Roma 2014

Il Festival Internazionale del Film di Roma coinvolge l’intera città

di

La  nona edizione del Festival Internazionale del Film di Roma coinvolgerà tutta la città di Roma. Accanto all’Auditorium Parco della Musica, cuore pulsante della manifestazione con le sue sale di proiezione, gli spazi dedicati agli incontri e alle mostre e il Villaggio del Cinema, numerosi altri luoghi ospiteranno segmenti della programmazione del Festival.

La pre-apertura della nona edizione avrà luogo alla Casa del Cinema in collaborazione con Ripley's Film, Istituto Luce – Cinecittà e Centro Sperimentale di Cinematografia: Prima della rivoluzione, secondo lungometraggio del Premio Oscar® Bernardo Bertolucci, sarà proiettato in copia 35mm appositamente stampata dal negativo originale il 15 ottobre, in occasione dei cinquanta anni (stesso giorno, stessa ora) dell’uscita nelle sale. L’evento a inviti anticipa la rassegna pubblica organizzata da Casa del Cinema che, in novembre, programmerà una rassegna dedicata ai più significativi film italiani usciti nel 1964. La proiezione di Prima della rivoluzione sarà preceduta da Casarola, un documentario di sette minuti sulle origini della famiglia Bertolucci, diretto da Lorenzo Castore e prodotto da Young Films. Il cortometraggio verrà inoltre mostrato il 20 ottobre in Sala Sinopoli, prima della proiezione di Obra di Gregorio Graziosi.

Al MAXXI – Museo nazionale delle arti del XXI secolo, si svolgerà una parte degli Eventi Speciali della nona edizione (proiezioni, incontri e tavole rotonde) e il palinsesto di Wired Next Cinema powered by Mazda, spazio dedicato ai nuovi linguaggi dell’audiovisivo (senza distinzione di genere, durata, formato). Il Museo ospiterà inoltre il party inaugurale a inviti del Festival realizzato con Wired Next Cinema: protagonisti della serata i Subsonica con un dj set.

L’area di via Veneto accoglierà dal 17 al 21 ottobre, proiezioni, convegni, incontri e attività del Mercato Internazionale del Film di Roma (The Business Street e New Cinema Network): i luoghi coinvolti saranno l’Hotel Bernini Bristol, la Casa del Cinema e il multisala Barberini dove, oltre alle proiezioni per i professionisti dell’industria cinematografica, saranno presentati in replica tutti i film che avranno la loro prima all’Auditorium. Un luogo prestigioso come l’Ara Pacis ospiterà invece la festa inaugurale del Mercato in collaborazione con Cinema do Brasil e INCAA (Instituto Nacional de Cine y Artes Audiovisuales), istituti di promozione delle cinematografie di Brasile e Argentina, paesi protagonisti dello speciale focus di The Business Street. La serata, durante la quale l’Ara Pacis sarà “colorata” da una particolare tecnica di proiezione tridimensionale, sarà animata da un dj set di No One.

Venerdì 24 ottobre alle ore 18, il teatro Argentina ospiterà un incontro pubblico sul tema “Shakespeare e il cinema” con il regista indiano Vishal Bhardwaj che sarà al Festival con il suo nuovo film, Haider, ispirato all’Amleto. Bhardwaj dialogherà con Antonio Calbi, direttore del Teatro di Roma, Nadia Fusini, una delle più autorevoli studiose di Shakespeare, i registi Andrea Baracco e Veronica Cruciani, che hanno affrontato l’opera in due spettacoli di prosa. Il film costituisce il terzo capitolo della trilogia shakespeariana di Bhardwaj,composto da Maqbool (2003) e Omkara (2006), che saranno proiettati lunedì 20 ottobre in Sala Squarzina (ore 15).

