Marilyn Monroe, cinquant'anni e non sentirli

di
INFORMAZIONI FILM

"Se sei famosa, la gente crede di avere il diritto di dirti in faccia qualunque cosa, come se questo non potesse ferirti. A volte penso che sarebbe meglio evitare la vecchiaia e morire giovane. Ma vorrebbe dire non completare la propria vita, non riuscire a conoscersi completamente". Marilyn Monroe.

Al secolo, Norma Jeane Baker nasce a Los Angeles nel 1926 e viene trovata priva di vita nella sua casa di Brentwood, L.A, il 5 agosto 1962 ad appena 36 anni, presumibilmente si tratta di un caso di suicidio ma nel corso degli anni si sono rincorse le teorie piu' disparate, anche per dare un senso ad una tragedia del genere, ad oggi ricorre il cinquantesimo anniversario. L'attrice, oggi praticamente leggenda, dal 1947 ha lavorato con moltissimi registi tra cui Joseph L. Mankiewicz in "Eva contro Eva", Howard Hawk in "Gli uomini preferiscono le Bionde" e in "Niagara" diretto da Henry Hathaway con cui avvenne la consacrazione definitiva. Marilyn fu anche una donna molto amata e desiderata ed ebbe diverse relazioni sentimentali, sposò e divorziò dal campione di baseball Joe di Maggio, ebbe in seguito un filtr con Frank Sinatra e con il commediografo Arthur Miller, fu l'amante dell'allora Presidente degli Stati Uniti John Fitzgerald Kennedy e in seguito, del fratello Robert. Il mito che crebbe intorno a questa stella non fu soltanto di gioie, dietro alle luci colorate delle passerelle si celava una personalità insicura e bisognosa di certezze che però spesso scadevano nell'uso di farmaci antidepressivi ed alcol. Nonostante tutto "Non posso farmi condizionare dalle regole...io vivo le mie emozioni. C'è un solo piacere, quello di vivere" sempre di Marilyn Monroe.