Speciale Top 10 film biografici sui musicisti

In occasione dell'uscita del documentario sulla sfortunata musicista Amy Winehouse e l'attuale grande attenzione di pubblico e produttori al genere, riscopriamone i titoli più significativi.

speciale Top 10 film biografici sui musicisti
Articolo a cura di
Marco Lucio Papaleo Marco Lucio Papaleo inizia a giocherellare sulle tastiere degli home computer nei primissimi anni '80. Da allora, la crossmedialità è la sua passione e sondarne tutti i suoi aspetti è la sua missione. Adora il dialogo costruttivo, vivisezionare le opere derivate e le buone storie. E' molto network e poco social, ma è immancabilmente su Google+.

Nelle giornate del 15, 16 e 17 settembre arriva nei cinema Amy, il bel documentario sulla celebre Amy Winehouse, prematuramente scomparsa nel 2011. Il film, diretto da Asif Kapadia, come ogni documentario musicale che si rispetti, racconta sia il lato artistico che quello umano del personaggio, ricorrendo sia a materiali inediti che a filmati di repertorio e interviste esclusive. Quello del biopic a sfondo musicale, c'è da dire, è un genere attualmente molto fiorente e, spesso grazie ad eventi speciali di pochi giorni, possiamo goderne della visione in sala e non più solo in tv o in home video. Negli scorsi mesi abbiamo visto pellicole come Cobain: Montage of Heck, Eden e Backstreet Boys: Show 'Em What You're Made Of, ma da qui al mese prossimo sono diverse le proposte del genere. Il nostrano Vasco Rossi sarà presto protagonista de Il decalogo di Vasco, presentato alla Mostra del Cinema di Venezia e in onda su RAI 3 il prossimo 26 settembre, in seconda serata. E ancora, al cinema, arriverà l'8 ottobre Janis, dedicato naturalmente alla grande artista rock-blues Janis Joplin. Prima ancora, il 1 ottobre, uscirà non un documentario ma un film biografico dedicato ad alcuni dei più grandi rapper della storia: Straight Outta Compton, campione d'incassi negli USA e molto atteso dagli appassionati anche nel nostro Paese. Guardando al passato, comunque, il genere è davvero sterminato, e abbiamo pensato di regalarvi una piccola classifica di film o documentari biografici "imperdibili". Siete d'accordo con noi? O volete suggerirci qualche titolo? Fatecelo sapere nei commenti e rispondendo al sondaggio sul forum!

Michael Jackson's This Is It

Cominciamo con un film controverso su una figura controversa ma dai meriti artistici innegabili. Michael Jackson's This Is It di Kenny Ortega sfrutta materiale d'archivio "freschissimo" realizzato nel backstage dell'ultimo tour che la popstar più grande di sempre stava preparando poco prima della sua misteriosa morte. Realtà e possibilismo, naturalmente, si confondono, ma il materiale filmico riesce a interessare non solo i fan ma anche il grande pubblico, in un documentario atipico che traccia non solo gli ultimi giorni dell'artista ma anche quello che voleva essere il suo nuovo spettacolo e non è mai stato.

Great Balls of Fire! - Vampate di fuoco

Questo, probabilmente, i più giovani non lo ricorderanno, e la critica non fu gentile all'epoca, ma nell'89 fece scalpore per aver portato sul grande schermo la figura di Jerry Lee Lewis, grande "rivale" di Elvis Presley la cui fama musicale finì per essere oscurata dal suo scandaloso matrimonio con la cugina appena tredicenne. Il film, in effetti, era piuttosto semplicistico a livello strettamente biografico, ma ci piace ricordarlo per la mitica (e molto sopra le righe) scena in cui uno scatenato Dennis Quaid interpreta la canzone che dà il titolo alla pellicola.

Sex Pistols - Oscenità e furore

Conosciuto anche col titolo originale The Filth and the Fury, questo documentario del 2000 è la seconda incursione del regista Julien Temple nel mondo dei Sex Pistols dopo The Great Rock and Roll Swindle, di vent'anni prima. Il film, la cui colonna sonora è raccolta sull'album omonimo, racconta la nascita, l'esplosione e la successiva "morte" della celebre rock band, partendo dai sobborghi di Londra fino ad arrivare ai fatti di San Francisco. Un film da vedere e da ascoltare.