Il Festival, come già avvenuto con Di Caprio nel 2006 e Sylvester Stallone nel 2012, porterà nei diversi quartieri della città un altro grande attore, Tomas Milian, premiato quest’anno dal Festival con il Marc’Aurelio Acting Award. Alle ore 11 di sabato 18 ottobre, presso il Teatro Lido di Ostia (via delle Sirene 22), Tomas Milian incontrerà gli studenti delle scuole superiori di Ostia e il pubblico; lo stesso giorno si recherà nel quartiere Laurentino, ospite del Centro Culturale “Elsa Morante”, dove alle 19.30 si terrà un dibattito pubblico.

Continuando la collaborazione con l’Istituzione Biblioteche di Roma, durante il periodo del Festival una selezione di biblioteche mostrerà le repliche di documentari della linea di programma Prospettive Italia: a seguire autori e protagonisti incontreranno il pubblico. Martedì 21 ottobre alle ore 17.30, la biblioteca “Pier Paolo Pasolini” (Viale dei caduti per la Resistenza 410/a) ospiterà Looking for Kadija di Francesco G. Raganato, mentre il 22 ottobre (ore 17.30), presso la biblioteca “Franco Basaglia” (Via Federico Borromeo 67), si potrà assistere alla proiezione del documentario Roma Termini di Bartolomeo Pampaloni. Il giorno successivo alle ore 17.30 presso Vaccheria Nardi (Via di Grotta di Gregna, 27) sarà proiettato Meno male che è lunedì di Filippo Vendemmiati, venerdì 24 ore 17.30 sarà la volta de L’orologio di Monaco di Mauro Caputo presso la biblioteca “Gianni Rodari” (via Francesco Tovaglieri 237).

Il Teatro di Rebibbia celebrerà la memoria di Enrico Maria Salerno nel ventennale della scomparsa. Dopo la consegna del Premio Enrico Maria Salerno a Dario Argento, il 18 e il 20 ottobre, grazie a Rai Movie e Moviextra, si terrà la proiezione di Take Five di Guido Lombardi, in Concorso al Festival di Roma nel 2013, interpretato da tre artisti che hanno conosciuto il dolore della detenzione: Gaetano di Vaio, Carmine Paternoster e Salvatore Striano.

Fra gli eventi benefici, il 23 ottobre presso Open Colonna – Palazzo Esposizioni, la Fondazione Telethon organizzerà una gala dinner di solidarietà a cui parteciperanno personalità del mondo imprenditoriale e cinematografico.
Il giorno successivo, presso la terrazza dell’Hotel Boscolo Exedra di Roma, verrà organizzata una serata speciale, voluta da Mediafriends Onlus, dedicata al film premio Oscar® La grande bellezza, durante la quale verranno battute all’asta venti opere, un abito di scena di Cesare Attolini indossato da Toni Servillo e altri significativi memorabilia del film.

Nel programma delle Risonanze, “La Scatola Chiara” organizzerà nei giorni del Festival, visite guidate in città alla scoperta delle location dei film neorealisti (e non solo): dal Portico d’Ottavia a Campo de’ Fiori, dal Pigneto a via Casilina, dal Quadraro al Mandrione, numerosi percorsi attraverso i luoghi resi celebri da grandi cineasti come Roberto Rossellini, Pietro Germi, Pier Paolo Pasolini, Federico Fellini, Mario Monicelli.

La circuitazione regionale della nona edizione inizierà durante il periodo del Festival a Rieti: al cinema Teatro Moderno si terrà la proiezione di uno dei film più attesi al Festival, Buoni a nulla di Gianni Di Gregorio. In novembre, una scelta dei film della nona edizione sarà proiettata a Viterbo e Civitavecchia e in altre località della provincia di Viterbo e Roma, in collaborazione con le associazioni cinematografiche del territorio.

