possibile film standalone sul personaggio di Hulk, uno dei più amati all'interno del film corale The Avengers, ma le "smentite" da parte degli addetti ai lavori non sono tardate ad arrivare. Whedon ora spiega nuovamente la difficoltà di adattare questo personaggio al cinema: "Hulk è il personaggio più difficile che ha in mano la Marvel perché è sempre sul filo del rasoio. E' un eroe? E' un mostro? Devi andare a vedere un film in cui c'è il protagonista che cerca sempre di fermare la ragione per cui gli spettatori sono andati a vedere la pellicola? E' sempre una 'danza'. Non penso che i primi due film abbiano centrato l'obiettivo, ma non invidio i registi che mi hanno preceduto. E' stato più semplice fare un film con lui parte di un gruppo piuttosto che costruire un film tutto intorno a lui.". Whedon ha poi parlato del rumor riguardo Planet Hulk: "Credo non ci sia problema a trovare un film che abbia abbastanza Banner, anche se c'è Hulk. Ma se fai un film con solo Hulk per tutto il tempo, ad un certo punto Mark Ruffalo direbbe 'perché sono qui?'. Non mi andrebbe di affrontare una storyline in cui Hulk è sempre e solo Hulk. [...] Alla fine il centro di tutto è Banner. E la gente s'innamora di Banner perché penso che Mark conquisti il pubblico dalla prima sequenza in cui appare". Il regista e sceneggiatore ha poi parlato dell'universo della Dc Comics: "Ho amato Batman Begins cosi tanto e penso che Christopher Nolan abbia centrato il personaggio di Batman in un modo che nessuno aveva mai fatto prima d'ora. Non potrebbe essere più diverso di The Avengers, e gli universi della Marvel e della Dc sono cosi differenti tra loro. [...] Non è facile. I personaggi della Marvel, tranne Batman che è stato descritto come il personaggio 'Marvel' della Dc Comics, sono più semplici da adattare per il pubblico moderno. Superman, Wonder Woman, Lanterna Verde sono cosi troppo lontani da noi e i loro poteri sono amorfi e questo li rende 10 volte più difficili da adattare. Anche quando scrivi un combattimento, è più difficile scrivere di un combattimento con Thor rispetto ad uno con Captain America perché è cosi forte.". "Amavo quel che stavo facendo con Wonder Woman" spiega Whedon ricordando il suo progetto naufragato sul personaggio "Avevo scritto il film, i personaggi funzionavano, anche la struttura, ho consegnato un'altra stesura, l'hanno letta ed era finito. Non mi hanno nemmeno fatto una telefonata."
FONTE: Deadline
Quanto è interessante?
0