Marvel

Visione: la storia cinematografica dell'androide protettore dell'umanità

Ripercorriamo l'arco narrativo nell'MCU del Vendicatore metà androide, metà A.I., custode della Gemma della Mente.

speciale Visione: la storia cinematografica dell'androide protettore dell'umanità
Articolo a cura di

Visione è un prodotto di laboratorio creato da Ultron con l'aiuto della Dottoressa Helen Cho, assoggettata appositamente per lo scopo. L'intento del robot è distruggere gli Avengers - in particolare Tony Stark che l'ha concepito - e cancellare l'umanità dalla faccia della Terra. Il titolare del ruolo di Visione è lo straordinario Paul Bettany, la cui voce ci ha finora accompagnati nell'MCU come l'AI di Stark, J.A.R.V.I.S. , che è ora un "pezzo" della totalità di Vision. Ma andiamo con ordine.

Come nasce il nome di Visione: Comics vs. Film

I "papà" cartacei di Visione sono Roy Thomas, Stan Lee e John Buscema (la seconda iterazione è quella di cui ci occupiamo noi, benché il personaggio abbia visto più volte la "luce", come spesso avviene nei fumetti), e lo si vede per la prima volta in The Avengers Vol. 1 n. 57, dell'ottobre 1968. La storia dei fumetti differisce da quella cinematografica, ma un dettaglio interessante è la nascita del nome del personaggio, chiamato Visione per la reazione di stupore che, vedendolo per la prima volta, ebbe la Wasp originale, Janet van Dyne, moglie di Henry Pym, la quale lo descrisse proprio come una "Visione ultraterrena". Per quanto invece riguarda l'MCU, tutto parte da Thor (Chris Hemsworth): il Dio del Tuono raggiunge gli Avengers mentre si azzuffano per evitare che Tony (Robert Downey Jr.) dia vita al corpo dell'androide rubato ad Ultron (questi lo aveva creato con l'intento di renderlo la "sua" forma corporea definitiva, potentissima poiché costituita da vibranio e dotata di immenso potere grazie a una delle Gemme dell'Infinito, quella della Mente), e usa il Mjolnir per svegliarlo dalla teca. L'Odinsson spiega poi ai compagni di aver "avuto una visione" riguardante la gemma e la distruzione del mondo. Da quel momento in poi, e dopo che Cap chiede il motivo per il quale "La Visione" abbia la stessa voce di J.A.R.V.I.S., il nome del nuovo Vendicatore resterà tale per tutti quanti. Per la cronaca, come spiega Stark, la matrice del suo assistente virtuale è stata inserita nel corpo dell'androide e per questo ha la stessa voce dell'AI.

Un nuovo Vendicatore

"Io sono dalla parte della Vita, Ultron non lo è." Visione - Avengers: Age of Ultron.
Poco dopo la sua "nascita" Visione cerca di capire qualcosa di sé, ma è ovviamente confuso. Ciò che sa per certo è che il suo intento non è quello di distruggere la razza umana come vuole invece fare Ultron, il che fa pensare agli Avengers, ancora sotto shock per la comparsa di questa strana creatura, che possa schierarsi dalla loro parte. Banner, tuttavia, è ancora dubbioso e non lo nasconde: ogni perplessità viene fugata quando, con nonchalance, l'androide passa a Thor il suo martello, così, come fosse un posacenere. Degno è degno: Chapeau!
"Non sono come voi, non come intendevate. È difficile convincervi a fidarvi di me, ma dobbiamo andare." Visione ai Vendicatori prima della battaglia di Sokovia. - AOU

La presenza di Visione si rivela fondamentale per distruggere il malefico Ultron e sarà proprio lui, dopo aver combattuto al fianco dei Vendicatori per scongiurare la fine del mondo a causa dello schianto di Sokovia, ad uccidere l'ultimo clone all'interno del quale il robot ha trasferito la sua matrice. Il tutto padroneggiando sempre di più la Gemma della Mente, parte del suo corpo e oggetto misterioso dal potere inimmaginabile.

Un non umano tra gli umani

"Gli umani sono strani. Credono che l'ordine e il caos siano in qualche modo opposti, e cercano di controllare ciò che non si può. Ma c'è grazia nei loro fallimenti, questo non l'hai compreso." ... "Una cosa non è bella perché dura nel tempo. È un privilegio essere tra di loro." Visione a Ultron. Visione non comprende ancora appieno gli esseri umani, ma ne percepisce il variegato range di emozioni. Il voler essere umano è un tratto distintivo del personaggio, non solo nei fumetti, ma anche nei film in cui l'abbiamo visto finora. Alla fine di Avengers: Age of Ultron l'androide diventa ufficialmente membro degli Avengers ed è considerabile come una sorta di "saggio" super partes che riesce a vedere il quadro generale delle cose, senza farsi trasportare dalle emozioni. Del resto è una creazione di laboratorio... La questione però, lentamente, è destinata a cambiare, con la sua crescita e la sua evoluzione.