Le mostre della nona edizione: gli scatti più suggestivi dal set de La grande Bellezza, un omaggio a Kate Barry, Asia Argento “La strega rossa”

La grande bellezza
Auditorium Parco della Musica - Foyer Sinopoli 16|25 ottobre
Dopo il successo riscosso lo scorso anno dall’evento benefico “La migliore offerta”, ispirato all’omonimo film di Giuseppe Tornatore, Mediafriends e Festival Internazionale del Film di Roma presentano, nell’ambito della nuova edizione del Festival Internazionale del Film di Roma, un’importante iniziativa benefica ispirata al film premio Oscar “La Grande Bellezza”. Dal 16 al 25 ottobre, nel foyer della Sala Sinopoli, presso l’Auditorium Parco della Musica, saranno esposte al pubblico centocinquanta opere, tra foto di scena e frame originali del film di Paolo Sorrentino che, già nel corso della mostra, potranno essere acquistate dal pubblico a fronte di un’offerta. Il 24 ottobre, inoltre, nell’Hotel Boscolo Exedra di Roma, verrà organizzato un evento speciale a scopo benefico: durante la serata, verranno battute all’asta venti opere, un abito di scena di Cesare Attolini indossato da Toni Servillo e altri significativi memorabilia del film. Inoltre, nel periodo della mostra saranno disponibili, presso lo spazio espositivo, l’edizione limitata del cofanetto de “La Grande Bellezza – La Mostra” contenente il dvd del film, il cd della colonna sonora, il catalogo della mostra e una replica di una delle pochette utilizzate nel film da Toni Servillo, fornite da Mariano Rubinacci. L’obiettivo dell’iniziativa “La Grande Bellezza” è supportare FIRA (Fondazione Italiana per la Ricerca sull’Artrite), una ONLUS che promuove la raccolta di fondi da destinare alla ricerca sulle artriti e le altre malattie reumatologiche. Attualmente FIRA ha deciso di avviare un progetto di finanziamento per giovani ricercatori italiani di talento impegnati nello sviluppo di nuovi marcatori biologici nelle malattie reumatiche.

Actrices - Omaggio a Kate Barry
Auditorium Parco della Musica - Foyer Petrassi 16|25 ottobre
Star del cinema che affascinano e abbagliano, ritratti che portano la firma di Kate Barry. Donne, soprattutto francesi, alcune delle quali hanno un forte legame con l'Italia, come Catherine Deneuve e Isabelle Adjani. Altre sono italiane d'origine, come Monica Bellucci o Sofia Coppola. Grazie al talento dell'artista, si sono lasciate andare a una sorta di abbandono non comune. Da cui nascono alcuni clichés, privi di artificio, sobri e potenti. Nata nel 1967, figlia di John Barry e di Jane Birkin, Kate Barry è morta nel dicembre 2013. La mostra, dedicata alla sua memoria, è un omaggio alla sua opera. Curata da Aline Arlettaz, giornalista e fotografa, è prodotta dall'Institut Français in partenariato con Roman de Kermadec, il figlio dell'artista. L'Institut Français, che riceve il sostegno di Axa, si occupa anche della diffusione internazionale della mostra. L’Institut Français è presente in Italia grazie all'Institut Français Italia, a Milano, Firenze, Roma, Napoli e Palermo.

Asia Argento: la strega rossa
Auditorium Parco della Musica - Foyer Santa Cecilia 16|20 ottobre
Sala stampa 16-25 ottobre 2014 (riservata accreditati)
"Asia Argento: la strega rossa" è un volume fotografico pubblicato dal Centro Sperimentale di Cinematografia e Edizioni Sabinae. Il libro racconta il talento poliedrico di Asia Argento, disegnando un ritratto completo del suo mondo artistico, professionale e spirituale, non solo attraverso immagini dei suoi film, ma anche con disegni, racconti e scatti fotografici privati dell’artista. Una sezione del volume è dedicata al reportage di Stefano Iachetti, autore del libro, sui set di Era di marzo e Incompresa. Le fotografie ritraggono l’artista in azione e mostrano il suo lato meno glamour e più vero, lontano dall’icona pop e trasgressiva a cui siamo abituati, e sono anche protagoniste della mostra allestita nel foyer della sala Santa Cecilia e nella Sala stampa - Spazio Risonanze. Il volume sarà presentato in occasione dell’incontro dell’artista con il pubblico, che si terrà il 18 ottobre alle ore 16 al MAXXI - Museo nazionale delle arti del XXI secolo (ingresso libero).