Lucille Ball: Aaron Sorkin dirigerà il biopic con Cate Blanchett

di

Cate Blanchett non è, apparentemente, soddisfatta degli Oscar vinti fino a ora: sono due, per adesso, con The Aviator e Blue Jasmine, ma ora l'attrice australiana punta al terzo, che può essere realtà grazie al biopic su Lucille Ball.

Il primo oscar l'attrice lo vinse sotto la direzione di Martin Scorsese, che la volle accanto a Leonardo DiCaprio in The Aviator, mentre l'anno scorso a premiarla è stata la pellicola diretta e scritta da Woody Allen: ora, per il suo nuovo ruolo in Carol di Todd Haynes, si torna a parlare di un altro Oscar, arricchito ancora di più dalla possibilità di vederla presto nei panni di una delle icone della commedia americana degli anni '50.

Diretta da Aaron Sorkin, che negli anni ha messo la firma su kolossal come The Social Network e, di recente, Steve Jobs, oltre a Moneyball e Codice d'onore, per citarne alcuni, la pellicola sarà prodotta da Jenna Block di Escape Artists e dai due figli della Bell (Lucy Arnaz Jr. e Desi Arnaz Jr.). Il fulcro delle vicende sarà intorno ai vent'anni di matrimonio dell'attrice con Desi Arnaz, padre dei suoi due figli e uomo col quale ha condiviso lo show televisivo andato in onda negli anni '50 intitolato Lucy ed io, che in America era distribuito come I Love Lucy. Poi il divorzio, nel 1960, bloccò la favola che verrà raccontata da Sorkin. Il regista sarà al cinema a gennaio con il nuovo film su Steve Jobs, mentre la Blanchett affiancherà Rooney Mara nel già citato Carol.