La vie en rose

Olivier Dahan, nel 2007, mette in piedi un biopic singolare sulla cantante francese più famosa di sempre: Édith Piaf, interpretata da un'irriconoscibile Marion Cotillard. Evitando l'agiografia e le facili lodi alla straordinaria voce dell'artista, Dahan si concentra nel rappresentare una figura sfaccettata quanto sfortunata, divina e umana in ogni suo istante, supportato in questo dalla sempre bravissima Cotillard.

Buena Vista Social Club

Il leggendario club-orchestra cubano dà il titolo al magistrale documentario musicale di Wim Wenders del 1999, volto a far conoscere al mondo le meraviglie sonore prodotte in quel di Cuba ma, in pratica, rimaste confinate nel paradiso caraibico per via della difficile situazione politica del Paese durante tutto il ventesimo secolo. Obiettivo finale: riunire i membri storici ancora vivi del gruppo e farli suonare ancora, dal vivo e in studio, per consegnarli alla Storia.

Quando l'amore brucia l'anima - Walk the Line

Altro biopic su una leggenda del rock, ma questa volta parliamo di un film acclamato da pubblico e critica, senza dubbio l'apice della carriera di James Mangold. Ne sono protagonisti Joaquin Phoenix, nei panni del grande Johnny Cash, e Reese Witherspoon, che vincerà un Oscar per la sua interpretazione di June Carter Cash. Tratto dalle autobiografie della rockstar, il film finisce per aggiudicarsi cinque nomination agli Oscar (uno, come già detto, si concretizzerà per la Miglior attrice),tre Golden Globe e svariati altri premi. Il ritratto impetuoso di un uomo impetuoso.

Woodstock - tre giorni di pace, amore e musica

Qui si fa la Storia, con un documentario che ha, tra le altre cose, vinto un Oscar. Un anno dopo lo storico concerto di Woodstock, che tanto ha dato alla musica (ma anche al cinema) Michael Wadleigh consegna al suo pubblico, tramite un sapiente montaggio (operato, tra gli altri, da Martin Scorsese e Thelma Schoonmaker) le immortali esibizioni di alcuni tra i più importanti musicisti sulla scena del periodo. A lungo di difficile reperibilità, nel 1994 uscì la prima versione home video ufficiale, seguita nel 2009 da una Extended cut tutta da gustare.

Ray

Difficilmente vedremo ancora Jamie Foxx ricoperto di premi come successe all'epoca di Ray, biopic dedicato a Ray Charles uscito nel 2004 per la regia di Taylor Hackford. Realizzato con il benestare dello stesso Charles (purtroppo scomparso poco prima della distribuzione in sala della pellicola), Ray racconta la vita e l'opera, non solo musicale, di un uomo straordinario pur con tutte le difficoltà che la vita gli aveva riservato.

Jersey Boys

Merita il secondo posto in assoluto nella storia dei film biografico-musicali ? Forse no, ma nella nostra top 3 non può mancare Clint Eastwood, gigante del cinema che ha regalato al mondo della musica tante attenzioni: prima con Bird e Honkytonk Man, e poi nel 2014 con Jersey Boys, biopic basato sull'omonimo musical e che narra la vita dei The Four Seasons, gruppo pop sulla cresta dell'onda negli anni '60, quando un gruppetto di amici abbandona la vita di strada e le sue tristi meccaniche per sfondare nel mondo della musica.

Amadeus

Essendo ambientato nella prima metà dell'800 siamo quasi sull'orlo del film storico, più che biografico o musicale, ma è in realtà piuttosto facile pensare ad Amadeus come alla prima rockstar moderna: del resto "Rock me Amadeus" cantava Falco in una celebre canzone pop uscita un annetto dopo il film di Miloš Forman. Considerato in plurime e importanti classifiche tra i 100 film più belli della storia del cinema, con una sfilza paurosa di premi in palmarès (tra cui ben otto premi Oscar) e critiche entusiaste in ogni dove, Amadeus racconta genio e sregolatezza del musicista austriaco e la sua rivalità con Antonio Salieri, in un'escalation di scene magistralmente interpretate negli stupendi set praghesi.