Eva no duerme

Eva no duerme

Nelle sale Italiane dal: 2015

Regia:
Pablo Aguero
Genere:
Drammatico
Interpreti:
Gael Garcia Bernal
ND.

Inserisci il tuo voto

  • Eva (detta Evita) Perón, uno dei personaggi più osannati e bistrattati della storia d'Argentina, diventa First Lady a soli 27 anni e muore precocemente a 33 per un tumore. Vera guida spirituale del Paese in quegli anni, ovvero durante il governo del marito - Presidente Juan Domingo Perón - Evita Perón rappresenta uno di quei personaggi così carismatici, dallo spirito permeante, che nemmeno la morte potrà scalfire. Al decesso, le sue spoglie verranno affidate alle mani di un imbalsamatore esperto (dottor Pedro Ara) perché il suo copro resti immortale al tempo, e poi poste in una bara chiusa da un vetro trasparente ed esposte alla Segreteria del Lavoro. In suo onore, la fila di cittadini mobilitatisi per l'ultimo commiato all'ex first lady sarà infinita. In un secondo momento, in seguito alla deposizione di Peron dalla carica di Presidente, il cadavere verrà sequestrato e girerà per mesi attraverso gli edifici militari prima di sparire definitivamente in Europa (ed essere poi seppellito al cimitero Maggiore di Milano), in modo da scampare il pericolo paventato dai militari di "Revolución Libertadora", ovvero che qualsiasi fosse stato il posto destinato a ospitare quei resti si sarebbe trasformato in un luogo di culto. Tra i più ossessionati dall'eliminazione del corpo della ex first lady c'era l'ammiraglio Emilio Massera (interpretato in questo Eva no duerme del regista Pablo Aguero da Gael Garcia Bernal), legato alla donna da un odio così radicato, da volerla a tutti i costi fuori dal Paese. Solo ventisei anni dopo, nel 1974, dopo una lunga battaglia di recupero del corpo, Evita Peron tornerà finalmente in Argentina, proseguendo almeno idealmente quel ruolo di guida spirituale che le era stato assegnato tanti anni prima.

    Articoli

      Eva no duerme Roma 2015
      6.5
      recensione 12:00, 15 Dicembre 2015

      Eva no duerme

      Il regista argentino Pablo Agüero ripercorre il controverso 'viaggio' di Evita Peron nel suo post mortem: un film dallo stile forte e rigoroso in cui forma e contenuti non sembrano viaggiare sempre sulla stessa frequenza.

    Immagini

    INDICE IMMAGINI

    Immagini Eva no duerme Immagini Eva no duerme Immagini Eva no duerme Immagini Eva no duerme Immagini Eva no duerme Immagini Eva no duerme Immagini Eva no duerme Immagini Eva no duerme