Caso Weinstein: Lindsay Lohan difende il produttore accusato di molestie

di
In queste ore stanno uscendo numerose testimonianze e prese di posizione nette di condanna nei confronti del produttore Harvey Weinstein, accusato da numerose donne di molestie sessuali nel corso di lunghi decenni. Un comportamento smascherato da un articolo del New York Times, che ha innescato un'autentica bomba mediatica in quel di Hollywood.

Tra le tante testimonianze si è però levata una voce fuori dal coro. Lindsay Lohan, sul suo profilo Instagram, ha pubblicato due post (in seguito cancellati) nei quali dichiarava che "tutto quello che sta succedendo non è giusto. Sto male per Harvey Weinstein, non credo che sia giusto ciò che gli sta accadendo. E credo che sua moglie, Georgina, debba fare un passo indietro e rimanere a fianco del marito."
Lindsay Lohan ha lavorato in film prodotti dalla Weinstein Company, ovvero Bobby di Emilio Estevez e Scary Movie V di Malcolm D. Lee, e afferma di non aver mai subito molestie dal produttore, in questo momento in Europa, entrato in una rehab per malattie sessuali.



FONTE: Variety
Quanto è interessante?
4