L'affezione nei confronti di Scarlett Witch e i sentimenti umani.

"Come è successo?
Mi sono distratto.
Non credevo che potesse accadere.
Nemmeno io."

Tony Stark e Visione - Captain America: Civil War.

Visione è un androide, un mix incredibile tra intelligenza artificiale (J.A.R.V.I.S.), un corpo di vibranio (praticamente indistruttibile), e un artefatto cosmico (una delle Gemme dell'Infinito). Il suo corpo ha fattezze umane, ma si percepisce chiara la sua "diversità" esteriore, nonostante non appaia come un mostro (anzi!). Premesso questo, è importante chiarire che, almeno all'inizio, il comportamento di Visione non è influenzato dalle emozioni, bensì dal buonsenso che riescono ad avere solo gli individui non coinvolti personalmente negli accadimenti, oppure le macchine.
Quando in Captain America: Civil War la storia inizia a prendere la piega che porterà gli Avengers a schierarsi in due fazioni opposte, Visione, obiettivamente, ritiene che i Vendicatori debbano essere controllati dalle Nazioni Unite perché la loro stessa esistenza si pone come una potenziale minaccia per l'umanità che proteggono: avere gli eroi più potenti della Terra significa anche attirare minacce fuori scala, e il controllo è ciò che serve per scongiurare "catastrofi", come egli stesso le chiama. Incredibilmente Steve Rogers (Chris Evans), non è d'accordo a piegarsi al potere costituito (lui, che dell'obbedienza agli ordini ha fatto la sua ragione di vita), e decide di non firmare i famigerati Accordi di Sokovia, diventando di fatto un fuorilegge, poiché convinto che gli Avengers debbano decidere per proprio conto le missioni in cui imbarcarsi.

Ciò che succede a Visione, nel corso della vicenda di CW, è altalenante: l'androide continua a "contrastare" le azioni di Captain America (che nel frattempo si è buttato a capofitto nella missione "Salvate il soldato Bucky"), asserendo di comprendere le intenzioni della Sentinella della Libertà e, tuttavia, additandole come irresponsabili; contemporaneamente lo si vede provare dei sentimenti sempre più profondi verso Scarlet Witch, sia all'inizio della pellicola - quando afferma "Voglio che il mondo ti veda come ti vedo io." - che alla fine quando, distratto da Wanda, ferisce accidentalmente e "quasi mortalmente", War Machine, membro del Team Iron Man proprio come lui. Ciò dipende dal potere della Gemma della Mente - posizionata al centro della fronte di Visione - un oggetto senziente in grado di donare coscienza e libero arbitrio a Visione, che di conseguenza comprende ed esperisce le sensazioni e le debolezze umane.

La minaccia di Thanos e il futuro di Visione

Alla fine di Civil War quindi, Visione deve fare i conti con il senso di colpa che ha portato Rhodey vicino alla morte, che gli ha provocato una paralisi di ancora non accertata entità (perlomeno da noi). Il personaggio si rende conto del fatto che avere dei legami può portare a comportarsi irrazionalmente poiché, nel momento del coinvolgimento emotivo, le emozioni hanno il sopravvento e la lucidità mentale viene meno. Lui, avendo a cuore la salvezza di Wanda Maximoff, non presta la dovuta attenzione quando scaglia il fascio di luce della Gemma della Mente verso il bersaglio indicato da Stark - Falcon - e colpisce invece War Machine, posizionato sulla stessa traiettoria di Sam Wilson che, con rapidità, schiva il colpo. È un fatto accidentale, naturalmente, ma la sua natura di androide avrebbe dovuto evitare un errore simile. Lui, del resto, non è una macchina come le altre, è un essere che, probabilmente, non può neppure essere classificato e, se in Avengers: Infinity War saranno ripercorsi alcuni degli episodi fumettistici, quello tra Visione e Scarlet Witch sarà un legame molto più profondo della semplice amicizia.

Ma, e in molti si sono fatti la stessa domanda, se Thanos, il villain della prossima pellicola sui Vendicatori, riunirà tutte le Gemme dell'Infinito per compiere il suo folle piano di conquista dell'Universo, che ne sarà di Visione? Per vincere la "sua" guerra il terrificante alieno dovrà posizionare le gemme sul Guanto dell'Infinito e, per farlo, dovrà rimuovere la Gemma della Mente dalla fronte di Visione. Se questo fatto porterà o meno alla morte dell'eroe non possiamo ancora dirlo con certezza. Una sorta di risposta l'hanno data, al D23, sia Bettany che la Olsen, ponendo un'altra domanda: "È davvero la Gemma che lo tiene in vita?" Loro non l'hanno detto. Di certo, la faccenda non sarà di facile risoluzione e noi dovremo aspettare le due prossime pellicole dedicate ai Vendicatori per conoscere la sorte di Visione, Avengers: Infinity War e Avengers 4.
Stay Tuned!