Da Civil War a Il Libro della Giungla - i Blu-ray da regalare a Natale

Natale 2016 si avvicina e siete ancora a corto di idee per i regali? Vi proponiamo i cinque Blu-ray da regalare se avete parenti e amici cinefili.

speciale Da Civil War a Il Libro della Giungla - i Blu-ray da regalare a Natale
Articolo a cura di

Il 2016 ci ha regalato una sequela di discrete storie cinematografiche, alcune di notevole realizzazione, altre da cassare con l'arrivo del nuovo anno, infine quelle che ci hanno regalato icone che rimarranno nell'immaginario collettivo a lungo termine. Nella bacheca di ogni buon cinefilo qualche titolo merita sicuramente un posto. Quindi, se siete tra coloro che maratonano per la città il 24 dicembre in cerca degli ultimi regali, abbiamo selezionati cinque Blu-ray, tra successi internazionali e non, che possono diventare un'idea pratica, non troppo dispendiosa e apprezzata soprattutto se accostata a gadget originali come il cd di una bella soundtrack. L'anno che sta per salutarci ha regalato pellicole da Oscar - vedi Revenant con Leonardo DiCaprio - e cinecomic da urlo, come Captain America: Civil War, in cui il mucchio selvaggio Marvel capitanato da Tony Stark e Steve Rogers ha combattuto (anche) una guerra civile. Tra i titoli che abbiamo menzionato, abbiamo cercato di inglobare diversi generi e pellicole in grado di soddisfare le differenti inclinazioni del pubblico.

The Revenant

Il gioiello di Alejandro González Inarritu, sbarcato in sala a inizio anno, è l'ideale per i fan di Leonardo Di Caprio (che grazie all'interpretazione ha finalmente conquistato l'agognato Oscar), per gli amanti della storia americana, per chi sa apprezzare una fotografia praticamente ineccepibile,per chi adora i film dal respiro lungo e dalla durata notevole con qualche puntatina di violenza e una buona narrazione. Un must-have da cinefili, dati gli incassi, i premi a cascata e le chiacchiere che ne hanno seguito l'uscita, da avere come il tubino nero nell'armadio delle donne.

Captain America: Civil War

La puntatina di action che non guasta mai sotto l'albero. Di cinecomics siamo stati seppelliti quest'anno (dall'irriverente Deadpool al rocambolesco Suicide Squad) e in cima alla lista dei successi si può piazzare in serenità Captain America: Civil War. Batman v Superman un'esperienza da dimenticare, Suicide Squad riuscito a metà (almeno sulla costruzione dei personaggi hanno fatto goal) mentre per la serie dedicata agli Avengers (anche se in realtà si tratta del terzo capitolo delle avventure del supersoldato Steve Rogers) il termometro del gradimento non è mai sceso. Merito sicuramente del latex spalmato addosso a Scarlett Johansson e dei muscoli diChris Evans ma anche di personaggi riusciti, come lo Spider-Man al quale ha dato il volto Tom Holland o il sempre azzeccato Tony Stark (Robert Downey Jr.), condiscono il tutto sequenze d'impatto e trovate registiche funzionali. Per gli amanti dei fumetti, del nuovo cinema americano e, naturalmente, per i fan Marvel.

The Neon Demon

Il regista danese Nicolas Winding Refn è tornato in punta di piedi in sala, regalando non un film ma una serie di quadri, ricalcando gli shooting di moda, che come al suo solito, tengono incollati allo schermo fino all'ultimo minuto. È una di quelle opere da avere a casa per ricordarsi che il cinema è fotografia, luce e inquadrature; ognuna di queste ragionata, architettata ai limiti della maniacalità, alla stregua di quanto accade nel fashion world, da quale The Neon Demon ha attinto a piene mani. Un'occhiata almeno una volta l'anno, la merita. e pazienza per qualche sequenza a dir poco macabra...

La pazza gioia

Il gioiello italiano firmato Paolo Virzì, lontanissimo da Il Capitale Umano, è un on the road toscano in cui Valeria Bruni Tedeschi e Micaela Ramazzotti sono riuscite a scavare nei personaggi con eleganza e violenza. Una commedia drammatica che può finire sotto l'albero di chi ama il vecchio stile del cinema italiano senza la stizza di vederne i cambiamenti necessari per il suo tempo, per chi apprezza una recitazione magistrale, ama ruoli femminili costruiti senza banale retorica o forzata sensualità.

Il Libro della Giungla

Infine unn buon live action firmato Disney per risolvere il problema del regalo alla famiglia, al nipote, ai cugini. Nostalgico e dal forte impatto visivo, Il Libro della Gungla di Jon Favreau (già dietro la macchina da presa di Iron Man e ora alle prese con il live action de Il Re Leone) è riuscito nell'impresa di rispolverare le tematiche del cartone del '67 aggiungendo fisicità e dinamiche grazie al potente uso della computer grafica (e del 3d) per condurci anima e corpo nella vera giungla di Mowgli. Avventura e crescita umana sono risultati una formula vincente contro il rischio di rimanere ancorati al classico Walt Disney.

Che voto dai a: Captain America: Civil War

Media Voto Utenti
Voti totali: 69
8.5
nd