Speciale Necropolis: misteri sotterranei al cinema

Piccolo viaggio nel cinema volto a esplorare i misteri del sottosuolo

Articolo a cura di
Marco Lucio Papaleo Marco Lucio Papaleo inizia a giocherellare sulle tastiere degli home computer nei primissimi anni '80. Da allora, la crossmedialità è la sua passione e sondarne tutti i suoi aspetti è la sua missione. Adora il dialogo costruttivo, vivisezionare le opere derivate e le buone storie. E' molto network e poco social, ma è immancabilmente su Google+.

Forse non tutti sanno che nel sottosuolo di Parigi si estende un centinaio di chilometri di gallerie e cunicoli che compone l'insieme di quelle che vengono comunemente denominate “Catacombe di Parigi”. Costruite alla fine del '700 per fronteggiare l'enorme necessità di loculi mortuari della capitale francese, un secolo dopo le catacombe sono divenute una sorta di attrazione turistica, anche se al giorno d'oggi solo una piccolissima parte di queste è visitabile. John Erick Dowdle dirige ora un horror-thriller ambientato proprio in questo spettrale e affascinante contesto, con protagonisti Ben Feldman, Perdita Weeks e Edwin Hodge: Necropolis - La città dei morti, in uscita in tutte le sale da domani 11 settembre per Universal Pictures. Nel film, una coraggiosa squadra di giovani esploratori dotati di telecamera si avventura nel labirintico complesso parigino, rimanendo dapprima intrappolati e, in seguito, vittima di alcuni strani accadimenti... cosa si cela davvero sotto al dedalo di ossa che ospita i resti di ben sei milioni di morti? Per i nostri malcapitati protagonisti nizia un viaggio nella follia e nel terrore...

As above, so below

Spesso, quando si realizza un film d'avventura, dell'orrore o di fantascienza, si decide di far provenire il pericolo dal mondo esterno, con un eccesso di riferimenti fantastici. La particolarità (e il punto di forza) di Necropolis - La città dei morti, invece, è l'idea di sfruttare i misteri del mondo sotterraneo, e un contesto reale e ben specifico. Le catacombe di Parigi sono un setting ideale per un racconto del terrore e del mistero: Victor Hugo lo sapeva bene e, difatti, le sfrutta per il suo Les Misérables. Nel 2005 abbiamo un trittico di film ambientati in pericolose grotte sotterranee latenti di incredibili pericoli più o meno naturali: The Descent - Discesa nelle tenebre di Neil Marshall, Il nascondiglio del diavolo - The Cave di Bruce Hunt e il più sommesso The cavern, a cui poi fecero eco il relativamente più realistico Sanctum 3D di Alister Grierson (prodotto addirittura da James Cameron) diversi anni dopo, nel 2011, e il capostipite della nuova ondata di stereoscopia al cinema, Viaggio al centro della Terra 3D, di Eric Brevig, uscito nel 2009, con protagonisti Brandan Fraser e un giovanissimo Josh Hutcherson. Tutte queste pellicole, tuttavia, mancano del fascino derivante dall'utilizzo di un luogo reale, più o meno tangibile e che quindi aggiunge “credibilità” all'esperienza, come possono essere le catacombe di Parigi. Da questo punto di vista, sebbene ambientato in gran parte all'aperto, un film più similare a Necropolis è Chernobyl Diaries - La mutazione (2012), diretto da Bradley Parker.
Risulta infatti relativamente più facile ambientare una storia (o parte di essa) nel sottosuolo, ma non altrettanto renderla credibile: di esempi ne abbiamo a bizzeffe, da Ember - Il mistero della città di luce (2008) di Gil Kenan ai tanti personaggi con “basi” segrete sotterranee, dalle Tartarughe Ninja ai Boxtrolls, passando per il V di V per Vendetta. Impossibile non citare, inoltre, il fortunato Sherlock Holmes di Guy Ritchie (2009) con Robert Downey Jr. e Jude Law, in parte ambientato negli intricati sotterranei londinesi.
Altra cosa interessante da notare di Necropolis è la commistione di generi: horror-thriller in found footage, certo, ma la fanta-archeologia la fa da padrona, disciplina molto di moda negli ultimi anni ma che da sempre fa innamorare gli spettatori al cinema: dalle immortali avventure del lucasiano Indiana Jones di Harrison Ford al moderno dittico de Il mistero dei Templari - National Treasure e Il mistero delle pagine perdute (2004 e 2007) di Jon Turteltaub, con Nicolas Cage nei panni dell'avventuriero e studioso Benjamin Franklin Gates. Infine, nonostante l'assenza dell'elemento horror, obbligatorio pensare anche ai romanzi di Dan Brown trasposti al cinema, Il Codice da Vinci e Angeli e Demoni (2006 e 2009) diretti da Ron Howard e con protagonista lo scaltro Robert Langdon interpretato da Tom Hanks: buona parte delle avventurose vicende dei film si ambientano in misteriose cripte parigine e romane...

Che voto dai a: Necropolis - La città dei morti

Media Voto Utenti
Voti totali: 7
5.3
nd